Gli smartphone del futuro (e quanto ci costeranno) | Le novità tech e social

Settimana ad alto contenuto di smartphone, per Spazio Tech: tra conferme e indiscrezioni, vediamo come saranno i terminali del futuro

SPAZIO TECH
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 13 Agosto 2019 - 9:38

Il mondo degli smartphone continua a guardare al futuro e a come proporre delle novità ai consumatori. È così che potremmo riassumere questo appuntamento settimanale con la nostra rubrica Spazio Tech, dove chiacchieriamo abitualmente delle ultime novità sul fronte delle tecnologie personali e dei social network. Tra le certezze del nuovo Samsung Galaxy Note 10 e le indiscrezioni a tema iPhone, LG e Huawei, vediamo cosa ci attende tra gli smartphone di domani.

Sarà questo il nuovo LG G8x?

Secondo insistenti voci di corridoio, LG G8x sarà il prossimo top di gamma della compagnia della Corea del Sud. L’annuncio ufficiale dovrebbe arrivare il prossimo mese di settembre, durante l’IFA di Berlino, ma gli immancabili leak sono già arrivati online e ci hanno già detto molto sul prossimo ambizioso terminale targato LG.

Lo smartphone in questione, del quale per ora non conosciamo le specifiche sotto-scocca, dovrebbe avere un display da 6,3″, ma senza foro per la fotocamera frontale: quest’ultima sarebbe sistemata in un notch a goccia. Quelle posteriori, doppie, rimarrebbero invece disposte in linea orizzontale. Tornerebbe lo speaker sotto il display, mentre sparirebbe il sensore per le impronte, a sua volta integrato nel display.

Tra le altre particolarità svelate da questo importante leak, anche il fatto che sarà mantenuto il jack da 3,5 mm – caratteristica a cui molti produttori stanno rinunciando – e ci saranno ancora dei tasti fisici, tra cui il bilanciere del volume e quello che richiama Google Assistant per le vostre necessità.

Nel futuro di Apple c’è la tripla fotocamera?

Visto che sempre più produttori, come Huawei, guardano con grande attenzione al comparto fotografico dei loro terminali, Apple non può ovviamente accettare di rimanere indietro. Per questo motivo, secondo indiscrezioni, la casa di Cupertino starebbe pianificando di passare a una tripla fotocamera, non solo per il suo futuro iPhone 11, ma anche per il prossimo iPad Pro.

ipad-pro

Il tablet top di gamma della Mela, al momento, si ferma in effetti a una singola fotocamera da 12 MP, povera anche di effetti molto attuali e usati – come quello bokeh. Apple sarebbe intenzionata a rimediare con il prossimo modello, facendo in modo che il suo nuovo tablet possa affermarsi non solo come un ambiente di lavoro, ma anche come una affidabile fotocamera per le necessità dell’utente.

Per il momento, come sempre, si tratta di indiscrezioni che devono essere trattate come tali – ma la corsa alle fotocamere migliori sugli smart-device è tutt’altro che ipotetica.

Huawei sistema la sua scacchiera con HarmonyOS

Quando gli Stati Uniti hanno, a modo loro, dichiarato guerra ai produttori di smartphone cinesi, in particolar modo a Huawei, la compagnia ha iniziato a organizzarsi di conseguenza. Con le compagnie statunitensi chiamate a interrompere il loro supporto a quelle cinesi, infatti, Google potrebbe staccare la spina ad Android sui terminali Huawei – una prospettiva di fronte alla quale quest’ultima non vuole farsi trovare impreparata.

Ecco che così, come aveva preannunciato, in settimana è arrivato l’annuncio di HarmonyOS, il nuovo sistema operativo firmato Huawei. Quest’ultimo funziona, per il momento, con dispositivi tra i più vari, ma non è pensato per girare sugli smartphone al posto di Android. Potrebbe, però, farlo, con poca fatica – promette Huawei. Leggendo tra le righe, insomma, emerge un’idea chiara: al momento HarmonyOS si occupa di far girare smart-device da automobile, speaker e altri dispositivi simili, ma se dovesse rendersi necessario vederlo in azione sugli smartphone, avrebbe le basi per farlo.

Huawei Mate 30 Pro, sei tu?

A proposito di Huawei, rimaniamo in tema del secondo maggior produttore di smartphone al mondo per prendere in analisi le novità a tema Huawei Mate 30 Pro. In settimana è stato infatti annunciato che la compagnia cinese procederà a presentare il suo ambizioso nuovo top di gamma il prossimo 19 settembre.

Già prima di allora, però, sono arrivati dei dettagli e dei concept che ci mostrano quale sarà il suo design: sotto la scocca dovremmo trovare un Kirin 900, volto a garantire performance importanti. Sul retro, invece, ci sarebbe una tripla fotocamera su una finestrella circolare in contrasto con la scocca colorata del terminale.

A questo punto, non possiamo fare altro che attendere ulteriori dettagli direttamente da Huawei.

Apple deve guardare ai pieghevoli – e lo farà

Sono diversi i grandi produttori che hanno deciso di lanciarsi a capofitto nel mercato degli smartphone pieghevoli. Tra questi, almeno per il momento, non figura Apple. Il che, secondo gli analisti, non significa che non lo farà. Secondo quanto appreso da UBS, che ha condotto un apposito sondaggio, i consumatori sono molto interessati ad avere un iPhone o un iPad pieghevoli – al punto che pagherebbero anche $600 in più, per un prodotto simile firmato dalla compagnia di Cupertino.

Sempre secondo gli analisti, questo spingerà Apple a proporre prodotti simili già nel 2020, anche se le probabilità migliori sono di vedere qualcosa del genere nel corso del 2021. Entro due anni, insomma, Tim Cook avrà da lanciare sul mercato i suoi dispositivi pieghevoli, che sembrano particolarmente ambiti dai consumatori.

La proposta di Samsung Galaxy Note 10

In settimana, infine, vi ricordiamo che abbiamo assistito all’annuncio di Samsung Galaxy Note 10, sia nella versione Standard che nella sua versione 10+ – con anche la variante, per quest’ultima 10+ 5G, con connessione di ultima generazione.

Il terminale, che monterà un generoso display da 6,3″ sullo standard e 6,8″ nel 10+, avrà 8 GB di RAM nel modello base e 12 GB in quello 10+, che vanterà anche maggior densità di pixel (401 vs 498 ppi) e una batteria più grande (3500 mAh vs 4300 mAh). I prezzi, considerando anche le importanti funzionalità della S-Pen, andranno di conseguenza: si partirà da 979€ per il modello entry level (10 con 8 GB e archiviazione da 256 GB), arrivando a 1.229€ per 10+ 5 GB da 12 GB e 256 GB.

Potete trovare tutti i ricchi dettagli su questi smartphone nel nostro speciale dedicato.

Tutti i maggiori produttori di smartphone stanno lavorando per prepararsi alla prossima stagione autunnale: in attesa di dettagli ufficiali, sono tante le voci su AppleHuaweiLG, mentre Samsung ha messo in campo qualche certezza per la sua linea Note – che come da tradizione debutterà già alla fine di questo mese.




TAG: spazio tech