Recensioni degli utenti 2 min

Foreclosed

Cyber aesthetic

Questo è un contenuto creato dalla community degli utenti del forum di SpazioGames.it e pertanto non è rappresentativo della testata giornalistica SpazioGames.it, né della sua redazione.

Negli ultimi tempi, l’ambientazione cyberpunk sta riscuotendo un ritrovato successo, specie nel mondo dei videogiochi: dopo titoli come i Deus Ex di Eidos Montreal ed il kolossal Cyberpunk 2077 (balzato agli onori della cronaca per le note travagliate vicende di sviluppo), sarà riuscito un piccolo studio italiano, gli Antab Studio, a tirar fuori dal cilindro un buon prodotto?
Foreclosed si presenta come un action adventure, con fasi stealth ed una grafica da fumetto interattivo.

La storia ci vede nei panni di Evan Kapnos il quale, un giorno vede stravolta la sua esistenza: la propria identità è stata pignorata e gli viene intimato di presentarsi in tribunale, ma appena uscito di casa viene preso di mira da sconosciuti che cercheranno di ucciderlo. Da quel momento, la trama si dipanerà tra complotti, scelte e colpi di scena, giungendo purtroppo troppo presto al finale.

 

L'impostazione stilistica ricalca fedelmente l'immaginario registico dei fumetti.

 

Visivamente il gioco si presenta in maniera egregia, lo stile fumettoso scelto dallo studio milanese è davvero eccellente e non si limita a schermate statiche dove viene narrata la trama, ma riguarda tutto il gioco; inoltre una grande dinamicità viene trasmessa grazie a cambi di prospettiva ed alla interazione ambientale.
Se dal punto di vista artistico l’impatto è ottimo, sul versante del gameplay il gioco invece presenta vari difetti e limiti.

 

Evan può utilizzare abilità sovrumane grazie ai chip.

 

Come già anticipato, il gioco è un action adventure con fasi stealth: il protagonista potrà sfruttare diverse tipologie di potenziamenti, sia inseribili in uno dei 3 slot dell’arma, sia con chip personali che attribuiranno capacità sovrumane ad Evan: potremo ad esempio creare uno scudo per difenderci, ma anche sollevare il nemico o lanciargli oggetti contro, farli schiantare al suolo ed altro ancora, ma attenzione, l’uso eccessivo di tali poteri creerà un sovraccarico che stordirà per qualche secondo, rendendolo vulnerabile ai proiettili nemici. La scelta è davvero ottima, ma appare subito evidente uno dei difetti del gioco: l’uso dei poteri, sebbene renda l’azione interessante e tattica, tuttavia soffre di problemi di bilanciamento. Pertanto, alcuni poteri risulteranno troppo potenti e si ricaricheranno troppo in fretta: se si considera poi che la scarsa IA dei nemici, il gioco tenderà a diventare troppo semplice.

 

Sovraccaricando i chip, Evan sarà molto vulnerabile contro i nemici.

 

Anche le fasi stealth si riveleranno troppo permissive, con i pochi nemici che si limiteranno a seguire percorsi delimitati e che, nel caso di sospetto per averci intravisto o aver ritrovato un cadavere, si limiteranno a rimanere allertati per qualche secondo, per poi tornare alle loro posizioni come se nulla fosse.
L’esplorazione presenta qualche minima variazione prevedendo poi dei passaggi da sbloccare, come porte o botole, ma il tutto si limiterà a brevi sequenze di QTE mediante le quali riprodurre una semplice sequenza di tasti già visibile oppure trovare delle centraline da attivare: un po’ troppo poco.

 

L'esplorazione e l'interazione ambientale sono minime.

 

L’audio del gioco si attesta su buoni livelli, con musiche adatte ed un buon doppiaggio inglese.
La longevità purtroppo è bassa: se l’avventura è completabile in quattro o cinque ore, praticamente nulla risulta essere la rigiocabilità.

VOTO: 6

 

Foreclosed è un titolo dall'ottimo impatto visivo e con buone idee, tuttavia troppo poco longevo e molto semplice. La produzione milanese Antab Studio risulta però piacevole da giocare e può essere consigliata, al netto dei suoi difetti e magari a prezzo ridotto, se volete immergervi per qualche ora in un mondo futuristico esteticamente affascinante.

Pro

  • Storia interessante…
  • Graficamente davvero bello
  • Interessante l'uso dei potenziamenti…

Contro

  • Troppo semplice e corto
  • ... che però si conclude troppo presto
  • ... tuttavia sbilanciati