Recensioni degli utenti 3 min

Fight’N Rage

Omaggio ai beat'em up di una volta

Questo è un contenuto creato dalla community degli utenti del forum di SpazioGames.it e pertanto non è rappresentativo della testata giornalistica SpazioGames.it, né della sua redazione.

Fight’N Rage è un omaggio a tutti quei beat’em up arcade che si potevano trovare nelle ormai scomparse sale giochi, difatti il titolo è un picchiaduro a scorrimento come vecchi capisaldi dell’epoca quali Final Fight e Street of Rage, dai quali prende probabilmente anche il nome. Questo gioco è uscito dapprima su PC nel 2017 per poi approdare anche nel mercato console qualche anno più tardi, sviluppato interamente da un’unica persona, Sebastian Garcia, che si era prefissato l’obiettivo di far tornare il genere dei picchiaduro a scorrimento in auge. Il titolo punta subito alle vecchie glorie dei cabinati arcade e questo lo si capisce già dall’avvio, dove potremo notare di default dei filtri per simulare i vecchi schermi CRT. In caso non gradiate i vecchi filtri sarà possibile cambiarli o rimuoverli interamente dal menù opzioni in seguito.

Il gioco ha più modalità di gioco ma la principale è l’arcade, giocabile anche in coop locale fino a tre giocatori. Purtroppo il titolo non ha una modalità online, grave mancanza per questo genere di giochi. Oltre all’arcade classico c’è una modalità versus, dove potremo giocare 1vs1 contro i nostri amici o la cpu, usando tutti i personaggi sbloccabili nell’apposito negozio in-game, tramite una valuta fittizia. Difatti Fight’N Rage fa degli sbloccabili e della rigiocabilità il suo punto di forza: giocando potremo ottenere monete e queste ci possono garantire cose come nuove modalità di gioco, nuovi personaggi giocabili in modalità versus, tra cui boss, nuovi costumi e addirittura tutorial avanzati segreti.

Più tecnico di quel che appare

All’avvio della modalità arcade di Fight’N Rage ci verrà presentato un tutorial introduttivo molto basico per capire le azioni che può eseguire il nostro personaggio: un tasto per gli attacchi normali, un tasto per gli attacchi speciali e un tasto per il salto, non c’è altro. Quello che il gioco non vi dice però, e che capirete dopo almeno un paio di run, è che ci sono molte meccaniche come counter e parate nascoste. Queste meccaniche verranno approfondite nella modalità allenamento avanzato che si sblocca eseguendo le “trials” come i picchiaduro, insomma ci vuole tempo e dedizione per masterare il gameplay.

Il gioco presenta diversi filtri che lo rendono agli occhi del giocatore molto old school

Per quanto riguarda gli attacchi speciali, hanno un cooldown (quindi bisognerà aspettare un tot di secondi prima di poterlo usare nuovamente), in caso volessimo usarli prima di aspettare la fine del cooldown ci verrà sottratta parte della vita, non sarà possibile usarli a piacere nelle situazioni più critiche or dunque. La modalità arcade ha molteplici percorsi, in base a quale dei tre personaggi userete, Ricardo, il classico personaggio grosso, lento, ma potentissimo, Gal, la ragazza veloce con attacchi rapidi ma che subisce più danni, infine abbiamo F. Norris che è il personaggio standard, non troppo difficile da usare con mosse bilanciate. Tra questi percorsi alcuni sono nettamente più difficili di altri. A modalità standard il gioco vi durerà circa un paio d’ore la prima volta che lo porterete a termine.

Una volta completato il gioco e sbloccato il tutorial avanzato vi renderete conto che il gameplay può diventare teoricamente più tecnico di un semplice schiaccia schiacchia, trasformandolo quasi in un ibrido coi picchiaduro classici, inserendo meccaniche come parate, counter e combo, mosse speciali che si combinano in base al tipo d’attacco creando combo varie, attacchi in aria, attacchi dal basso e concludere il tutto con un attacco al suolo. Occorre veramente molta pratica per masterare il gameplay, probabilmente vi sarete già stancati prima di apprendere ogni combo.

VOTO: 7

Fight’N Rage è un titolo davvero pieno di citazioni ai beat’em up del passato, a partire dalla grafica retrò, dai personaggi presi da altri titoli dell’epoca e dal gameplay stesso. Peccato che per approfondire il gameplay siano necessarie più run e bisogna mettersi di voglia nel completare tutte le sfide segrete dei tutorial per capire le mosse avanzate. Forse proprio per questo motivo non è un gioco per tutti, inoltre la mancanza dell’online è grave considerato che il gioco ha una potenziale coop fino a tre giocatori.

Pro

  • Comparto grafico accattivante
  • Gameplay potenzialmente profondo
  • Buona rigiocabilità

Contro

  • Assenza del multiplayer online
  • Difficoltà non bilanciata benissimo
  • Solo per i nostalgici dei vecchi cabinati arcade