Empire of Sin, la versione Switch non sarà un semplice porting

Romero ha spiegato che la versione Switch di Empire of Sin non sarà un porting.

A cura di Marcello Paolillo - 13 Agosto 2019 - 22:54

A giugno di quest’anno John Romero e Brenda Romero hanno firmato Empire of Sin, in arrivo per Nintendo Switch durante il prossimo anno.

Il titolo avrà una forte ambientazione in stile gangster e sarà pubblicato da Paradox Interactive.

Ora Romero, nel corso di un’intervista a GamesIndustry, ha spiegato che la versione Switch non sarà un porting, ed i lavori stanno svolgendosi di pari passo rispetto alle altre versioni del gioco.

[…] Stiamo realizzando il gioco su Switch mentre lo sviluppiamo anche sulle altre piattaforme. Siamo al lavoro su Switch per assicurarci che il gioco sia veloce, performante e che gestisca la memoria nel modo giusto, il tutto per non far si che si accumuli un sacco di lavoro dovuto alla volontà di far funzionare al meglio la versione Switch.

Il comunicato ufficiale recita: ‘trasporta i giocatori nello spietato mondo del crimine della Chicago proibizionista degli anni ’20, dove dovranno usare una combinazione di fascino e intimidazione per scalare le gerarchie della malavita. L’avvincente trama di questo titolo a tinte noir permette ai giocatori di vedere un altro lato dei ruggenti e sfarzosi anni ’20: quello del crimine organizzato.’

Il gioco arriverà nella primavera del 2020.

Fonte: GN




TAG: Empire of Sin