Effie

Alla ricerca della gioventù perduta

A cura di Gamesforum - 30 Dicembre 2019 - 11:00

Autore della recensione: malandrins94

Effie è un titolo indie prodotto dagli Inverge Studios ed ha così tanti elementi tratti dalle classiche fiabe fantasy da poter essere considerato egli stesso una fiaba interattiva a tutti gli effetti, per grandi e piccini.

Il gioco inizia con il nostro eroe, Galand, che viene maledetto dalla strega Melira che gli dà le sembianze di un vecchio, e si troverà costretto ad attraversare tutto il mondo di gioco dando la caccia all’antagonista per poter riottenere la sua giovinezza perduta.

Le premesse di Effie sono queste, esplorare in lungo e in largo un mondo di gioco simil-open world e riconquistare ciò che ci è stato tolto.

Dopo una sezione tutorial che ci presenterà i comandi di gioco e ci permetterà di ottenere Runestone, il nostro fidato scudo nonché compagno di viaggio, ci sarà presentato il mondo di gioco e saremo liberi di affrontare l’avventura come più ci piace.

Mondo di gioco simil-open world che in realtà altro non è che un grande hub di gioco esplorabile con varie location secondarie da visitare e che ci permette di accedere ai livelli/capitoli, come vengono chiamati nel gioco, per continuare la nostra avventura.

Il nostro scudo, Runestone, farà sorridere tutti coloro che portano nel cuore la saga ormai divenuta un classico di “Jak & Daxter” in quanto oltre a poter essere usato come arma viene utilizzato negli spostamenti come fosse un hoverboard, e le movenze del nostro Galand lì sopra ricordano molto quelle del vecchio eroe Jak, e questo non può che essere un punto a favore in un gioco già ottimo di suo.

Runestone viene anche potenziato nel corso del gioco, ottenendo ben 3 abilità, una per ogni capitolo del gioco.

Anche il nostro Galand può essere potenziato, infatti durante la nostra avventura ogni nemico sconfitto, ogni scrigno esperienza aperto e ogni runa raccolta ci fornirà esperienza utile a far salire di livello il nostro eroe.

Il level up di Galand è molto basilare, nessun albero delle abilità da riempire o punti da assegnare, ogni livello ottenuto aumenterà la barra della vita di Galand e la barra di potenza di Runestone, permettendoci di utilizzare ancora più volte le abilità ottenibili durante il gioco.

Effie

Lo stile di gioco è un 3D-cartoonesco coloratissimo e il gioco in sé presenta un’immagine molto curata. Anche il comparto audio fa il suo lavoro, sia musicalmente che nel doppiaggio, infatti l’avventura verrà narrata in corso d’opera da Galand stesso, che la racconterà come fosse una fiaba.

Arrivando a parlare del gameplay nudo e crudo del gioco ci troviamo di fronte a un mix ben elaborato di combattimenti, esplorazione ed enigmi da risolvere.

I ragazzi di Inverge hanno fatto un ottimo lavoro nel bilanciare questi elementi di gameplay e le sezioni di gioco non risulteranno mai troppo noiose o troppo difficili, non capiterà mai infatti di ritrovarsi a pensare troppo a lungo a come risolvere un enigma o a stancarsi di combattere i nemici.

Nemici appunto che presentano una varietà notevole, seppur minima essendo un gioco indie. Infatti, ci saranno dei nemici con cui basterà usare gli attacchi leggeri o le abilità più basilari del nostro scudo per sconfiggerli e altri che richiederanno l’utilizzo di attacchi pesanti e abilità più potenti, come il terremoto.

Una prima nota dolente la ritroviamo nei boss di fine livello, o meglio il boss di fine livello, visto che ci ritroveremo alla fine di ogni zona di gioco a combattere contro Melira la strega. Monotonia che viene però spezzata dal tipo di combattimento, infatti ad ogni incontro con la strega bisognerà utilizzare una strategia diversa per poter uscire vincitori e far avvicinare sempre di più Galand alla sua giovinezza perduta.

La seconda nota dolente di Effie è, purtroppo, la mancanza di una difficoltà costante. Infatti man mano che si prende confidenza con il gioco e con i nemici ci si ritrova ben presto a vedere annullata la difficoltà del gioco. Nota dolente facilmente superabile, data la bellezza sia del gioco che dei vari livelli che lo compongono; infatti se siete dei fan dei giochi platform Effie potrebbe essere la sorpresa perfetta per voi.

+ I livelli di gioco sono molto dettagliati e diversificati
+ Grafica accattivante
+ Giusto mix tra combattimenti ed enigmi
- Un solo boss per tutto il gioco
- Longevità non molto elevata

8.0

Effie è senza ombra di dubbio un gioco che potrà soddisfare qualsiasi amante del genere in cerca di un’avventura semplice e senza molte pretese, e anche ad un prezzo contenuto.  Come già detto, può considerarsi a tutti gli effetti una fiaba, apprezzabile a tutte le età.




TAG: effie, inverge studios