Delta Squad

Un Delta negativo?

A cura di Gamesforum - 30 Marzo 2020 - 15:00

Autore della recensione: malandrins94

Sviluppato dallo studio Eskema Games e pubblicato da Ratalaika Games arriva Delta Squad, seguito “spirituale” di FullBlast.

Il gioco è un Twin-Stick Shooter con visuale dall’alto e un’opzione multiplayer locale fino a 4 giocatori. La trama di gioco non è delle più originali e in molti potrebbero non essere attratti minimamente da essa: il fulcro del gioco è quello di fermare le ambizioni di potere del perfido Generale Rumanovsky. I nostri protagonisti quindi si getteranno nella mischia affrontando orde di zombie e superstiti, oltre agli immancabili carri armati e torrette fisse. Il gioco presenta quattro classi tra cui scegliere per poter affrontare il gioco, ognuna con i suoi pro e contro (il medico avrà più cure ma farà meno danni, l’artigliere avrà maggiori munizioni ma meno kit medici e così via). L’inizio di ogni missione ci permetterà di scegliere con quale classe affrontarla, ma è bene precisare che non ne esiste una migliore in assoluto, in quanto varia tutto in base allo stile di gioco del giocatore.

Una volta scesi in campo la prima cosa che salta all’occhio è che non si ha la più pallida idea di cosa si debba fare per procedere nella missione, non essendoci alcuna mappa da consultare; l’unico aiuto per orientarsi ci viene dato da una piccolissima freccia intorno al personaggio. Noteremo infatti che i vari obiettivi di missione ci saranno dati man mano che vengono completati, tramite delle casse di rifornimenti che vengono lasciate nella mappa. Lo scarso level design e il pessimo sviluppo delle missioni purtroppo saranno chiari fin da subito: nella prima ci verrà chiesto di trovare un laboratorio segreto, il problema sarà però raggiungerlo, visto che il ritmo di gioco è lento e noioso, così come gli obiettivi da completare prima di arrivare al punto finale.

Scelta poco azzeccata anche la mancanza di checkpoint: le missioni sono molto lunghe e ci vengono date solo 3 vite e, una volta perse tutte, si riparte dall’inizio del livello. Si ha un checkpoint nell’area che precede subito il boss finale di missione, ma nel 90% dei casi, se si muore e si ritorna nell’arena, si incorre in un bug che ci vede comunque costretti a ricominciare il livello. Tutto ciò, in aggiunta alla ripetitività accennata prima, si traduce nella maggior parte dei casi in un abbandono del gioco da parte di molti giocatori. La parte grafica del gioco potrebbe essere forse l’unica parte esente da critiche.

+ Modalità Sopravvivenza che prova ad offrire qualcosa
+ Multigiocatore locale
+ Platino alla portata di tutti
- Livelli inutilmente lunghi e noiosi
- Poca varietà di nemici

4.5

Delta Squad è assolutamente un gioco blando, neanche la modalità sopravvivenza o il giocarlo in compagnia potrebbero rendere piacevole l’esperienza. L’unica fetta di pubblico che potrebbe tirare fuori qualcosa di buono da Delta Squad sono i cacciatori di trofei, visto che il gioco ha una lista molto facile che non richiede di completare tutta la storia.




TAG: delta squad, ratalaika