Recensioni degli utenti 3 min

Brotherhood United

Ho sempre desiderato avere un fratello!

Questo è un contenuto creato dalla community degli utenti del forum di SpazioGames.it e pertanto non è rappresentativo della testata giornalistica SpazioGames.it, né della sua redazione.

Brotherhood United, disponibile per PS4, Xbox One, Nintendo Switch e PC, è uno sparatutto action game 2D sviluppato da Myoubouh e pubblicato da Eastasiasoft.

Dopo un brevissimo editor del nostro personaggio dove potremo modificare alcuni piccoli dettagli estetici quali colore del vestiario, capelli e poco altro, inizieremo il gioco vero e proprio con un tutorial molto veloce sulle meccaniche di gioco, le quali, essendo il titolo in questione molto basilare, sono altamente intuibili: procedere nel livello a suon di proiettili facendosi largo tra i nemici che cercheranno di ostacolarci. Altrettanto semplice ciò che ci spinge a farlo, salvare il leader della nostra confraternita preso in ostaggio da non ben specificati nemici rivali spinti da non ben specificati motivi.

Come meccaniche di gioco, Brotherhood United fa ben poco per distaccarsi dal grande classico e ben più noto Metal Slug. Anzi, procedendo per i livelli incontreremo diverse piccole somiglianze o quelli che potrebbero esser probabilmente definiti dei tributi alla serie SNK. I suoni di quando vengono eliminati i nemici, sporadici veicoli oppure la meccanica e l’estetica dei compagni liberati vi saranno decisamente parecchio familiari.

Partendo dal primo livello armati di semplice pistola con 3 vite e 3 bombe sempre a disposizione per ogni livello, da soli o in coop locale, avremo a disposizione un totale di 20 livelli a scorrimento laterale da affrontare, tutti estremamente lineari, dove man mano ci verrà data la possibilità di sostituire l’arma in nostro possesso con qualcosa di più potente come shotgun, mitragliette o lanciarazzi, giusto per citarne alcune: la varietà è discretamente buona. Potenti si, ma con munizioni limitate.

Le boss fight sono la parte più riuscita del prodotto

Ma vediamo meglio la struttura di gioco: ogni livello, come detto rigorosamente a scorrimento laterale (ed una lieve verticalità), è composto da 3 aree (nelle quali anche qui andremo a procedere con scorrimento laterale). In ogni area verranno lanciati contro di noi un numero variabile di nemici in quantità e difficoltà e come aiuto avremo alcuni nostri compagni, i quali, se liberati, ci daranno una mano fornendoci una birra per rifornire la barra della vita o, ad esempio, munizioni. Una struttura molto banale che purtroppo porta al suo interno anche un grosso difetto: non vi è nessun blocco che ci impone di ripulire l’area oppure un obiettivo specifico da raggiungere in ognuna di esse e volendo il giocatore può tranquillamente scorrere dall’inizio alla fine dell’area senza sparare un colpo.

Portate a termine tutte le tre aree, potremo aver a che fare con un boss (ed in questo caso si, dovremo riempirlo di piombo per procedere) oppure molto semplicemente il livello si concluderà. E’ un vero peccato questa superficiale cura della progressione offerta al giocatore ed il sistema finale con punteggio basato sulla performance di gioco oltre alla valutazione basata su 3 stelle non sono di certo soddisfacenti in quanto, oltre a non premiare concretamente il giocatore, ogni stella viene attribuita sempre compiendo le stesse 3 azioni: non morire, liberare tutti i compagni, eliminare tutti i nemici. Ed è nel conseguire le 3 stelle, se qualcuno volesse cimentarcisi, che risiede la vera difficoltà del titolo in quanto non è presente alcun selettore di difficoltà e portare a termine i livelli non sarà affatto difficoltoso pure per i neofiti del genere.

Oltre a questo, a deludere è l’impressione generale che il gioco restituisce. Tutto è molto scialbo, piatto. Farsi largo nei livelli non soddisfa molto. Nulla è fortemente negativo o da bocciare pesantemente ma allo stesso tempo nulla di quanto proposto è particolarmente entusiasmante, innovativo, inedito e che verrà ricordato dal giocatore.
Il level design pixelloso come quello dei nemici è abbastanza monotono e ripetitivo. Molti nemici li continueremo a vedere per tutto l’arco del gioco e pure i livelli non entusiasmano per chissà quale varietà, anzi: sono 20 ma divisibili in 4 macrostili ed ognuno di essi propone 5 livelli che sono tutti estremamente simili tra di loro, troppo.

L’unica vera varietà la si ritrova tra i boss che si contraddistinguono rispetto al resto del gioco e probabilmente risulteranno per molti la parte più riuscita del titolo, anche se pure in questo caso nulla di particolarmente sorprendente.

VOTO: 5

In conclusione Brotherhood United non è un titolo estremamente malvagio ma non fa nulla per farsi ricordare in un mercato dove la concorrenza propone un’offerta migliore ad un prezzo inferiore. Poca varietà di situazioni, bassa rigiocabilità ed una longevità che si attesta di poco sotto le due ore per portare a termine il titolo affossano quello che poteva esser un gioco molto più divertente e completo con una maggior cura.

Pro

  • Gioco di facile ed immediata fruibilità
  • Titolo che potrebbe far la felicità di trophy ed achievement hunters vista la sua lista molto semplice

Contro

  • Scarsa longevità e rigiocabilità
  • Poca varietà nelle situazioni di gioco, level ed enemy design