Recensioni degli utenti 2 min

Below

Le tenebre confusionarie di un roguelike

Below è un titolo action-adventure roguelike sviluppato da Capybara Games. Dopo l’eterno filmato introduttivo ci ritroveremo nei panni di un avventuriero appena sbarcato su una spiaggia in piena notte. Il gioco non ha tutorial e non ci da la minima indicazione su quello che ci aspetta, difatti l’intero titolo si basa solo sull’esplorazione, la sopravvivenza e l’eterna nottata in solitudine che ci accompagnerà per tutto il tempo.

Brancolando nel buio

In Below le tenebre ci terranno compagnia durante tutto il tempo, non vedremo mai la luce del sole, il gioco questo ce lo fa capire immediatamente approdati sulla mappa di gioco. Pochi passi bastano per trovare una lanterna, strumento essenziale per esplorare (quasi) in sicurezza, cercando di evitare trappole e nemici nascosti dalle tenebre. All’inizio infatti non avremo molto oltre alla nostra fidata fiaccola, solo una bottiglia, un’arma e tanti dubbi sul da farsi. La lanterna apre alcuni passaggi magici quando punteremo la luce su di essi: una volta entrati in questi dungeon con grotte generate in maniera casuale, l’unica cosa che ci darà un attimo di respiro saranno i falò, che proprio come quelli del famoso Dark Souls ci consentiranno di riposarci, “craftare” oggetti e magari sbloccare anche qualche shortcut per facilitarci il percorso in caso di morte. Per quanto riguarda il crafting dobbiamo occuparci soprattutto di tre fattori che potrebbero portarci ad un eventuale morte: sete, fame e freddo. Oltre ad essi sarà possibile craftare nuove armi e altri oggetti utili, come altre lanterne, dato che anch’esse purtroppo sono un oggetto consumabile. Il crafting è molto basilare, e spesso saranno le grotte stesse a venirci incontro offrendoci pozze e ortaggi da poter ingerire crudi per ripristinare le nostre statistiche.

La palette cromatica di Below è decisamente stancante sul lungo termine.

Tornando a parlare dell’esplorazione di Below, la struttura dei dungeon offre una buona variabilità, tra indovinelli, nemici e trappole. Parlando di quest’ultime spesso il giocatore verrà portato alla morte proprio a causa di esse, perché se dai nemici ci possiamo difendere in qualche modo, dalle trappole non c’è scampo, e verremo portati inesorabilmente alla morte. Quest’ultima proprio come in ogni roguelike rappresenta una grossa penalità per il giocatore, infatti perderemo tutto il nostro equipaggiamento e buona parte dei nostri progressi di gioco. Ancora come in Dark Souls infatti, verranno lasciate solo le vecchie shortcut aperte, e in caso riuscissimo a trovare il corpo del nostro precedente avventuriero, sarà possibile recuperare il nostro vecchio equipaggiamento.

Below non è un titolo per tutti, è un roguelike davvero lento in cui il giocatore più inesperto o svogliato potrebbe annoiarsi molto presto. Ci mette parecchio ad ingranare e ci mette poco ad annoiare avendo un gameplay davvero basico e una palette cromatica decisamente noiosa a lungo termine. Oltre a questo, il gioco è molto punitivo come ogni roguelike, il rischio di morire continuamente cercando di recuperare il nostro equipaggiamento precedente potrebbe portare il giocatore a frustrarsi molto in un loop di morti continue.

VOTO: 5

Piattaforme: pc, ps4, xone
In conclusione, se vi piacciono i roguelike c’è molto di meglio in giro e vi consiglio Below solo se li avete già provati tutti o se non vi spaventa l’idea di affrontare tutto il gioco guardando il vostro riflesso sullo schermo davanti dato che sarà quasi interamente nero per tutto il tempo.

Pro

  • Buona atmosfera

Contro

  • Dispersivo fin da subito
  • Gameplay troppo basilare
  • Ritmo di gioco terribile