Recensioni degli utenti 4 min

Beautiful Desolation

La grande (e decadente) bellezza

Questo è un contenuto creato dalla community degli utenti del forum di SpazioGames.it e pertanto non è rappresentativo della testata giornalistica SpazioGames.it, né della sua redazione.

Beautiful Desolation è un gioco d’avventura punta e clicca con elementi RPG (nel senso più ampio del termine) sviluppato da The Brotherhood.

Il gioco è ambientato in una timeline alternativa della nostra realtà, dopo l’arrivo della misteriosa Penrose nei cieli della Terra. Questa misteriosa entità ha accelerato lo sviluppo della tecnologia umana di centinaia di anni, ma nonostante questo c’è sempre un alone di mistero e di verità non dette riguardo la Penrose, dato che, nonostante lo sviluppo, la gente non riesce ancora a comprendere chi o cosa sia e cosa voglia dall’umanità.

La storia inizia nei territori al di sotto della misteriosa entità, in Sudafrica, con il nostro protagonista Mark Leslie, disposto a tutto pur di scoprire la verità. La curiosità non sarà l’unico motivo a trainare Mark, in quanto durante l’arrivo della Penrose, la tempesta scatenatasi nei cieli quella notte gli ha provocato una tragedia irreparabile. La narrazione ci catapulta subito nei panni di Mark, che si trova nella compagnia aerea del fratello Don, che si occupa di far avvicinare quanto più possibile i turisti curiosi all’entità.

Mark convince Don ad atterrare sulla Penrose, ma poco dopo aver scaricato dei file che potevano far luce sulla verità i due fratelli vengono fermati da un androide senziente a forma di cane, Pooch. Dopo alcuni dialoghi e una sezione faccia a faccia con altri robot di sicurezza i tre protagonisti vengono catapultati nel futuro, per ritrovarsi in un mondo caratterizzato da una bellezza decadente (da qui il titolo del gioco).

In questo mondo futuristico troveremo creature potenziate geneticamente, robot ed esseri umani il cui unico obiettivo sembra essere sopravvivere. L’obiettivo principale di Mark sarà quello di collaborare con Don e Pooch per tornare a casa. E ciò comporterà stringere alleanze con le varie popolazioni presenti e aiutarle in varie missioni secondarie per poter ottenere gli oggetti chiave necessari ad aprire il portale che li riporterà a casa.

Il primo gioco che può saltare alla mente per somiglianza a Beautiful Desolation è sicuramente Disco Elysium, per la sua componente RPG, ma Beautiful Desolation per quanto simile è tutto fuorché quello. Il titolo oggetto della recensione è una storia che va vissuta tutta d’un fiato, inframezzata solamente da dialoghi e cutscenes che spiegheranno lo sviluppo della storia.

Il mondo di gioco è pieno di elementi collezionabili e non che aiuteranno il giocatore a comprendere la lore del gioco e ciò che spinge le varie fazioni a comportarsi in determinati modi.

Beautiful Desolation è una piccola perla all’interno del panorama videoludico indipendente

Nonostante la bellezza visiva e narrativa purtroppo il gioco a volte può risultare molto lento, visto che ci sarà un continuo via vai da un punto all’altro per raccogliere vari oggetti, di cui neanche sapremo l’utilità se non una volta consegnati ai richiedenti. Ma questo via vai è sicuramente reso più godibile dall’ottimo lavoro svolto dal punto di vista grafico, infatti ogni ambiente di gioco è ricco di dettagli e di elementi a schermo, con una pulizia grafica degna di nota.

Non ci troveremo di fronte a un vero e proprio open world, bensì ad una mappa aperta in cui ci muoveremo di zona in zona. E queste zone altro non sono che dei grandi corridoi che dovremo seguire per raggiungere la nostra destinazione. Ma come già detto, sarà veramente difficile non restare stupiti di fronte a città distrutte, foreste prossime alla morte e zone innevate per l’incredibile quantità di dettagli presenti.

Un elemento interessante e degno di nota è sicuramente il Simulacrum, un oggetto che troveremo nel nostro inventario dopo il salto nel futuro, composto da quattro sezioni di colori diversi. Il Simulacrum altro non è che un indicatore del nostro karma all’interno del gioco, infatti ogni risposta che sceglieremo durante i dialoghi andrà a riempire una simil-ampolla, raggiungendo man mano vari livelli di colore a seconda del nostro temperamento; livelli che vanno da “buono” ossia bianco a “cattivo” ossia rosso.

Nella sezione finale di gioco il colore del nostro Simulacrum influenzerà moltissimo l’ultimo scenario, e andrà a farci vedere una diversa cutscene finale ogni volta che completeremo il gioco con un colore karmico diverso. Questo è un fattore molto importante ai fini della rigiocabilità, in quanto Beautiful Desolation in poche ore potrà essere portato a termine, e una volta visto un finale avremo subito voglia di ricominciare a fare scelte diverse. Gli sviluppatori hanno anche deciso di premiare i giocatori più audaci, in quanto dopo aver visto tutti e quattro i finali presenti, la partita seguente avrà sia una scena iniziale diversa sia un altro finale, portando quindi il totale a cinque.

Parlando ora del gameplay, come già detto Beautiful Desolation è un gioco molto lineare e ricco di storia da ascoltare e leggere, sono però presenti anche dei combattimenti, e il giocatore potrà scegliere se prendervi parte oppure no, in quanto sono sì necessari ad ottenere un oggetto fondamentale per proseguire la storia, ma lo stesso oggetto potrà essere ottenuto anche seguendo una linea diversa di missioni. I combattimenti potranno avvenire solo dopo aver raccolto dei Token speciali raffiguranti le varie fazioni di gioco, in quanto non saranno Mark, Don e Pooch a combattere ma bensì dei guerrieri di queste fazioni per l’appunto, sbloccati una volta riscattato il Token.

Il lato audio del gioco riesce a soddisfare a pieno il giocatore, con delle colonne sonore decisamente ispirate e un doppiaggio veramente di qualità per un gioco indie.

In conclusione possiamo dire con certezza che Beautiful Desolation è una piccola perla all’interno del panorama videoludico indipendente. E’ palese la cura per i dettagli che il team di sviluppo ha messo all’interno del suo prodotto, così come la qualità della narrazione che riesce a tenere il giocatore incollato allo schermo in attesa di avere sempre più informazioni sulla lore di gioco. Non è uno dei giochi frenetici a cui siamo abituati, Beautiful Desolation ha i suoi tempi e una volta preso il ritmo riuscirà a coinvolgere anche il più esigente dei giocatori.

VOTO: 7

Piattaforme: pc, ps4, switch
Beautiful Desolation ha carattere: un gioco ricco di storia e informazioni in cui l’azione nuda e cura è quasi totalmente assente per lasciare spazio all’esplorazione. Consigliato.

Pro

  • Storia appassionante
  • Qualità grafica di altissimo livello

Contro

  • Può annoiare l’eccessivo backtracking
  • Alcuni obiettivi non risultano subito immediati