Recensioni degli utenti 2 min

Atelier Firis: The Alchemist And The Mysterious Journey DX

Viaggi infiniti e misteriosi

Questo è un contenuto creato dalla community degli utenti del forum di SpazioGames.it e pertanto non è rappresentativo della testata giornalistica SpazioGames.it, né della sua redazione.

Atelier Firis: The Alchemist And The Mysterious Journey DX è la versione riveduta, corretta e completa del titolo uscito, sui territori europei, nel 2017, sviluppato da Gust e pubblicato da Koei Tecmo, nonché secondo episodio della serie Mysterious.

Cominciamo subito con il dire che in questo secondo gioco della trilogia sono state rifinite e snellite alcune meccaniche di base, cosa che ha reso il titolo più appagante rispetto al precedente e meno “impegnativo“, quindi più fruibile e godibile, anche per i neofiti.

La protagonista della nuova avventura è Firis, una ragazza del villaggio di Ertona, che grazie a una sua abilità riesce a trovare metalli preziosi senza utilizzare oggetti per la ricerca. Il suo desiderio più forte è quello di uscire dal villaggio, cosa però difficile, visto che solo chi è abbastanza forte può ottenere il permesso dall’anziano. L’occasione si presenta quando arriva in città Sophie l’alchimista, nonché protagonista del primo titolo della trilogia, Atelier Sophie, appunto, con Firis che diventa l’apprendista di quest’ultima. Dopo questa premessa narrativa, la storia prende il via, dividendosi in due “archi” ben definitivi.

Nel primo, l’obiettivo è quello di dare l’esame finale da alchimista. Viaggeremo in varie zone perfezionando le nostre abilità grazie ad alchimisti affermati, e andando a formare il classico party con vari personaggi specializzati in diverse caratteristiche. Nel secondo arco l’obiettivo è quello di esplorare e completare le restanti quest. L’esplorazione è stata resa più snella grazie all’introduzione dell’Atelier portatile e allo snellimento di alcune meccaniche legate alla gestione dei diversi parametri di cui tener conto.

Atelier Firis è il secondo capitola della trilogia Mysterious

Snellimento che ha colpito anche l’alchimia, meccanica centrale nell’economia di gioco, con l’introduzione di un nuovo sistema basato sui livelli degli oggetti di creazione. Tuttavia, se l’esplorazione è diventata molto più appagante, la stessa cosa non si può dire per le quest, soprattutto le secondarie, che sono abbastanza ripetitive e monotone.

Per quanto riguarda i combattimenti invece, è rimasto tutto sostanzialmente invariato. Ci troveremo ad affrontare i classici combattimenti a turni, con membri del party più forti, ad esempio, negli attacchi corpo a corpo e altri nella magia. La crescita del personaggio, come di consuetudine, farà apprendere nuova abilità attive e passive.

Artisticamente lo stile è accattivante, come da tradizione della serie, e la colonna sonora è promossa a pieni voti, con la possibilità di utilizzare anche tracce provenienti da Atelier Sophie.

VOTO: 8,5

In definitiva, Atelier Firis: The Alchemist And The Mysterious Journey DX è un ottimo titolo che riesce a perfezionare la struttura ludica della serie, portandola ad essere allo stesso tempo più snella e quindi più appagante, rendendo il titolo in questione consigliato anche ad un neofita, nonostante, di fatto, si tratti del secondo capitolo di quella che è una trilogia.

Pro

  • Meccaniche di gioco snellite e perfezionate
  • Comparto audio, grazie alle due colonne sonore presenti insieme

Contro

  • Quest abbastanza ripetitive