Assassin’s Creed Origins avrà un sistema di loot boxes

A cura di Stefania Tahva Sperandio - 7 Ottobre 2017 - 0:00

Ormai, le loot boxes sono un sistema divenuto molto noto all’interno del mondo dei videogiochi: queste casse contengono infatti di ottenere contenuti a sorpresa—che spesso si limitano a cambiamenti cosmetici per il proprio personaggio—e in molti casi possono essere sbloccate sia con la valuta in-game, sia con denaro reale mediante le microtransazioni.Anche Assassin’s Creed Origins, come svelato da un recente video gameplay, offrirà spazio a questi box, anche se al momento non ci è dato in alcun modo sapere se saranno ottenibili mediante microtransazioni. Al momento, ciò che è certo è che sarà possibile riscattarle mediante le monete che Bayek otterrà all’interno del gioco, come mostra l’immagine qui sotto (click per zoom). Come notate dalla didascalia, inoltre, viene indicato che il box non contiene oggetti cosmetici, ma “un’arma o uno scudo casuali”. Ciascun “Heka Chest”, il cui nome in egiziano, a quanto pare, si tradurrebbe in scrigno “magico”, dovrebbe avere un prezzo di 3.000 monete, mentre non ci sono accenni ad una eventuale virtual currency ottenibile con denaro reale.Attendiamo comunque che sia Ubisoft ad esprimersi sulla questione e, eventualmente, a diffondere ulteriori dettagli.Assassin’s Creed Origins è atteso su PC, Xbox One e PS4 per il prossimo 27 ottobre. Potete leggere a questo link la nostra più recente anteprima. Per tutti i video, le immagini e gli approfondimenti, tenete come punto di riferimento la nostra scheda dedicata.Fonte: NeoGAF




TAG: assassins creed origins