Arise: A Simple Story

Il cerchio della vita

A cura di GamesForum - 6 Giugno 2020 - 19:36

Autore della recensione: Alucard

Arise: A Simple Story non è un titolo facile da recensire, questo perché quella raccontata in questa perla di rara bellezza è la storia di tutti noi: la storia della vita.

L’opera di debutto di Piccolo Studio è un inno alla vita e a tutte le emozioni che ci travolgono dalla nascita fino alla morte, ed è proprio con il funerale dell’anziano protagonista che si apre l’avventura dopo che questo si risveglia in un limbo intento a ripercorrere le fasi più salienti della sua esistenza per, infine, ricongiungersi con la sua amata che prima di lui aveva affrontato l’”ultimo viaggio”.

Sebbene quello proposto da Arise: A Simple Story sia un gameplay di ottima fattura non è li che è da ritrovarsi il cuore della produzione, ma bensì in tutto quello che ad esso funge da contorno. Pur non essendoci una componente narrativa preponderante, che si manifesta solo attraverso bellissimi disegni realizzati a mano e proposti sotto-forma di collezionabili, la colonna sonora e la direzione artistica riescono a creare un’atmosfera a tratti commovente e a tratti angosciante rispecchiando pienamente lo stato d’animo che tali avvenimenti (che danno il nome ai dieci livelli che compongono il titolo) manifestano dentro ognuno di noi quando finiscono per travolgerci, buttandoci giù per poi infine farci rialzare più forti di prima pronti ad affrontare le avversità e le gioie che ci aspettano in futuro.

Arise: A Simple Story

È bene sottolineare che i meriti di Arise non si fermano alla sola componente emotiva, ma si estendono anche alle meccaniche di gameplay basate sulla manipolazione temporale. Al giocatore è infatti consentito riavvolgere il tempo per far sì che gli scenari (ognuno dei quali caratterizzati da nuove trovate in termini di level design) si adattino alle sue esigenze, consentendogli così di superare svariati ostacoli o di posizionare correttamente le piattaforme necessarie alla progressione nei dieci livelli che compongono l’avventura. Sebbene i salti e le meccaniche da platform potrebbero risultare talvolta imprecise, è innegabile che la formula funzioni alla grande senza mai risultare frustrante grazie all’assenza di schermate di game-over che garantiscono quindi la possibilità di poter riprovare più e più volte le sezioni nelle quali si incontrano le maggiori difficoltà, legate soprattutto alla raccolta dei ricordi perduti.

Ci vediamo dall’altra parte

Il messaggio che Arise trasmette è di quelli potenti, in grado di far comprendere quanto la vita vada vissuta al massimo delle proprie capacità facendo tesoro dei successi e dei fallimenti senza mai perdere fiducia in quelli che siamo e nelle persone che amiamo, in modo da riuscire a cogliere tutte le sfumature che essa è in grado di regalarci nonostante gli ostacoli che si potrebbero trovare sul nostro percorso.

+ Commovente, poetico e coinvolgente
+ Colonna sonora straordinaria
+ Artisticamente splendido
- Le meccaniche di platforming a volte risultano imprecise

10

Piccolo Studio non poteva esordire in modo migliore: il messaggio è stato pienamente colto e si spera che con questa recensione riesca anche a essere tramandato.




TAG: arise a simple story, Piccolo Studio S.L., techland