Amazon tenta la gamification: il lavoro diventa videogioco

Amazon sta sperimentando delle tecniche di gamification per i suoi dipendenti che lavorano nei magazzini

NEWS
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 22 Maggio 2019 - 15:10

Abbiamo spesso sentito parlare delle condizioni di lavoro dei dipendenti di Amazon che sono impegnati nei magazzini della compagnia, dai quali partono le merci che vengono acquistate in tutto il mondo. Anche il gruppo di Jeff Bezos è consapevole di dover fare qualcosa per migliorare le condizioni di questi dipendenti e, secondo quanto riferito da Washington Post, ha deciso di seguire la via della gamification.

Quest’ultima, come spiegano i game designer, consente di adottare strategie ludiche anche in contesti che ludici non sono: rendere più simile a un gioco un’attività lavorativa, ad esempio, può far cambiare l’atteggiamento dell’individuo nei suoi confronti, facendola così risultare meno frustrante e anzi stimolante.

sconti su amazon italia

In questo senso, Amazon ha dato vita a dei veri e propri giochi, tre per la precisione (PicksInSpaceMission RacerCastleCrafter), che vengono giocati dai dipendenti con i loro movimenti nel mondo reale. Mettere insieme un ordine, spostare degli oggetti: tutte le azioni di lavoro hanno un corrispondente all’interno del gioco – e, per esempio, spostare rapidamente un prodotto da qua a là fa spostare più velocemente anche la propria auto in-game.

Al momento solo dipendenti volontari stanno provando a lavorare in un ambiente sottoposto a gamification, in cinque diversi magazzini di Amazon sparsi per gli Stati Uniti e il Regno Unito. I risultati ottenuti all’interno dei giochi, inoltre, vengono ricompensati nella vita reale con dei crediti virtuali che si possono spendere per comprare merchandise a tema Amazon.

Ci sono vantaggi e rischi, nell’uso costante della gamification negli ambienti di lavoro. Secondo Jane McGonigal, che da anni studia questo tipo di tecniche per il miglioramento della vita quotidiana degli individui, è importante che la competizione tra i dipendenti sia limitata a intervalli di tempo, perché averla come costante, all’interno di una ludicizzazione del lavoro, potrebbe finire con il rappresentare un motivo di stress per il dipendente più competitivo – che potrebbe anche scoraggiarsi se non riuscisse a ottenere i risultati degli altri colleghi.

Sarà interessante scoprire quali saranno le risposte dei dipendenti di Amazon che hanno deciso di prendere parte all’iniziativa: siamo davanti a un nuovo grande passo in avanti per la gamification degli ambienti di lavoro? Attendiamo di scoprirlo.

Fonte: The Verge




TAG: amazon