Why (not) Famous – Sunset Overdrive

Video Rubrica
A cura di Parzival - 24 Ottobre 2017 - 0:00

Sunset Overdrive è forse una delle esclusive più sottovalutate del parco titoli di Xbox One, perché nonostante i numeri, anche l’ultima console di Microsoft ha avuto le sue sfiziose esclusive, nonostante spesso si dica il contrario. In questo episodio della nostra rubrica Why (not) Famous cercheremo di capire cosa andò storto quando il titolo vide la luce, il 28 ottobre 2014.

La parentesi verde di Insomniac Games

Sicuramente il nome Insomniac Games non vi risulterà nuovo, dal momento che si tratta della software house che ha sviluppato i vari capitoli di Spyro e della serie Ratchet & Clank, oltre ai tre capitoli dello shooter Resistance nella scorsa generazioni. Storicamente legata al marchio PlayStation, in molti forse attendono il loro gioco di Spider-Man previsto per il prossimo anno su PlayStation 4, ma all’inizio dell’attuale generazione c’è stata una parentesi che ha visto nascere una produzione esclusiva per la diretta concorrenza, e si tratta del coloratissimo Sunset Overdrive. Presentato per la prima volta all’E3 del 2013 e rilasciato per Xbox One nell’ottobre dell’anno successivo, il titolo si presenta come un action-shooter in terza persona in un mondo free roaming futuristico e pieno di carattere. 
Nei panni di un protagonista chiamato Il Giocatore siamo catapultati in un’assurda situazione in cui la multinazionale Fizzco crea e distribuisce sul mercato una bibita in grado di trasformare in mutanti tutti gli abitanti di Sunset City. Gli unici sopravvissuti, tra cui noi, saranno quelli che per puro caso non hanno bevuto la bibita il giorno del lancio e a cui ora tocca l’ingrato compito di affrontare questa situazione. Il gioco si concentra su un sistema di combattimento agile e veloce, che include la possibilità di correre sui muri e l’utilizzo di teleferiche e spettacolari mosse acrobatiche. Propone dunque un gameplay action estremamente frenetico, tante armi e un complesso sistema di potenziamenti oltre a una mappa enorme popolata da nemici ben animati.

Carattere e stile con tanto di omaggi al passato

Non solo è estremamente divertente e giocoso, ma citazionistico per molti aspetti ad altri colossi del passato come Jet Set Radio Future anche per il particolare e coloratissimo comparto artistico. Sunset Overdrive è una carnevalesca celebrazione del lato più giocoso del medium, della pop culture e del filone cyberpunk. Ha stile da vendere e tecnicamente rimane uno dei titoli migliori per la console del colosso di Redmond, tutt’altro che un fallimento dei ragazzi di Insomniac e che può vantare un punteggio Metacritic di 81/100. 






L’unico difetto di Sunset Overdrive è stato quello di arrivare in esclusiva Xbox One proprio in quel tremendo primo anno di lancio in cui la console di casa Microsoft ha scontato tutti gli errori della gestione di Don Mattrick, arrivando sul mercato dopo l’E3 peggiore che la società ricordi con un prezzo di 100$/€ superiore alla concorrenza in virtù di un Kinect morto sul nascere. Quel primo anno dell’attuale generazione che ha regalato a PlayStation 4 un vantaggio in termini di unità vendute che perdura ancora oggi, e che tra i dimenticabili Ryse: Son of Rome e Dead Rising 3 ha visto fallire in termini di vendite anche un’esclusiva di tutto rispetto come Sunset Overdrive.




TAG: sunset overdrive