Un po’ annunci, un po’ polemiche nel What’s Up 18-24 febbraio

By |febbraio 24th, 2018|Categories: RUBRICHE|Tags: |
Anche questo weekend, non può mancare What’s Up On SpazioGames, la nostra video rubrica che fa il punto sulle novità più chiacchierate e più calde dei giorni scorsi.

Notizie della settimana

Apriamo con Crash Bandicoot N. Sane Trilogy, che sembra sempre più proiettato verso un’uscita anche su Nintendo Switch. Dopo i rumor delle scorse settimane, infatti, un rivenditore ha deciso di tagliare la testa al toro, inserendo direttamente il gioco in catalogo. Rimane da vedere se si sia trattato di un errore o, più semplicemente, della pubblicazione della pagina dedicata al titolo su Switch prima del tempo prefissato. Rimanete sulle nostre pagine per scoprirlo.

È invece ufficiale, dopo i rumor, il ritorno di Burnout Paradise, che si rispolvera con un’edizione Remastered in uscita il prossimo 16 marzo. Il gioco manterrà la colonna sonora originale e non proporrà microtransazioni, offrendo anche tutti i DLC dell’edizione originale. L’uscita è fissata su PC, PS4 e Xbox One. I rumor avevano parlato anche di un possibile approdo su Nintendo Switch, ma al momento EA ha comunicato di non avere nessun annuncio da fare in merito.
È ufficiale anche l’annuncio di Assetto Corsa Competizione, che farà sicuramente felici gli amanti delle simulazioni automobilistiche: il gioco godrà della licenza ufficiale Blancapin GT Series ed è atteso già per quest’estate in Accesso Anticipato su Steam. Al suo interno, troveremo la serie GT3 con tutti i suoi piloti, i team, le auto e i circuiti ufficiali, che— promettono gli sviluppatori—saranno tutti fedelmente riprodotti.
Parliamo anche di argomenti abbastanza spinosi: apriamo con il lato positivo di CD Projekt RED, che ha fatto sapere che nel suo Cyberpunk 2077 non ci saranno microtransazioni né loot-box. Trattandosi di un gioco venduto a prezzo pieno, l’obiettivo del team polacco è quello di offrire tanti contenuti all’utente per il suo esborso, come accaduto in The Witcher 3. Il modello preso come riferimento, aggiunge il team, è proprio quello di Wild Hunt, che propose come acquisti aggiuntivi solo quelli delle enormi espansioni Hearts of Stone e Blood and Wine.
Stanno invece facendo discutere le microtransazioni dell’appena uscito Metal Gear Survive, ora che alcuni colleghi hanno svelato che il gioco richiede di pagare 9,99€ anche per avere lo slot necessario a creare un secondo personaggio. In caso siate intenzionati ad avere due avatar, insomma, sarà necessario acquistare i crediti in-game necessari con moneta reale, oppure cancellare il primo personaggio sovrascrivendolo. Intanto, in settimana Konami ha lasciato tutti un po’ sorpresi con una notizia curiosa, quando ha voluto precisare che Metal Gear Survive non è una piattaforma per appuntamenti. Nel contratto che accettate al lancio del gioco, infatti, è presente anche la condizione che vi chiede di sottoscrivere il fatto che non utilizzerete il titolo per andare in cerca di un partner. Insomma, siete avvertiti: l’amore non può sbocciare sul campo di battaglia, con buona pace dello storico dialogo tra Otacon e Solid Snake davanti all’ascensore della Torre B di Metal Gear Solid.
Ha fatto molto discutere, in settimana, anche una particolarità di “Discovery Tour”, ossia la modalità di Assassin’s Creed Origins che vi consente di esplorare l’Antico Egitto in vere e proprie visite turistiche guidate. All’interno di questa modalità, infatti, le nudità delle sculture sono state celate, a quanto pare per non offendere il pubblico più giovane e più sensibile. A ciò, si affianca il fatto che Ubisoft abbia spiegato di aver cambiato alcune verità storiche, come ad esempio il fatto che vi imbatterete in classi di studenti composte da ragazzi e ragazze, mentre in realtà all’epoca erano riservate ai maschietti. La casa francese ha fatto sapere di aver compiuto questa scelta per rendere il gioco più inclusivo, prendendosi così una sorta di licenza poetica. Intanto, le polemiche impazzano, perché altri media come film e romanzi che hanno l’ambizione di trascinare in un contesto storico non sentono la necessità, in genere, di modificare quella stessa realtà storica per renderla più accettabile allo sguardo dell’oggi.
Parliamo anche di una curiosità, dal momento che un giocatore di Kingdom Hearts, conosciuto come AroneusGaming, ha stabilito un nuovo record davvero singolare: l’utente in questione ha infatti deciso di passare ben 210 ore di gioco sull’Isola del Destino, raggiungendo così il livello 100 con Sora nel solo scenario che era, di fatto, il tutorial del gioco. Se avete abbastanza pazienza (o abbastanza tempo), potete provare a replicare la sua impresa, magari impiegandoci anche meno ore!
Chiudiamo, infine, riferendovi che in settimana sono stati annunciati i candidati per le categorie della prima edizione degli Italian Video Game Awards. Il premio, erede del precedente Drago d’Oro, ha candidato come possibili giochi dell’anno Assassin’s Creed Origins, Horizon: Zero Dawn, Mario + Rabbids, Nier Automata, Persona 5, Resident Evil 7, Super Mario Odyssey, The Legend of Zelda: Breath of the Wild, What Remains of Edith Finch e Wolfenstein II. Le premiazioni si terranno il 14 marzo presso il Teatro Vetra di Milano. Intanto, sul nostro sito trovate i dettagli per tutti i candidati in tutte le categorie.

Recensioni della settimana

Non sono sicuramente mancate neanche le recensioni, come ad esempio quella del remake di Secret of Mana. Il ritorno del gioco è riuscito nel suo rifacimento grafico e soprattutto per il fatto che la co-op sappia ancora risultare divertente. Tuttavia, è anche vero che il combat system non è invecchiato altrettanto bene, che le aggiunte rispetto all’originale sono pochissime e che l’intelligenza artificiale proprio non brilla (Voto 6,5).

Voto estremamente positivo, invece, per Night in the Woods in formato Nintendo Switch, capace di offrire un’esperienza unica e forte di un comparto narrativo memorabile. Certo, ludicamente non è sempre riuscitissimo e dovete masticare l’inglese, ma nel complesso quanto offerto è davvero di altissima qualità e merita tutte le vostre attenzioni (Voto 9,0).
Abbiamo parlato anche di un altro importante ritorno nella recensione di Age of Empires: Definitive Edition, che ci ha convinto ma non totalmente: il lavoro storico è ottimo, i rinnovamenti grafici sono interessanti e rimane sempre un Age of Empires, anche nella sua enorme mole di contenuti. All’altro lato della medaglia, però, alcuni aspetti risultano un po’ superati, il Microsoft Store non aiuta a semplificare le cose e l’IA soffre di qualche peccato (Voto 7,0).
Ricordiamo che potete consultare l’elenco completo delle numerose recensioni settimanali accedendo alla nostra sezione dedicata.

Rubriche, anteprime e speciali

Segnaliamo prima di tutto la nostra prima prova con le ore iniziali di Metal Gear Survive, in attesa della recensione completa. Tra le anteprime, non potete perdere quella di Hokuto Ga Gotoku, che abbiamo avuto modo di testare con una demo, oltre a quella di Master of Anima. Trovate l’elenco completo delle anteprime nella sezione a tema.

Tra i nostri speciali, spazio alla modalità Discovery Tour di Assassin’s Creed Origins, oltre che ai nostri consigli per chi vuole tuffarsi ad attingere a piene mani dal mondo dei videgiochi indie.






Mentre sono concrete le nomination per i primi Italian Video Game Awards, la settimana è stata quella delle chiacchiere relative a Metal Gear Survive e alle sue dinamiche, oltre che quella in cui il ritorno di Burnout Paradise è diventato finalmente ufficiale.
Come sempre, rimanete sulle nostre pagine per tutte le notizie che arriveranno anche nei prossimi giorni.
Buon weekend dalla redazione di SpazioGames!