Speciale Giochi sotto l’albero – Console Portatili

Speciale
A cura di Fatum92 - 21 Dicembre 2011 - 0:00

Anche quest’anno il Natale si avvicina. Tra luci, addobbi e decorazioni, in questa atmosfera di festa non possono mancare, per i più o meno appassionati, i videogiochi. Per ogni giocatore, infatti, il periodo natalizio risulta perfetto per recuperare qualche vecchia gloria o gli ultimi successi della stagione.
In ambito portatile, tra Nintendo DS, il nuovo Nintendo 3DS e PlayStation Portable, abbiamo una ricca scelta di titoli ideali da impacchettare e posizionare sotto l’albero. Vediamone alcuni.

Nintendo DS
Nonostante l’arrivo di Nintendo 3DS, la precedente console portatile dal doppio schermo possiede ancora qualche freccia da scoccare: titoli decisamente validi con cui passare le feste di Natale.

Kirby: Mass Attack

Mass Attack, ben lungi dall’essere perfetto, soprattutto a causa delle piccole falle di un sistema di controllo, che o si ama o si odia, si propone comunque come una delle uscite di maggior spessore degli ultimi mesi sulla piccola console a due schermi, regalando diverse ore di divertimento a patto di non aspettarsi precisione assoluta nella risposta ai comandi o una trama che almeno provi a non essere infantile.
I fan della pallina rosa non dovrebbero lasciarsi scappare questo titolo, ma il consiglio vivissimo, se tenete all’incolumità del vostro DS o, ancor di più, del 3DS nuovo di pacca, è di procurarvi una di quelle pellicole in commercio che prevengono i graffi e i segni sullo schermo tattile, perché ne avrete bisogno.

Il Professor Layton e il Richiamo dello Spettro

Il Professor Layton e il Richiamo dello Spettro è un’altra grande avventura: la buona varietà degli enigmi, la trama coinvolgente e qualche piccolissima novità garantiscono anche quest’anno un’esperienza di alto livello. Nonostante l’assenza di reali innovazioni e una sensazione di dejà-vu piuttosto marcata, a causa di alcune idee riproposte troppe volte o chiaramente ripescate dal passato, questo ennesimo capitolo risulta assolutamente imperdibile per ogni fan del Professore.
Considerando le premesse della storia, che fanno da prequel alla precedente trilogia, Il Professor Layton e il Richiamo dello Spettro è un episodio particolarmente indicato a tutti coloro che vogliano immergersi per la prima volta nella atmosfera della saga e conoscerne i protagonisti.
Aspettando le sostanziali novità che il capitolo per Nintendo 3DS dovrebbe portare con sé, non vi è modo migliore di ammazzare il tempo se non quello di buttarsi a capofitto in questa nuova entusiasmante indagine.

Aliens Infestation
Aliens Infestation è passione trasferita su schermo, è amore incondizionato verso un’opera d’arte che ha portato a sviluppare un titolo breve, non perfetto né irrinunciabile, ma assolutamente consigliato a quanti hanno adorato anche uno solo dei primi tre film dedicati agli Xenomorfi.
Sarà per la penuria di titoli di questa prima parte di autunno, sarà perché (ma questo lo avevate capito, no?) siamo dei fan del film a cui i ragazzi di Wayforward si sono ispirati, sarà perché di titoli che ci hanno fatto correre un brivido lungo la schiena su Nintendo DS ne abbiamo visti pochi, ma non possiamo esimerci dall’incoraggiare l’acquisto (o quantomeno la prova, o il noleggio) di una piccola perla dedicata a quanti amano le due dimensioni e da un gioco cercano prima di tutto emozioni, anche a costo di qualche piccola falla di programmazione.

Nintendo 3DS

Dopo un inizio difficoltoso, la piattaforma 3D di Nintendo comincia a mostrare le sue potenzialità con prodotti di sicuro valore. Oltre ai soliti noti, troviamo anche i nuovissimi Super Mario 3D Land e Mario Kart 7.

The Legend of Zelda: Ocarina of Time 3D
Inserendo The Legend of Zelda Ocarina of Time 3D nel vostro fidato Nintendo 3DS avrete l’opportunità di rivivere una delle più grandi storie mai raccontate e realizzate in ambito videoludico. Per i giocatori di una certa età è un po’ come riaprire un vecchio libro e rileggerlo a distanza di anni, magari cogliendo significati che all’epoca, a causa della giovane età, erano sfuggiti. Anche questo gioco, fonte d’ispirazione per molti altri titoli che uscirono in seguito attingendo alla massa di idee in esso contenute, adesso mostra nuovi significati e particolari che tredici anni fa passavano inosservati. La giocabilità è rimasta pressoché inalterata, impiegando anche un ottimo utilizzo del touch screen, così come la struttura di base del gioco, che risulta sempre accessibile anche ai neofiti con un grado di difficoltà comunque crescente. Avrete tra le mani un prodotto di indubbio valore, riconfezionato ad hoc per la console tridimensionale di Nintendo, con una grafica più attuale e uno sfruttamento studiato del 3D. Non avere The Legend of Zelda Ocarina of Time 3D, si rivelerebbe un delitto senza attenuanti, mentre il giocarlo potrebbe far rivivere un sogno alle vecchie generazioni video ludiche ed attirare quelle nuove.
Perché Link è come un vecchio amico, che è cresciuto con noi e che continuerà a farlo con questa leggenda, che sa alternare momenti epici e commoventi.

Super Mario 3D Land
Super Mario 3D Land è una buona prova d’autore da parte di Nintendo EAD che, per il debutto sulla nuova console, prova ad ibridare la linearità e brevità dei livelli, elementi fondamentali per un’esperienza portatile, con la profondità di campo tipica degli episodi da salotto. Ne risulta un episodio sicuramente godibile, ma senza quello spunto creativo al quale gli sviluppatori giapponesi ci hanno abituati.
Rimane comunque un lavoro di assoluto livello e un acquisto imprescindibile per gli amanti di Mario e dei platform in generale.

StarFox 64 3D
Proprio come Ocarina of Time, Star Fox 64 3D si ripropone a distanza di anni dalla sua apparizione su Nintendo 64 e si mostra come uno dei titoli che dovrebbero per lo meno essere provati dai possessori di Nintendo 3DS. La giocabilità, con la modalità di comandi assistiti per la portatile Nintendo, diventa molto accessibile, anche se la vera sfida, per i giocatori più esperti, si pone con la modalità originale. La curva di apprendimento del gioco è comunque ben calibrata e consente una veloce introduzione sul campo di battaglia, con il nuovo utente che si avvicina per la prima volta alla saga di Star Fox addestrato alla perfezione dal tutorial iniziale. Il multiplayer, seppur godibile e sicuramente incentivante per la longevità del gioco, pecca della mancanza di un comparto online, mentre la storia è soggettivamente breve, anche se avrete sempre l’opportunità di rigiocare i livelli già completati. Insomma, questo tuffo nel passato è sicuramente salutare e farà capire a molti come ci si divertiva con un Nintendo 64.

Mario Kart 7
Mario Kart 7 è un titolo che sfrutta un gameplay ormai collaudatissimo per fare breccia nel cuore dei fan dell’idraulico e dei racing game arcade. Qualche interessante novità, pur senza portare vere e proprie rivoluzioni, regala quella dose di unicità al titolo sufficiente a renderlo uno dei migliori della serie.
Acquisto obbligato per qualsiasi possessore di Nintendo 3DS.

PlayStation Portable

Nonostante un periodo poco entusiasmante in termini di uscite, tutti gli amanti dei GDR che non abbiano ancora recuperato questi due grandi titoli avranno di che divertirsi durante le feste di Natale.

Final Fantasy VI
Final Fantasy VI rimane, senza’ombra di dubbio, uno dei migliori J-RPG mai creati. La forza portante che ruota attorno alla caratterizzazione di tutto il cast è di primo livello, nettamente superiore a tante produzioni odierne. Inoltre la possibilità di scaricare il gioco sulla propria PSP lo mette in diretta competizione con i tanti giochi di ruolo orientali disponibili per la portatile Sony, riuscendo anche in quel caso a ritagliarsi un posto di tutto rispetto all’interno della libreria giochi. Di contro abbiamo un comparto tecnico superato che potrebbe scoraggiare qualche giovane giocatore ancora inesperto o magari più attento ad una cura grafica particolare. Nonostante gli anni passati e i tanti porting non possiamo fare a meno di consigliare ancora una volta, a tutti gli amanti del bel videogioco, di provare e godere dell’immortale titolo SquareSoft.

The Legend of Heroes Trails in the Sky
Con The Legend of Heroes Trails in the Sky, Falcom ribadisce il suo ruolo di eccellente produttore di giochi di ruolo vecchio stampo, di quelli che sanno mettere da parte lustrini e paillettes per concentrarsi su un sistema di combattimento solido, una trama in crescendo e un numero spropositato di personaggi secondari ottimamente caratterizzati.
Il voto finale premia proprio questa tendenza, che, secondo noi, è encomiabile sia in ambito ruolistico che in quello portatile. Titoli dove la spettacolarità tecnica risulta decisamente meno importante della giocabilità, della possibilità di salvare in ogni istante, e, soprattutto, della capacità di emozionare, cosa che in più punti The Legend of Heroes riesce a fare con maestria.
Se siete alla ricerca del migliore nel suo genere passate oltre, perché i difetti non mancano, altrimenti non perdetevi un viaggio lungo ed entusiasmante.

Si ringraziano per la collaborazione: Gianluca “Dottorkillex” Arena, Carlo “Darkzibo” Ziboni, Luca “Dr Leto” Forte, Marco “Dr. Frank N Furter” Pellini, Roberto “Slice” Crespi.






Tra doni, panettoni, pandori e cene in famiglia non c’è niente di meglio che festeggiare il Natale in compagnia delle nostre console portatili. Nintendo la fa da padrona, proponendo un buon numero di “regali natalizi”: da Il Professor Layton e il Richiamo dello Spettro a The Legend of Zelda: Ocarina of Time 3D, la qualità è sempre presente. L’immortale avventura di Link è inoltre acquistabile in uno speciale bundle di Nintendo 3DS dedicato ai venticinque anni della saga di The Legend of Zelda. Un’occasione imperdibile per recuperare la console.
Malgrado le poche uscite interessanti, anche su PSP il divertimento non manca, in particolare per i fan dei GDR, i quali potranno immergersi nei mondi di Final Fantasy VI e The Legendo fo Heroes.
Buon Natale!




TAG: speciale giochi sotto lalbero