La primavera Arcade di Ubisoft

Provato
A cura di andymonza - 21 Dicembre 2011 - 0:00

Ubisoft punta sempre più al mercato arcade: il variegato portafogli di giochi scaricabili pubblicati dalla casa francese si arricchirà questa primavera di ben cinque titoli di spessore, tutti proposti nel range di prezzo tra i 1200 e gli 800 Microsoft Points (15 e 10 euro su Playstation Network). La parte del frontman spetta naturalmente a I Am Alive, cui dedichiamo una trattazione a parte, ma anche i restanti titoli meritano attenzione. Eccoli raccolti per voi in seguito ad una prova diretta negli uffici di Ubisoft.

Rayman 3 HD: Hoodlum Havoc
Torna rimasterizzato in HD un importante tassello della saga dell’uomo melanzana: Xbox Live Arcade e Playstation Network ospiteranno questa primavera Rayman 3, già visto sulle principali piattaforme nel 2004. Pur con un feedback tiepido da parte di una fetta della critica internazionale, il titolo viene ricordato per il suo gameplay come sempre leggero e divertente, ma soprattutto per l’irresistibile umorismo dei comprimari.
Il nostro breve hands on della versione HD su Xbox 360, limitato al primo livello tutorial, ci ha permesso di constatare il buon lavoro svolto dal punto di vista della pura rimasterizzazione, che su una base poligonale non più al passo coi tempi è comunque riuscita a dare nuovo lustro alle texture ed alla buona effettistica.
L’offerta ludica non vedrà particolari variazioni, con le circa 15 ore di gioco riproposte senza sorprese.
Nel complesso un buon pacchetto per tutti i nostalgici fan di Rayman e soci in vena di revival, oppure per coloro che al tempo se lo fossero perso.

Haste
Coloro che conoscono Nail’d, risposta arcade firmata Techland alla serie MX va ATV, si troverà perfettamente a proprio agio con questa interessante arcade. Senza rinunciare ad una grafica di tutto rispetto, i ragazzi polacchi tornano a proporre un titolo che mette da parte la simulazione e si fa beffe delle leggi di Newton, offrendo vertiginosi salti e discese a tutta velocità.
L’enfasi è tutta sul turbo, diviso in due riserve separate, ricaricabili eseguendo correttamente i trick mentre si è in aria oppure passando attraverso appositi cerchi e barriere posti sia sul tracciato, sia a mezz’aria.
Come da tradizione per titoli di questo genere, l’offerta ludica è naturalmente costituita da diverse tipologie di gara, dalla semplice corsa alla competizione basata sull’esecuzione di trick.
Il tutto molto veloce, fluido e soprattutto immediato, pochi minuti dopo aver afferrato il pad vi troverete perfettamente a vostro agio con la buona giocabilità.

Babel Rising
Il titolo Mando Productions è già ben noto a tutti i fan dei Device Apple, disponibile infatti su App Store dall’estate dello scorso anno. Nei panni nientemeno che del Padreterno, vi troverete a tentare disperatamente di fermare la costruzione della Torre di Babele. Come? Facendo piovere fuoco, rocce e altre amenità sulle teste dei malcapitati, tanto per fargli capire chi comanda.
Un intelligente tower defence “al contrario”, che, provato in versione Playstation 3 e con pieno supporto al Move, ci ha permesso in pochi istanti di apprezzare l’immediatezza del gameplay. Abbracciando la filosofia tipica del “carta-sasso-forbice”, il titolo metterà il giocatore in difficoltà facendo entrare in scena dei costruttori resistenti a certi elementi, costringendolo dunque a reagire in fretta alle varie situazioni.
Nonostante una parte d’apprendimento forse eccessivamente prolungata, il titolo saprà senza dubbio offrire agli appassionati del genere defence una curiosa variante.

Shoot many robots
Già il laconico titolo poteva suggerirlo, e i primi minuti di gioco l’hanno confermato. Prendendo ispirazione dal super classico Metal Slug, il divertente arcade dei ragazzi di Demiurge vi calerà in un’atmosfera da America degli Stati del Sud, tutta praterie, banjo e bourbon d’annata. Senza dimenticare, naturalmente, le tonnellate di cattivissimi robot intenzionati a farvi la pelle.
Rispondere con altrettanto piombo sarà facile e alla portata di tutti, grazie ai controlli molto intuitivi (si tratta semplicemente di muoversi, saltare e sparare a 360 gradi grazie all’analogico destro) e allo scorrimento in due dimensioni, ben sfruttato dal punto di vista del game design.
Tra molti deja vu e qualche trovata più originale (ad esempio i livelli survival, dove dovrete resistere per un certo lasso di tempo all’interno di un’area molto piccola invasa di robot), il titolo si fa giocare e conquista con il suo humour e il suo look leggero e scanzonato a base di cel shading.






Alcuni prezzi sono già stati confermati, altri saranno annunciati a breve, ma nessuno dovrebbe superare i 15 euro: sempre più attenta al mercato Arcade, Ubisoft propone una ricchissima line-up primaverile, unendo titoli scanzonati e divertenti ad una produzione ben più ambiziosa (quell’I Am Alive di cui vi consigliamo di non perdervi l’anteprima dedicata). Nel complesso, un’offerta per tutti i palati e soprattutto per tutte le tasche, per un settore che sta acquistando sempre più importanza nel nostro mercato.
A presto per le rispettive recensioni, come sempre su queste pagine.




TAG: ubisoft