Iron Man

By |11 anni fa|Categories: RECENSIONE|Tags: |

Per comprendere a pieno l’evoluzione di questa recensione, è necessario partire da alcuni presupposti che ci mettano nella posizione di capire perché i tie-in non riescono mai a sfondare. La superficiale motivazione che viene solitamente avanzata in occasioni di questo tipo, è quella che in primis punta il dito contro i gameplayer, accusati di non essere in grado di apprezzare le trasposizioni videoludiche delle grandi pellicole cinematografiche. E’ incredibile quanto venga riproposta incessantemente per ogni evenienza questa tipologia di argomentazione ed è quindi anche in un’ottica di tutela dei nostri lettori che decidiamo di capovolgere questa teoria bizzarra.
Siamo fermamente convinti del fatto che l’universo videoludico sia avverso nei confronti dei tie-in perchè questi ultimi si rivelano, la maggior parte delle volte, delle vere e proprie delusioni. Riteniamo quindi che la legge del tie-in sia data non dall’avversione preconcetta degli utenti ma bensì sia stata rafforzata negli anni da un susseguirsi di completi fallimenti dell’industria dell’entertainment che ha saputo colpire nel segno solamente in casi di eccezionale rarità.

Dopo questo breve sunto da paladini della giustizia (e dei videogiocatori), tuffiamoci alla scoperta dell’ultima creazione virtuale che riguarda un eroe Marvel: Iron Man. Un personaggio della mitica casa editrice americana che è sempre stato poco noto nel bel paese, ma che grazie al lancio del film e poi del videogioco spera di appassionare il pubblico italiano una volta per tutte. L’esercito di un uomo solo saprà conquistare l’affetto dei player nostrani? Scopriamolo insieme.

Uomo d’Acciaio o di Latta?
La storia vi metterà nei panni dell’inventore multimilionario Tony Stark, che grazie alla fenomenale creazione di un armatura ultra protettiva e devastante, combatterà l’organizzazione terroristica conosciuta come “Maggia”, per salvare il mondo dall’ennesima minaccia apocalittica che lo affligge. Attraverso una dozzina di missioni dovrete quindi annientare i cattivoni, ricorrendo ai famigerati poteri che si celano nella vostra corazza d’acciaio.
Prima di ogni missione avrete la possibilità di consultare un menù di preparazione con cui impostare la configurazione ottimale della vostra armatura in modo da assicurarvi di affrontare ogni nemico senza inutili indugi. E’ doveroso ammettere che se questa fase di briefing strategico, in un primo momento, può sembrare apparentemente interessante ed utile, dopo poche partite si rivela piuttosto limitata visto il basso livello dell’I.A. dei nemici (che in ben poche occasioni saranno in grado di opporsi al vostro volere).
Portando a termine le varie missioni sbloccherete le diverse corazze di Iron Man (sino a raggiungere un totale di 7 differenti armature luccicanti) e questo rimarrà l’unico aspetto basilare di cui tener conto sino al termine dell’avventura. In più, le missioni risulteranno ripetitive molto presto visto che gli obiettivi da portare a termine saranno più o meno sempre gli stessi: distruggere edifici, mezzi di terra come tank d’assalto, velivoli ecc.
L’unica sfida in cui potrete cimentarvi (che oseremmo definire addirittura amatoriale) sarà rappresentata dallo scontro con i boss ma anche in questi frangenti l’indice di gratificazione ottenibile rimane comunque davvero troppo lieve.

Corri, Vola, Colpisci
E’ proprio questo il tema di gioco che si ripete di continuo all’interno di qualsiasi scenario. Fare fuori qualche soldato con i piedi per terra, poi spiccare il volo per una scampagnata aerea che ci porti nella zona dei lanciamissili oppure un attacco diretto all’elicottero. Detto così non suonerebbe poi così male sinceramente, ma le problematiche che insorgono sono lampanti. Ad esempio, agganciare un missile supersonico, che ci punta dritto in faccia, e rilanciarlo dal luogo da dove è partito si rivela un gioco da ragazzi; scappare da una delle poche fasi di guerra in cui siamo bersaglio di più nemici è semplicistico; insomma in un unico concetto che rende perfettamente l’idea: siete un supereroe indistruttibile. Un particolare che per la prima mezz’ora di gioco può anche andare a genio ai player meno esperti, ma dopo una breve fase di apprendimento il costante pericolo da cui tenterete invano di fuggire non sarò quello rappresentato dal nemico ma bensì dalla tragica noia che avvolge ogni istante, di volo e non.

Comparto Tecnico
Anche qui le note dolenti si fanno sentire eccome! La realizzazione delle texture si dimostra spartana, inusuale ed addirittura anche la qualità dei filmati risulta latente (vi domanderete anche voi: ma Tony Stark non assomiglia mica tanto a questo qui!). Il sonoro poi a nostro parere è davvero catastrofico. Gli effetti udibili durante i momenti d’azione pura (chiamiamoli così) sono ripetitivi ed inverosimili ma le peggiori lacune si riscontrano nei doppiaggi dei protagonisti.


– Nulla da segnalare.


– Troppo Ripetitivo.
– Dialoghi Imbarazzanti.
– Trama Disastrosa.


4.2

Premettendo che l’analisi di questo titolo nelle sue incarnazioni next gen si è rivelata piuttosto deludente e che, per quanto riguarda le console portatili, i progressi riscontrati sono stati comunque piuttosto effimeri, da questa versione Ps2 ci aspetteremmo un giudizio complessivo superiore, viste le potenzialità (oramai limitate) di questa piattaforma. Invece è con immenso dispiacere che scopriamo quanto il povero Iron Man sia stato trascurato (e per certi versi maltrattato) anche in questa conversione.
Una trama stravolta senza una ben che minima motivazione logica, si rivela latente e confusionaria già dopo i primi scenari di gioco e il comparto tecnico risulta mediocre sotto tutti i punti di vista, quasi come se fosse stato realizzato con una certa fretta o distrazione.
Inoltre, un gameplay ripetitivo condito da una longevità complessiva insoddisfacente, mettono in risalto quello che è probabilmente l’unico vero, madornale difetto a cui proprio non si può sorvolare nemmeno nel caso si stia parlando di Iron Man: la totale assenza di una sfida che ci dia la possibilità di divertirci! Iron Man è un titolo che purtroppo riserverà qualche sporadico momento di gioia solamente ai fan più accaniti del franchise. L’uomo d’acciaio che desideriamo non è questo! Appuntamento al prossimo tie-in.