I migliori giochi fuori casa – Maggio 2018

By |maggio 28th, 2018|Categories: RUBRICHE|Tags: |
Se marzo ed aprile ci avevano lasciato poco in eredità, con una manciata di buoni giochi ma nessuno che si fosse rivelato davvero indimenticabile, maggio, pur nella prolungata assenza di uscite di rilievo su Playstation Vita, sul cui futuro si addensano nubi sempre più minacciose, ha invece riservato una buona gamma di titoli, con uno in particolare che ha saputo calamitare voti altissimi su tutta la stampa di settore, italiana e non.
Sotto con la lista, allora!!
Inevitabilmente, il mese di maggio sarà ricordato come quello del ritorno della famiglia di gorilla più amata e sgangherata dell’intero mondo videoludico: dopo gli ottimi risultati di critica dell’uscita su Wii U, cui, però, non fecero seguito vendite altrettanto lusinghiere a causa dell’infausto destino della console ospite, Donkey Kong Country Tropical Freeze è sbarcato anche su Switch, con un porting davvero ben fatto, che non si limita a riproporre quanto già visto ma arricchisce l’offerta sotto molteplici punti di vista.
Dalla rinnovata risoluzione alla maggior cura per il comparto audio, passando per la duplice modalità Funky, vera star dello show, il platform Retro Studios torna in forma davvero smagliante, dimostrando come i giochi di qualità migliorino nell’invecchiare, proprio come il buon vino.
All’eccellente qualità del level design e alla splendida presentazione audiovisiva, si aggiunge quindi una modalità che abbassa il livello di difficoltà in maniera consistente (impersonando il cugino Funky) ed un’altra intermedia, più morbida di quella originale ma comunque impegnativa (optando per il Funky Mode ma selezionando qualsiasi altro membro della famiglia Kong): il risultato è che nessuno più ha una scusa per non mettere le sue zampe pelose su uno dei migliori platform degli ultimi dieci anni.
No, nemmeno gli esordienti totali (per dirla alla Fantozzi).
Altro giro, altro titolo che non debutta su Switch ma ci giunge in sella al successo ottenuto altrove: Battle Chasers Nightwar è il frutto dello sforzo di Joe Madureira e del suo team, un tentativo molto ben riuscito di unire stilemi e combat system tipici dei giochi di ruolo nipponici in stile anni ’90 e la visuale, l’estetica e la narrazione che hanno invece caratterizzato gli RPG ed i fumetti occidentali.
Il connubio, all’apparenza bizzarro, funziona in realtà degnamente, e porta anche sull’ammiraglia Nintendo un gioco di ruolo solido e divertente, la cui longevità è aiutata dalla generazione casuale dei dungeon.
Chi si aspettava contenuti ulteriori rispetto a quelli visti su PC, PS4 e Xbox One lo scorso anno potrebbe rimanere deluso, ma è pur vero che la pulizia del codice è enormemente migliorata e la versione Nintendo è sicuramente la più stabile al lancio di tutte quelle fin qui pubblicate.
Se amate le illustrazioni dell’artista statunitense e i cari, vecchi JRPG, avete trovato un buon modo per spendere parte dei vostri risparmi.
Quasi a voler recuperare il tempo perduto rispetto all’inizio della corrente generazione di console, Switch continua ad essere oggetto di porting estesi, versioni definitive e/o GOTY di moltissimi titoli di successo, come il qui presente Little Nightmares Complete Edition, che porta anche sulla console ibrida della grande N il suo peculiare miscuglio di rompicapo, atmosfere inquietanti e platforming.
Oltre all’avventura principale, da più parti additata come una delle migliori produzioni indipendenti della scorsa stagione ludica, questa versione comprende anche tutti e tre i DLC rilasciati post lancio, ovvero “Le Profondità”, “Il Nascondiglio” e “La Residenza”, che chiudono il cerchio a livello narrativo e ispessiscono consistentemente l’offerta ludica, altrimenti piuttosto sottile.
Nella sua recensione, il nostro Valthiel ha sottolineato come l’art design del titolo e i numerosi sottotesti arricchiscano l’esperienza di gioco, e a noi piace ricordare anche come prodotti maturi come questo non siano esattamente all’ordine del giorno sulle console della casa di Kyoto, motivo in più per fare un pensierino a questa uscita.
Se non aveste ancora avuto modo di vivere la disturbante avventura della piccola Six su altre piattaforme, stavolta la portabilità e la presenza di tutti i contenuti rilasciati dopo la pubblicazione potrebbero farvi propendere per aprire i cordoni della borsa.
A completare l’en plein di versioni potenziate o migliorate di titoli di spessore già pubblicati altrove c’è Shin Megami Tensei Strange Journey Redux, episodio non numerato di uno dei franchise più amati di Atlus che giunge sul redivivo 3DS.
Stavolta, però, è un debutto per i videogiocatori europei, visto che l’originale non aveva mai lambito le coste dell’Atlantico da questa sponda: i più critici faranno notare che manca anche in questo caso la localizzazione nell’idioma di Dante, che sarebbe fondamentale per la comprensione della trama da parte di chi non parli inglese, ma bisogna sottolineare come le aggiunte non manchino nondimeno.
Dal doppiaggio giapponese della quasi totalità delle linee di dialogo all’aggiunta di due nuovi livelli di difficoltà, passando per un personaggio ed un enorme dungeon totalmente inediti, questa versione Redux cerca di far di tutto per indurre all’acquisto quanti si fossero persi questa tenebrosa avventura spaziale nove anni or sono:da parte nostra, pur avendo spolpato l’originale, abbiamo trovato sufficienti motivi per tornarci e spendere altre cinquanta ore nello Schwartzwelt.






Mese di cavalli di ritorno, quello che ci siamo appena lasciati alle spalle, eppure, al netto dell’effetto novità, non manca davvero nulla: passiamo dall’eccelsa qualità del level design che caratterizza Donkey Kong Country Tropical Freeze allo splendido tratto artistico portato in dote da Battle Chasers Nightwar, che, in più, riesce ad essere anche un gioco di ruolo con tutti i crismi.
Little Nighmares Complete Edition consente a tutti i possessori della console ibrida Nintendo di cimentarsi con una delle avventure più affascinanti del 2017, comprensiva, peraltro, di ognuno dei contenuti scaricabili e, per finire in bellezza, Shin Megami Tensei Strange Journey Redux, sulla falsariga del recente Radiant Historia, porta un pezzo della storia di Nintendo DS finalmente in Europa nella sua migliore versione possibile.
Se non vi basta, siete proprio ingordi!
Ci vediamo alla fine di giugno!