Dragonball Z Budokai

By |16 anni fa|Categories: RECENSIONE|Tags: |

Combattere e ridere insieme
Nel mondo di Dragonball creato da Akira Toriyama oltre agli epici combattimenti per la salvezza della terra e della vita, una grande protagonista è la comicità. La gag si susseguono per tutto il cartone e il manga (anche in questo videogioco!) e raggiungono il loro culmine, a sfondo comico – “erotico”, quando entrano in scena il genio delle tartarughe ovvero il vecchio maestro e il porcellino Olong, da noi Oscar.
Per tale motivo ritengo una scelta molto azzeccata il tipo di presentazione che Infogrames Italia ha fatto con questo gioco il 28 Novembre.
Al Ta Matete di corso Garibaldi a Milano, hanno presentato la serata i Pali e Dispari, meglio conosciuti come Nucleo e Capsula di Zelig. Ed è stato un evento molto divertente! I due comici infatti hanno parlato perfettamente del videogioco condendo il tutto con le loro battute, giustamente trattenute viste la presenza di alcuni bambini. Tutto questo è stato fatto nello spirito di Dragonball e l’esito è stato ottimo!

Il gioco
Inizio con il dirvi che questo videogioco è uno dei migliori mai realizzati da Bandai, infatti la casa giapponese non è mai brillata in quanto a sviluppo, creando sempre prodotti di nicchia, ispirati ai vari anime e manga, e di livello non alto. Questa volta però, Bandai ha fatto centro: i fan di Dragonball hanno finalmente un bel picchiaduro con i protagonisti della serie! Certamente anche in questo caso il gioco è rivolto appunto a chi ama Goku, Vegeta & company: se siete tra quei pochi a cui non piace Dragonball allora non andate nemmeno avanti a leggere, non è il videogioco che fa per voi.

Bene ora che siamo rimasti tra i fedeli delle avventure create da Akira Toriyama, posso continuare.
Dragonball Z Budokai è un picchiaduro tridimensionale basato sulle saghe dei Saiyan, di Namek e degli Androidi. Purtroppo manca quella di Majin Bu, a mio giudizio la più bella.
I personaggi selezionabili sono 23, la maggior parte di questi devono essere sbloccati ed alcuni sono segreti.
Le modalità disponibili sono 4: l’allenamento, il duello contro i vostri amici, il torneo mondiale di arti marziali “Tenkaichi Budokai” e la storia. Sono tutti realizzati assai bene e l’ultima modalità, l’avventura, sarà davvero coinvolgente, ripercorrendo fedelmente le vicende della serie televisiva, mantenendo lo stesso schema delle puntate, pur con le dovute differenze date dal videogioco.
Infine, oltre alle classiche opzioni, c’è la possibilità di modificare, migliorare le abilità dei vostri personaggi preferiti ed anche personalizzarli. Un consiglio che vi posso dare fin dall’inizio è di alzare il livello di difficoltà predefinito, altrimenti sarebbe troppo facile e veloce finirlo, non godendovi questi scontri epocali.

Immagini e suoni delle 7 sfere del Drago
Il cell shading rende assai bene la grafica cartoon: tutti i personaggi e i luoghi sono abbastanza ben realizzati.
Mentre vengono narrate le vicende, le immagini saranno sempre tridimensionali, quindi per certi versi più “realistiche” rispetto al cartone e vi sentirete davvero trasportati all’interno di esso.
Le cose meglio realizzate sono i colpi speciali, l’effetto dell’aura e le distruzioni del terreno.
Bisogna però dire che il gioco resta carente a livello di particolari.
Vi è infatti una certa superficialità nella realizzazione dei protagonisti, a livello generale, dei movimenti, scarsi e poco fluidi, e soprattutto degli sfondi, purtroppo un po’ poveri.
Malgrado questo, credo che in generale l’effetto visivo di Dragonball Z Budokai sia buono.

Dal punto di vista del sonoro abbiamo una delle componenti migliori del videogioco: le musiche, gli effetti dei colpi, le voci, tutti i suoni sono originali e ottimamente realizzati. La sensazione è grandiosa, vi sembrerà di ascoltare ed essere all’interno di una puntata della serie!
I nomi dei personaggi sono quelli giapponesi e soprattutto anche le voci! Questa cosa per alcuni potrebbe essere non un granché, ma vi assicuro che i sottotitoli in italiano sono ottimi. Per tutti gli altri, compreso il sottoscritto, questa invece è veramente una grande cosa, infatti la localizzazione in italiano del cartone animato, per certi versi, ha dato varie delusioni a fan e puristi.
Nel complesso, considerando che i giochi ispirati a manga e anime, sono veramente molto carenti sotto questi due aspetti, dobbiamo fare un plauso ai programmatori.

Giocare da Super Saiyan
Come prima doverosa informazione vi avverto: non aspettatevi di trovarvi di fronte ad un Tekken o ad un Virtua Fighter come giocabilità. Di certo, gestire i protagonisti di Dragonball Z Budokai dopo poche partite sarà subito molto immediato, ma avvertirete sempre e comunque una leggera sensazione di mancanza di libertà. Infatti i movimenti, le azioni vi sembreranno un po’ “bloccati”.
Malgrado questo, il videogioco è molto divertente e coinvolgente in tutte le sue modalità (vi ricordo ancora di cambiare il livello di difficoltà). Vi sentirete davvero di rivivere le avventure dei Saiyan!
A mio giudizio Dragonball Z Budokai vi terrà impegnati per un bel po’di giorni. In particolare la modalità a due e quella “storia” sono le più interessanti. Ci giocherete spesso anche una volta finito.


– Mai visto un Dragonball migliore di questo
– Sonoro completamente originale e realizzato molto bene
– Ottima atmosfera
– Per un picchiaduro è parecchio longevo e ci rigiocherete spesso
– Molto divertente in 2 e personalizzabile


– Se non siete fan di Dragonball, questo gioco non fa per voi
– La grafica poteva essere curata maggiormente
– Libertà di azione ridotta
– Movimenti poco fluidi


7.5

Più siete fanatici di Dragonball, più giocherete e vi divertirete con questo videogioco! Se siete appassionati di Goku e compagni vi consiglio molto caldamente tale titolo, altrimenti lasciatelo perdere. I più giovani credo che ameranno tantissimo Dragonball Z Budokai.
Penso che questo titolo sia, in assoluto, il migliore realizzato per le storie e il mondo creati da Akira Toriyama ed anche uno dei più interessanti mai tratti da un anime o un manga. Purtroppo la realizzazione non è delle migliori, comunque nel complesso è un videogioco assai più che soddisfacente.
L’unico “rammarico” è per i fan di Vegeta, come me: il gioco è totalmente incentrato su Goku – Kakarotto (nella versione italiana: Karot). Ma, nella modalità torneo e in quella a 2, potete pur sempre far riprendere molte rivincite al fiero Principe dei Saiyan! Oppure vi basta scoprire e sbloccare le avventure segrete…