15 mesi di carcere e ban per responsabile di swatting

Casey Viner è stato condannato a 15 mesi di prigione per aver assunto qualcuno per realizzare uno stupido scherzo incentrato sullo swatting

News
A cura di Paolo Sirio - 14 Settembre 2019 - 16:43

Casey Viner è stato condannato a 15 mesi di prigione per aver assunto qualcuno per realizzare uno stupido scherzo incentrato sullo swatting.

Oltre ai 15 mesi di condanna, Viner, giocatore dell’Ohio, ha ricevuto un divieto di gioco online per la durata di due anni.

La richiesta dell’accusa era in origine per due anni di carcere lisci, ma il giudice Eric Melgren ha optato per questa soluzione mista.

call of duty wwii

Il 19enne aveva causato in questo modo la morte del 28enne Andrew Finch a Wichita, Kansas, dopo aver perso una scommessa da $1.50 in una partita su Call of Duty: WWII e aver dovuto ingaggiare una persona che effettuasse la chiamata alla polizia per avviare lo scherzo.

La pratica dello swatting è diventata una vera e propria piaga per gli Stati Uniti, sebbene la sua diffusione sia calata grazie all’irrigidimento legislativo in California e New Jersey, e la trasformazione in reato federale grazie ad un provvedimento bipartisan presentato al Congresso.

Fonte




TAG: swatting