Rubrica Il Dibattito - Xbox Game Pass

A cura di (Valthiel) del
Più volte oggetto di discussione in seguito al boom dei servizi streaming dedicati al cinema, il gaming on demand (previo download) era solo una questione di tempo. Dopo PlayStation Now (di fatto una chimera per un paese retrogrado come il nostro) e EA Access, è Microsoft a lanciare un servizio destinato a crescere nel corso degli anni, che includerà molti titoli del grande catalogo Xbox. 



Al momento in fase di rollout per alcuni membri del programma Xbox Insider, l'Xbox Game Pass diventerà realtà per tutti in primavera: al costo di 9,99 euro, i giocatori avranno inizialmente accesso a un centinaio di giochi, senza limiti. In attesa di ulteriori dettagli che non tarderanno ad arrivare, compresi quelli legati alla permanenza dei prodotti all'interno del catalogo, la loro freschezza e l'efficacia dell'offerta globale, accogliamo l'iniziativa con una buona dose di entusiasmo sul fronte della diffusione del medium. Per quanto riguarda tutto il resto, sono legittimi i dubbi che stanno già emergendo tra la community.

Servizi di questo tipo, se dovessero attecchire come le controparti dedicate al cinema, indicherebbero in maniera netta quale potrebbe essere il futuro della fruizione dei videogiochi e più in generale dei classici di qualche anno fa, che si trasformerebbero in prodotti da usare e non possedere, preservare e collezionare, in linea con le esigenze di un mercato bulimico. 

Il passo è certamente di quelli importanti, a testimonianza del fatto che Microsoft sta spianando la strada alla sua nuova console. In attesa, si spera, che arrivino i primi veri sussulti da parte di nuove IP che possano colmare il vuoto da qui ai prossimi mesi.
Gli spunti per accendere il nostro dibattito ci sono e sono davvero molti, pertanto vi invitiamo ad allargare la discussione anche al di là delle domande più di rilievo che vi poniamo nel nostro commento finale.
Recensione Videogioco IL DIBATTITO - XBOX GAME PASS scritta da VALTHIEL 1) Come accoglierete l'iniziativa: vi abbonerete all'istante, preferite aspettare o siete disinteressati?
2) Il gaming on demand è davvero il futuro dei videogiochi?
3) Vi preoccupa la possibilità che spariscano per sempre le copie fisiche e che possa dunque decadere per sempre il concetto di possesso di un videogioco?
4) Vi aspettate che anche la concorrenza operi allo stesso modo, magari correggendo il tiro per PlayStation Now? E Nintendo?
5) quali sono secondo voi gli aspetti negativi e quelli positivi di questo tipo di operazione?

Fatecelo sapere nei commenti.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Commenti: 48 - Visualizza sul forum
  • Fingolfin76
    Fingolfin76
    Livello: 3
    Post: 2184
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    La verità è che come nel cinema anche nei videogiochi scarseggiano le idee...l
  • Roche
    Roche
    Livello: 3
    Post: 569
    Mi piace 1 Non mi piace -2
    Originariamente scritto da Anticogiocatore

    avere un gioco per me vuole dire "possedere un oggetto" io sono totalmente disinteressato ma rispetto chi invece la pensa diversamente... paure?per me che non usufruirò mai di tale servizio nessuna ma una domanda mi sorge...se chi si abbona e scarica "compra" virtualmente il gioco o i giochi...poi per un motivo "x" perde il suo account o gli si frigge la console insomma perde i suoi "dati di possesso" come rientra in "possesso" di questi titoli virtuali? ultima cosa che credo sia scontata...ovviamente se per qualsiasi motivo la connessione internet non funziona tutta questa miriade di titoli sono temporaneamente "assenti" mentre l'utente che ha il gioco "fisico" può cmq giocare off line...
    il bello del digitale è proprio quello, non puoi perdere nulla, al contrario degli "oggetti", che non solo puoi possedere ma anche perdere
  • Roche
    Roche
    Livello: 3
    Post: 569
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Anticogiocatore

    avere un gioco per me vuole dire "possedere un oggetto" io sono totalmente disinteressato ma rispetto chi invece la pensa diversamente... paure?per me che non usufruirò mai di tale servizio nessuna ma una domanda mi sorge...se chi si abbona e scarica "compra" virtualmente il gioco o i giochi...poi per un motivo "x" perde il suo account o gli si frigge la console insomma perde i suoi "dati di possesso" come rientra in "possesso" di questi titoli virtuali? ultima cosa che credo sia scontata...ovviamente se per qualsiasi motivo la connessione internet non funziona tutta questa miriade di titoli sono temporaneamente "assenti" mentre l'utente che ha il gioco "fisico" può cmq giocare off line...
    ma stai parlando di Xbox Game pass o dei giochi in digitale in generale? di xbox game pass ancora si sà quasi nulla, quindi è meglio aspettare. per i giochi in digitale, puoi giocare sempre, anche offline non c'è problema.. per quanto riguarda l'account, non puoi perderlo , rimane sempre online abbinato con la tua mail e lo puoi recuperare in qualsiasi momento. se si frigge la console? nessun problema, il tuo account non lo perderai mai, quindi puoi loggarti e giocare in qualsiasi momento e console.
  • Anticogiocatore
    Anticogiocatore
    Livello: 2
    Post: 99
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    avere un gioco per me vuole dire "possedere un oggetto" io sono totalmente disinteressato ma rispetto chi invece la pensa diversamente... paure?per me che non usufruirò mai di tale servizio nessuna ma una domanda mi sorge...se chi si abbona e scarica "compra" virtualmente il gioco o i giochi...poi per un motivo "x" perde il suo account o gli si frigge la console insomma perde i suoi "dati di possesso" come rientra in "possesso" di questi titoli virtuali? ultima cosa che credo sia scontata...ovviamente se per qualsiasi motivo la connessione internet non funziona tutta questa miriade di titoli sono temporaneamente "assenti" mentre l'utente che ha il gioco "fisico" può cmq giocare off line...
  • overminder78
    overminder78
    Livello: 4
    Post: 187
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Ricola

    In uno dei "domanda e risposta" di tanto tempo fa chiesi cosa pensassero del fatto che giochi come need for speed (o generalmente degli alweysonline) fra qualche anno avrebbero potuto assistere alla chiusura dei server con relativo declassamento del gioco a supporto per la tazza del the (come valore, dato che senza online è solo un disco vuoto). La risposta è stata "Ragazzi dobbiamo capire che è il futuro del mercato. e poi non cambia niente all'utente, tanto fra 6-7 anni nemmeno ci giocherà più"....io gioco ancora a Need for speed Hot pursuit 2 (PS2) con gli amici, se posso mi rigioco qualche vecchia gloria quando ne ho la possibilità (se Ico e shadow avessero cessato di esistere avrei tirato un set di bestemie). La questione del live è anche per me una delle cose che non mi fanno piacere la copia digitale, verrà un giorno che quiella copia che dovrei avere sempre a disposizione non ci sarà più.
    d'accordissimo. Questo è uno dei motivi per cui mi rifiuto categoricamente di comprare i giochi multiplayer only
  • Gemesi92
    Gemesi92
    Livello: 0
    Post: 0
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Credo che questo servizio si basi principalmente su giochi recenti e non nuovi, in quanto se in un catalogo mettessero un gioco appena uscito, la casa produttrice perderebbe milioni e la gente se lo sparerebbe il primo mese e via a 9,99....quindi...pagare 10 euro al mese per giocare a titoli già datati e che dopo un tot di tempo vengono bloccati....lasciandomi magari a metà dell'avventura.... no grazie preferisco comprarli e godermeli/giocarci quando decido IO Cioè io ad oggi se voglio giocare a Crash Bash con i miei amici posso farlo, poichè il gioco lo posseggo, è mio e lo gestisco io....a me pagare per roba in prestito non va tanto a genio..
  • Valthiel
    Valthiel
    Redattore
    Mi piace 3 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Ricola

    In uno dei "domanda e risposta" di tanto tempo fa chiesi cosa pensassero del fatto che giochi come need for speed (o generalmente degli alweysonline) fra qualche anno avrebbero potuto assistere alla chiusura dei server con relativo declassamento del gioco a supporto per la tazza del the (come valore, dato che senza online è solo un disco vuoto). La risposta è stata "Ragazzi dobbiamo capire che è il futuro del mercato. e poi non cambia niente all'utente, tanto fra 6-7 anni nemmeno ci giocherà più"
    Sicuramente non sono parole mie, perché io la penso esattamente all'opposto. I giochi online, in questo senso, rappresentano un problema grosso e sono soggetti a "scadenza". Comprarli oggi significa essere consapevoli che che vanno usati e gettati via.
  • gennarorevenger
    gennarorevenger
    Livello: 2
    Post: 291
    Mi piace 0 Non mi piace -3
    Originariamente scritto da Vegetss4

    Io non amo per nulla i giochi in digitale, punto 1 perchè adoro collezionarli quindi le compie fisiche sono d'obbligo, 2 perchè se tra 10 anni volessi giocarci e la mia ps4 o xbox one funzionasse ancora ma il live non esistesse più come ci gioco??? Questo mercato sta diventando troppo un usa e getta a mio avviso e non mi piace affatto la piega che stanno prendendo tutti...
    Mai sentito parlare degli emulatori ? oppure sono per gente troppo intelligente ?
  • Ricola
    Ricola
    Livello: 4
    Post: 1404
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Vegetss4

    Io non amo per nulla i giochi in digitale, punto 1 perchè adoro collezionarli quindi le compie fisiche sono d'obbligo, 2 perchè se tra 10 anni volessi giocarci e la mia ps4 o xbox one funzionasse ancora ma il live non esistesse più come ci gioco??? Questo mercato sta diventando troppo un usa e getta a mio avviso e non mi piace affatto la piega che stanno prendendo tutti...
    In uno dei "domanda e risposta" di tanto tempo fa chiesi cosa pensassero del fatto che giochi come need for speed (o generalmente degli alweysonline) fra qualche anno avrebbero potuto assistere alla chiusura dei server con relativo declassamento del gioco a supporto per la tazza del the (come valore, dato che senza online è solo un disco vuoto). La risposta è stata "Ragazzi dobbiamo capire che è il futuro del mercato. e poi non cambia niente all'utente, tanto fra 6-7 anni nemmeno ci giocherà più"....io gioco ancora a Need for speed Hot pursuit 2 (PS2) con gli amici, se posso mi rigioco qualche vecchia gloria quando ne ho la possibilità (se Ico e shadow avessero cessato di esistere avrei tirato un set di bestemie). La questione del live è anche per me una delle cose che non mi fanno piacere la copia digitale, verrà un giorno che quiella copia che dovrei avere sempre a disposizione non ci sarà più.
  • gennarorevenger
    gennarorevenger
    Livello: 2
    Post: 291
    Mi piace 0 Non mi piace -2
    E' difficile definire il concetto di "proprietà" di un prodotto virtuale. Diciamoci la verità un single player ha longevità rispetto ad un mutli che invece dura teoricamente per sempre, per quanto io creda che chi cerca la trama si guardi un film piuttosto che un prodotto interattivo dove nel multi la trama la fai tu in ogni benedetta partita. Quindi sti cavoli della scomparsa dei dischetti un vg è un prodotto virtuale una sequenza di bit e il suo insieme di esitenza è schermo mouse e tastiera quindi il supporto di memorizzazione di questi bit deve essere il piu pratico possibile. Credo che con l'avanzare della banda larga (e noi siamo gia abbondanemente coperti dalla 100M) il futuro sia stato intercettato da playstation now. Io direi una tariffa oraria sui giochi single player con il totale unlock del titolo una volta terminato, e una sorta di abbonamento per i multi, ovviamente il tutto in cloud. Per quanto riguarda gli accordi con i produttori debbono vedersela loro a noi consumer interessa solo qualità al giusto prezzo!
  • Roche
    Roche
    Livello: 3
    Post: 569
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Tindalos

    Non penso che il gaming on demand sia davvero il futuro del videogioco. Questo perchè film e videogames sono prodotti che si "consumano" in maniera diversa. Passatemi il termine consumare. Io, avendone il tempo, potrei vedere due, tre film al giorno, sempre diversi. Al contrario io gioco sempre allo stesso videogame per giorni, talvolta settimane, finché non lo finisco. Avere un catalogo di 100 e passa giochi non mi interessa più di tanto. Io voglio quel determinato gioco in quel determinato momento. Già adesso su Steam ho una lista lunghissima di giochi che non ho mai lanciato. Li ho presi perchè, in quel momento, mi sembravano occasioni d'oro, ma col passare del tempo mi sto rendendo conto che forse non ci giocherò mai, visto che il tempo che posso dedicare al gioco è, in genere, monopolizzato dall'ultima novità. Aggiungiamoci il fatto che i giochi meno recenti si possono comprare in digitale a prezzi molto bassi in occasione delle varie offerte su Steam, PS Store, eccetera, e questi servizi on demand mi sembrano sempre meno convincenti.
    io sto giocando contemporaneamente a Sniper Elite 4, Dark Souls 3, Gwent il gioco e Bastion e non gioco piu di 3-4 ore al giorno..la notte perchè lavoro tutto il giorno.
  • Tindalos
    Tindalos
    Livello: 6
    Post: 246
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Non penso che il gaming on demand sia davvero il futuro del videogioco. Questo perchè film e videogames sono prodotti che si "consumano" in maniera diversa. Passatemi il termine consumare. Io, avendone il tempo, potrei vedere due, tre film al giorno, sempre diversi. Al contrario io gioco sempre allo stesso videogame per giorni, talvolta settimane, finché non lo finisco. Avere un catalogo di 100 e passa giochi non mi interessa più di tanto. Io voglio quel determinato gioco in quel determinato momento. Già adesso su Steam ho una lista lunghissima di giochi che non ho mai lanciato. Li ho presi perchè, in quel momento, mi sembravano occasioni d'oro, ma col passare del tempo mi sto rendendo conto che forse non ci giocherò mai, visto che il tempo che posso dedicare al gioco è, in genere, monopolizzato dall'ultima novità. Aggiungiamoci il fatto che i giochi meno recenti si possono comprare in digitale a prezzi molto bassi in occasione delle varie offerte su Steam, PS Store, eccetera, e questi servizi on demand mi sembrano sempre meno convincenti.
  • MarcoBs
    MarcoBs
    Livello: 3
    Post: 1109
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Non mi e' chiara una cosa ragazzi, e' quello che cercavo di capire, MAGARI fosse come un plus o come un gold ! scarichi il gioco e fin quando sei abbonato al servizio ci giochi ... ma da quello che ho capito, poi correggetemi se sbaglio, tu puoi giocare con un gioco fin quando e' presente nel catalogo, i giochi sono a rotazione, quando un gioco non e' piu' presente nel catalogo se vuoi continuare a giocarci lo devi acquistare, se lo acquisti quando e' ancora presente nel catalogo hai un 20% di sconto...in pratica da quel che ho capito tu con 9.90 € giochi per un mese ad i titoli del catalogo che si rinnova ogni mese, ma se un gioco non e' piu' presente in catalogo comunque per giocarci oltre il mese devi acquistarlo, ripeto ... correggetemi se sbaglio e se non ho capito come funziona.
  • Vegetss4
    Vegetss4
    Livello: 4
    Post: 150
    Mi piace 2 Non mi piace -1
    Io non amo per nulla i giochi in digitale, punto 1 perchè adoro collezionarli quindi le compie fisiche sono d'obbligo, 2 perchè se tra 10 anni volessi giocarci e la mia ps4 o xbox one funzionasse ancora ma il live non esistesse più come ci gioco??? Questo mercato sta diventando troppo un usa e getta a mio avviso e non mi piace affatto la piega che stanno prendendo tutti...
  • Ricola
    Ricola
    Livello: 4
    Post: 1404
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da theargetlam

    sono combattuto sul gioco in streaming, da un lato sono estremamente contento perchè a poco prezzo giochi a molti giochi e non hai problemi di dischi difettosi ed altro, dall'altro però temo che a lungo andare spariranno completamente negozi di videogiochi e se per alcuni di essi sono anche contento (gamestop) su molti ci sono affezionato e mi piangerebbe il cuore, tant'è che continuo a comprarci per supportarli anche se mi costano più di comprarli online che sia digitale o amazon. Purtroppo penso che si vada comunque in questa direzione a prescindere da ea access e servizi simili.
    Guarda. ho letto le specifiche riguardo al servizio. Se non ho capito male di streaming non c'è nulla, ogni gioco presente nel catalogo lo scarichi sull'hd (per intero) con scadenza ( di gioco) ogni 30 giorni. Senza rinnovo,nonostante tu abbia il gioco, non potrai giocarlo a meno che tu non decida di acquistarlo (con i vari sconti), e la cosa è interessante. Detto ciò, se non hai molto tempo (o i giochi li finisci in tempi biblici come il sottoscritto) credo che non convenga questa opzione (a meno che tu non la usi per farti una idea,come una sorta di demo), si finirebbe per pagare un titolo ben oltre il suo valore. A favore c'è il fatto che si potranno giocare i titoli anche offline (c'è la patch a tempo inserita nel gioco). Il contro è che avrai si centinaia di titoli ma dovrai optare per una selezione se occupano giga (certo, non è che uno gioca 5 o più titoli nello stesso mese....credo). Trovo questo acess interessante ma io non ne sarò fruitore (per i tempi di gioco prima esposti). Unica cosa che non ho ben capito è la possibilità di poter comprare un titolo sino a che rimarrà in catalogo....non ho capito se vale solo per la vendita o se verranno tolti dopo un tot dal catalogo e quindi risulteranno ingiocabili anche se continui a versare l'abbonamento. Sulla deriva che porta solo al digitale io ,per scelta e gusto personale, ho una pessima opinione, mi sembra che si stia puntando a un mercato modello Adobe dove per un prodotto continuerai a pagare (anche solo per lavorare con photoshop ad esempio)oltre il valore del prodotto (una volta pagavi 1000 euro per un prodotto oggi paghi un tot fino a che continuerai ad usarlo, metti che lo usi per 10 anni direi che adobe si è abbondantemente ripagata di tutto)...solo che i prodotti adobe almeno vengono aggiornati e vanno all'upgrade della versione successiva (quindi,diciamo, non paghi il passaggio alla nuova). Io sono per le copie fisiche fruibili all'istante, che posso installare e disinstallare quando o voglia senza dover essere preda delle bizze di internet (che a volte va velocissimo e a volte ha tempi lunghissimi), che ho anche se internet non funziona le posso usare.
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.