Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Call of Duty World Championship 2015

Call of Duty World Championship 2015

Inizia il torneo!

Speciale
A cura di del
Mancano ormai pochi giorni all’inizio del Call of Duty World Championship 2015 presentato da Xbox, infatti, dal 27 al 29 marzo, a Los Angeles, 32 squadre si daranno battaglia per conquistare l’ambito titolo di campioni del mondo e il ricco montepremi in palio di ben un milione di dollari. Il nostro FireZdragon poteva perdere l’occasione di seguire dal vivo un evento di tale importanza? Certo che no! Tra un paio di giorni il buon redattore prenderà un volo diretto verso la Città degli Angeli per vivere questi tre intensi giorni di eSport e tifare Italia.

Struttura del torneo
I qualificati al campionato mondiale di Call of Duty verranno suddivisi in maniera casuale in otto gironi formati ognuno da quattro squadre; all’interno di essi ogni team sfiderà gli altri tre solamente una volta, raggiungendo così un totale di 48 partite solo per la prima fase del torneo.
I primi due classificati di ogni girone passeranno il turno ed entreranno nei playoff. In caso ci fosse una situazione di parità tra due o più squadre si terranno dei match aggiuntivi per decretare chi merita di proseguire la sua avventura all’interno del campionato.
I playoff si suddividono in Upper e Lower Bracket: nell’uno troveremo le otto squadre che si sono posizionate in testa al proprio girone, mentre nell’altro ci saranno le seconde classificate. In ognuno di questi gruppi le sfide si decideranno al meglio delle cinque partite giocate e l’eliminazione sarà diretta; in questo modo si individuerà il team migliore di entrambi i gruppi.
Le squadre sconfitte durante i playoff andranno a costituire il Losers Bracket e avranno così una seconda opportunità per dimostrare le loro abilità e cercare di raggiungere la finale, sempre se il risultato del match tra la squadra migliore dell’Upper e la migliore del Lower non risulti favorevole alla prima. Infatti se ciò avviene il torneo termina e avremo i nostri campioni; in caso contrario, invece, si terrà una sfida aggiuntiva dove potremo assistere alla battaglia finale tra il vincitore del Lower Bracket e quello del Losers Bracket, individuando così la squadra più forte del mondo per il 2015.

La formazione italiana
Tra le 32 squadre che voleranno a Los Angeles per il Call of Duty World Championship ci sarà anche una rappresentante dell’Italia, i NextGaming Rapid. Il team si è qualificato tra i migliori otto durante le fasi finali del torneo europeo di Londra riuscendo a sconfiggere avversari, sulla carta, più forti di loro. La squadra è composta dal capitano Filippo "P1Bo" Torricelli, 21 anni e studente di giurisprudenza. P1Bo ha iniziato a farsi conoscere fin dal suo primo torneo in modalità Decerto dove riuscì a sbaragliare tutti i suoi avversari e, successivamente, divenne uno dei top player italiani in Cerca e Distruggi, vincendo anche numerosi eventi. Insieme a lui troviamo Leonardo “Ko1ga” Nisi, 22 anni e mente del team; egli ha dimostrato di essere un grande giocatore fin dai tempi di Call of Duty: Black Ops dove in poco tempo è riuscito a diventare uno dei migliori d’Italia e a partecipare al Call of Duty Championship 2013 classificandosi ottavo e vincendo un premio di ben 25.000 dollari. Giorgio “POW3R” Calandrelli, 22 anni, è il terzo membro del team e quello con più esperienza nella competizione americana: per lui, infatti, questa è la terza visita nel Nuovo Continente e spera di riuscire a portare a casa un buon risultato. A completare la squadra italiana troviamo il più giovane dei ragazzi, Manuel “DUKE” Spaggiari, 19 anni, grande promessa italiana che nella scena competitiva sta dimostrando ottime capacità.
Il team NextGaming Rapid è completato da Alessandro “Kumax” Chiarelli, 29 anni, manager e coach del team che guida con passione i quattro ragazzi sopracitati e li sprona a dare sempre il massimo.
Nel torneo di Los Angeles la squadra italiana si troverà ad affrontare i più forti giocatori al mondo di Call of Duty ma, nonostante ciò, possiamo affermare fin da subito che farà il possibile per portare alta la nostra bandiera.

I favoriti del torneo
Tra i 32 team qualificati per il Call of Duty World Championship di quest’anno troviamo alcuni nomi molto conosciuti nell’ambiente. Primi fra tutti ci sono gli americani EnvyUs, secondi classificati al campionato mondiale 2014 e una lunga storia alle spalle. La squadra nasce nel 2007 grazie alla volontà di due ragazzi, “Foreplayy” e “Stainville”, che decidono di creare la propria organizzazione sportiva. Fin da subito riescono a riscuotere un ottimo successo e durante la prima stagione competitiva di Call of Duty 4: Modern Warfare si posizionano al secondo posto. Ora, dopo otto anni ricchi di risultati, i ragazzi di EnvyUs cercheranno a tutti i costi di arrivare sul gradino più alto del podio. La formazione che vedremo in azione durante il torneo è composta da Joey “MerK” Deluca, Anthony “NameLeSs” Wheeler, Renato “Saints” Forza e Tommy “ZooMaa” Paparratto.
Altra squadra americana con altrettanta esperienza alle spalle è quella degli Optic Gaming, organizzazione nata nel 2006 ma entrata ufficialmente sulla scena competitiva di CoD quattro anni più tardi. Al World Championship 2014 il team si posiziona terzo ma negli eventi successivi sembra iniziare a perdere efficacia, infatti in alcuni tornei viene eliminato addirittura durante le fasi iniziali. Quest’anno la squadra si presenta con una formazione totalmente rivoluzionata composta da Matt “NaDeSHoT” Haag, Seth “Scump” Abner, Matt “FormaL” Piper e Ian “Crimsix” Porter. Le speranze dei ragazzi sono quelle di riuscire a raggiungere il traguardo dello scorso campionato mondiale o addirittura di salire in prima posizione. A giudicare da come sono andate le qualifiche del Nord America, dove gli Optic Gaming hanno dominato i propri avversari, essi hanno tutte le carte in regola per arrivare sul podio.
Cambiando continente il team inglese Epsilon eSports potrebbe essere un altro valido candidato per la finale del CoD World Championship 2015. Questa organizzazione nasce nel 2008 e da sempre è sinonimo di qualità in Europa. Recentemente, durante il campionato europeo di fine febbraio, i ragazzi hanno dimostrato di avere un’ottima preparazione tecnica e grazie ad essa sono riusciti a sgominare i propri avversari fino a raggiungere il titolo di campioni europei di Call of Duty. La formazione è così composta: Joshua-Lee “Joshh” Shephard, Dylan “MadCat” Daly, Tom “Tommey” Trewren  e Callum “Swanny” Swan.
Questi sono solamente alcuni dei team che parteciperanno al torneo più importante della stagione competitiva di Call of Duty, insieme a loro ci saranno altri 29 contendenti al titolo di campione mondiale, tra cui anche i nostri connazionali NextGaming Rapid. Se anche voi siete degli appassionati di CoD o semplicemente volete tifare la vostra squadra preferita, allora vi consiglio di fare un salto sul sito MLG.tv per seguire la diretta streaming ufficiale dell’evento e scoprire quale squadra si aggiudicherà il titolo di più forte al mondo.

Il Call of Duty World Championship è l’evento più importante dell’intera stagione competitiva. Le squadre che vi partecipano sono le più forti al mondo e arrivano a Los Angeles con la volontà e la determinazione ferrea di raggiungere il gradino più alto del podio. Tra questi team troviamo anche NextGaming Rapid, formazione italiana a cui facciamo i nostri migliori auguri; ragazzi dimostrate a tutti quello che sapete fare!

0 COMMENTI