DLC Sunset Overdrive - Il Mistero della Piattaforma Mooil

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     Xbox One
  • Genere:

     Sparatutto
  • Sviluppatore:

     Insomniac Games
  • Costo:

     9,99€
  • Data uscita:

     31 ottobre 2014
- Nuove missioni
- Nuove armi
- Nuove mosse acquatiche
- Troppo breve
- Nessuna novità rilevante
- Alcuni Bug
Loading the player ...
A cura di (FireZdragon) del
Sunset Overdrive si è rivelato un buon prodotto. Coloratissimo, divertente e con meccaniche di grind e combattimento piuttosto riuscite, anche se purtroppo è stato penalizzato da una varietà di cose da fare forse troppo limitata e una longevità non poi così esaltante. L’esclusiva Microsoft inoltre non ci aveva soddisfatto del tutto anche nella quantità e varietà di armi, un punto di forza non sfruttato in maniera perfetta da Insomniac che, con i primi DLC, ha tentato di mettere una pezza proprio a queste lacune.
In questa recensione quindi parleremo principalmente della nuova espansion titolata “Il mistero della piattaforma Mooil” ma daremo uno sguardo anche al primo weapon pack rilasciato qualche settimana fa, che aggiunge ben quattro bocche da fuoco al vostro arsenale.



Reload!
Come nelle più classiche espansioni, non appena scaricato e installato il DLC, che vi ricordiamo avere un peso di circa 3GB, al molo apparirà una nuova icona rosa che contraddistinguerà le nuove missioni e darà il via ad una mini campagna.
È il sergente Bryllcream ad avere ancora una volta bisogno di noi e in men che non si dica ci troveremo nuovamente invischiati in una storia assurda e con alcuni dei personaggi più fuori di testa degli ultimi tempi. Tutti i progressi ottenuti nella precedente storia, così come il nostro personaggio, i suoi potenziamenti, le armi e i poteri sbloccati verranno mantenuti e il giocatore si troverà di fatto ad avere tra le mani una vera e propria estensione dell’avventura principale. Anche la mappa di Sunset City riceverà un aggiornamento, con una nuova zona in mezzo all'oceano che comparirà nella parte bassa della location, rivelando la piattaforma petrolifera Mooil, dove troveremo nuovi nemici e armi ad attenderci.
Peccato solo che non potremo raggiungere la nuova area correndo sull’acqua visto che Insomniac ha furbescamente aggiunto dei muri energetici di protezione intorno a tutta l’area, costringendoci per forza di cose ad arrivarci seguendo la storyline o, successivamente, utilizzando uno dei due punti di trasporto rapido che andremo a sbloccare sul complesso di isolette.



Acqua e petrolio
L’acqua diventa così l’elemento principale di questo pacchetto e vista la scarsa mobilità del protagonista sui liquidi, l’idea di aggiungere due nuove mosse che permettessero al Giocatore, di muoversi più rapidamente sui corsi d’acqua ci è piaciuta. Ora potremo infatti continuare fare grind sulle onde come in passato ma anche tuffarci per un breve periodo e continuare la nostra scivolata praticamente all’infinito o, in alternativa, spiccare un salto verticale dopo esserci immersi per raggiungere i punti più elevati della piattaforma petrolifera. Un risvolto interessante è dato dal fatto che potremo portare con noi queste abilità anche nelle aree già visitate e tentare di stabilire così nuovi record nelle vecchie sfide a tempo. Il design dell’intera struttura soddisfa e non mancano ringhiere, salti e superfici rimbalzanti in quantità tale da riuscire a concatenare alla perfezione le mosse più spettacolari per sconfiggere i maledetti OD, potenziati per l’occasione dalla mescolanza dell’Overcharge XT con il petrolio. Ritroveremo quindi versione alternative dei nemici visti in precedenza, purtroppo senza affrontare ostili dai pattern di attacco completamente nuovi. Ad eccezione infatti di Popper oleosi che prenderanno fuoco, e di varianti dei Blower ghiacciati gli altri OD andranno affrontati praticamente nel medesimo modo visto in passato, senza aggiungere nulla di veramente nuovo all’esperienza di gioco.
La campagna risulta corta e carente di una vera e propria sfida per i giocatori navigati tanto che in circa sessanta minuti sarete in grado di completare tutte le missioni principali e le due secondarie che il DLC mette a vostra disposizione. Raccogliere i venti ufo collezionabili sparsi per la mappa non vi porterà via più di una mezz’oretta visto l’estensione piuttosto ridotta dell’area e ad allungare un po’ il brodo ci si mettono infine una manciata di sfide a tempo extra e una mappa multiplayer dedicata alla piattaforma, senza però altre grosse aggiunte di rilievo.
Se in termini di varietà insomma il DLC offre tutto quello che ci potevamo aspettare è un peccato che Insomniac non ci abbia regalato più cose da fare e una storia almeno lunga il doppio. Anche le missioni, purtroppo, si rifanno troppo spesso a quelle viste in passato con i soliti oggetti da raccogliere, la difesa di qualche location dai nemici OD e dai mercenari e il classico scontro con il boss finale. Da segnalare inoltre proprio in questo caso un paio di enormi bug. Il primo abbastanza casuale a dire il vero ci ha fatto finire all’interno di una struttura da cui era poi impossibile uscire, costringendoci così a dover far ricaricare la missione, mentre il secondo abbastanza grossolano ,impedisce a chiunque abbia due profili attivi sulla stessa console di completare il gioco visto che non sarà possibile attivare un QTE finale durante lo scontro con il boss. Al momento si attende un fix ma voi potrete semplicemente disconnettere uno dei due profili nel frattempo e portare a termine tranquillamente l’avventura.



Questione di stile
Veniamo alle armi e alle trappole aggiunte con il DLC. Ci troviamo per le mani ora almeno sei nuove bocche da fuoco, se consideriamo anche il weapon pack uscito qualche settimana fa, nuovi vestiti, compreso un bellissimo cappello con i tentacoli e nuove trappole.
Il mistero della piattaforma Mooil sembra volersi concentrare sui piranha con una BOA che lancerà occasionalmente i famelici pesciolini alle caviglie dei nemici per danneggiarli e rallentarli ma non mancano armi decisamente più stravaganti. Troviamo un lancia fuochi d’artificio automatico ad aggancio multiplo, decisamente divertente, una pistola capace di mandare in confusione gli avversari e farli combattere per un breve periodo dalla nostra parte, una bomba velenosa ma anche una pistola capace di assorbire colpi creando uno scudo intorno al Giocatore, ottima nel caso voleste creare un personaggio basato quasi unicamente sul corpo a corpo. Chiude il pacchetto un lanciafiamme portatile devastante a corto raggio. Peccato che tutto questo doveva secondo noi già rientrare nel gioco originale carente dal punto di vista dell’arsenale.
Recensione Videogioco SUNSET OVERDRIVE - IL MISTERO DELLA PIATTAFORMA MOOIL  scritta da FIREZDRAGON Il mistero della piattaforma Mooil è un DLC sufficiente, che regala ai giocatori un’estensione classica del gioco originale. Più cose da fare, nuove armi, nuovi costumi e una nuova mappa multiplayer sono l’ossatura del pacchetto ma per dieci euro le due ore necessarie a completare tutto al 100% ci sembrano forse un po' troppo striminzite. Il consiglio ormai rimane sempre lo stesso: non è un DLC di quelli imperdibili, acquistatelo solo se siete grandi appassionati del gioco e se la vecchia Sunset City vi manca davvero un casino.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.