Recensione di South Park Let's Go Tower Defense Play!
Xbox 360

Copertina Videogioco South Park
  • Genere:

     Avventura
  • Costo:

     800 Microsoft Points
  • Data uscita:

     Disponibile
6.5
Voto lettori:
6.8
- Buona caratterizzazione dei personaggi
- Ottimo doppiaggio inglese
- Divertente in multiplayer
- Piuttosto limitato in single player
- Graficamente migliorabile
A cura di Mauro Cattaneo (Mauro.Cat) del
South Park non ha bisogno di grandi presentazioni. La serie a cartoni animati, nata nel 1997 sulla scia del successo dei cartoon scorretti in stile Simpsons, narra le vicende di quattro bambini delle scuole elementari che vivono in una cittadina delle Montagne Rocciose. Gli episodi di South Park, che tra alti e bassi di ascolti sono tuttora in programmazione, hanno scosso l’opinione pubblica a causa dei temi trattati, del linguaggio colorito, della violenza tendenzialmente gratuita e della feroce ironia.
Nonostante i problemi, le proteste e le denunce i quattro bimbi terribili hanno resistito agli anni e ritornano nel mondo dei videogame con un classico tower defense. South Park Let’s Go Tower Defense Play!, questo è il chilometrico nome del gioco, è infatti disponibile dal 7 ottobre su Xbox Live al costo di 800 Microsoft Points. Il titolo, annunciato all’E3 del 2008, è stato sviluppato da Doublesix Games ed è basato su una struttura di gioco classica inserita in un contesto più originale.

Difendiamo Kenny
Una volta selezionato il file di salvataggio ci si ritrova di fronte alla inevitabile scelta del livello di difficoltà, tre disponibili e modificabili anche in corso di partita, ed alla lettura di un breve tutorial che in poche schermate spiega la semplice natura del gioco. Lo scopo dell’avventura è difendere a colpi di palle di neve una determinata porzione della città, come la scuola o la casa di Kenny, dall’assalto di vere e proprie ondate di nemici.
I primi secondi di gioco ci permettono di prendere confidenza con l’ambientazione, mostrata con una sorta di mix tra una visuale dall’alto pura ed una laterale, e di conoscere le zone di attraversamento dei nemici. In questa breve fase (il conto alla rovescia ci impone poco ragionamento e riflessi saldi), si cominciano a piazzare le torrette di difesa fino all’esaurimento del denaro. All’arrivo dei primi assalti si osserva attivamente il lavoro delle nostre protezioni, è sempre possibile abbattere una torre e ricostruirla, migliorarla o sostituirla con una differente tipologia, e si contribuisce attivamente allo sterminio con il lancio di palle di neve.
L’avventura comincia con il solo Stan e poco per volta si arricchisce della presenza di altri scorrettissimi compagni di avventura. Le ondate aumentano gradualmente di intensità fino al superamento di un singolo quadro ed al passaggio al successivo. Le linee nemiche, che malgrado gli sforzi superano le nostre difese, intaccano una sorta di barra vitale “cittadina” posta a bordo schermo.
L’azione muta prepotentemente quando si ottengono tutti e quattro i ragazzini. I nostri eroi possono essere piazzati come una torre, in questo caso ci limitiamo a guidare direttamente il nostro preferito, oppure possono essere scambiati di continuo con la semplice pressione di un tasto a seconda dell’occasione e dell’abilità più utile.
I quattro ragazzini possiedono inoltre un potere speciale che va attivato una sola volta per mondo. Stan Marsh ripristina parte della barra di energia, Eric Cartman provoca danni ai nemici, Kyle Broflovski aumenta temporaneamente velocità e potenza del gruppo e l’amatissimo Kenny McCormick ottiene monete utili per la costruzione di nuove torri. Ovviamente non mancano altre sorprese che preferiamo scopriate da soli.

Pel di carota contro hippie
Graficamente South Park risulta fin troppo elementare, pur nello stile della serie, ma al tempo stesso funzionale. Molto spassose sono senza dubbio le varie tipologie di avversari. Si va da mucche imbestialite, a fanatici hippie con chitarra e capelloni, fino a piccoli gnomi. Ogni ondata di nemici, pur in una sorta di ripetitività di fondo, risulta piuttosto divertente da abbattere. Una ulteriore pagina tutorial ci informa sulle debolezze di ogni singolo avversario e sulle contromisure da adottare a fronte di un attacco.
Una nota di merito va alle violente animazioni che ricordano il cartone animato pur senza scadere mai nel cattivo gusto. Dalla schermata delle opzioni è comunque possibile eliminare sia il sangue, sia l’uso di un linguaggio sopra le righe.
Il parlato è ottimamente doppiato in inglese ed inevitabilmente infarcito di scorrettezze di ogni sorta. Tutte le schermate sono in lingua italiana così come i sottotitoli.
La giocabilità di questo nuovo tower defense è piuttosto limitata in single player e dà il meglio di sé in compagnia di amici, sia in locale che tramite Xbox Live. Da soli si viene in alcune occasioni travolti dall’eccessiva irruenza dei nemici. In generale si ha la sensazione che la frenetica componente action alla lunga risulti troppo invadente rispetto alla fase strategica vera e propria. La longevità è discreta, grazie ai tre livelli di difficoltà ed alle sfide online.
South Park Let’s Go Tower Defense Play! è un dignitoso strategico in tempo reale che basa però il proprio successo quasi esclusivamente sul carisma dei quattro bambinetti terribili e sullo stile ancora una volta irriverente. Dando un’occhiata alle coppe di fine stage capirete meglio cosa intendiamo. La petulante vocina di Cartman, seppur in inglese, o il bofonchiare di Kenny, rappresentano un marchio di fabbrica talmente inconfondibile da far dimenticare una struttura nel complesso semplicistica.
Questo titolo divertirà pertanto gli amanti della serie animata, a patto che questi non odino di cuore il genere strategico in tempo reale, ma alla lunga potrebbe risultare insipido per tutti gli altri.
Recensione Videogioco SOUTH PARK LET'S GO TOWER DEFENSE PLAY! scritta da MAURO.CAT South Park Let’s Go Tower Defense Play! è uno strategico in tempo reale, con molti elementi action, ambientato nel mondo dei quattro bambini terribili: Stan, Cartman, Kyle e Kenny. Il titolo mostra fin dai primi livelli la propria struttura generale ed i punti di forza. Il carisma dei protagonisti e la solita inevitabile scorrettezza di fondo rendono gradevole un prodotto altrimenti molto semplicistico. La difesa dei territori cittadini da orde di improbabili nemici risulterebbe decisamente meno accattivante senza la licenza di South Park. La presenza di una piacevole modalità multiplayer risolleva un prodotto che, pur non facendo gridare al miracolo, svolge in maniera discreta il proprio compito.
La speranza è che questo sia solo una sorta di antipasto in attesa di un vero e proprio action game puro dedicato ai quattro alunni di scuola elementare più sfacciati di tutti gli Stati Uniti.
Appuntamenti LIVE e Video Rubriche
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967