Recensione di G.I. Joe La nascita dei Cobra

Copertina Videogioco G.I. Joe
  • Piattaforme:

     Xbox 360
  • Genere:

     Azione
  • Sviluppatore:

     EA
  • Data uscita:

     Disponibile
3.5
Voto lettori:
2.6
- Doppiato in italiano - Totalmente ingiocabile
- Tecnicamente imbarazzante
Loading the player ...
A cura di Vittorio Valerisce (ViKtor) del
C’erano una volta i G.I. Joe, giocattoli per maschietti che volevano essere ciò che Barbie era per le femminucce. Omoni grandi e grossi ridotti a statuine da 20 centimetri, armati di tutto punto e pronti a sconfiggere il nemico di turno. Il perfetto bambolotto americano nel tempo del Vietnam insomma.
Oggi risorgono con una rivisitazione in chiave cinematografica, dalla quale nasce un progetto videoludico sconcertante. Per la serie “era meglio lasciar perdere…”

Poveri Joe...
G.I. Joe: la nascita dei Cobra, pubblicato da EA, vuole essere un action game vecchio stile con l’obiettivo di rivivere le atmosfere e le avventure della pellicola cinematografica. Il risultato finale, diciamolo fin da subito, è un prodotto pessimo e che non riesce in nessuna delle sue mire, anzi vince a mani basse il titolo di “peggior tie-in” di questa luccicante next-gen.
Lo scempio inizia dal primo livello, quando si impatta con una non-giocabilità degna di un prodotto di fascia bassa per la prima Playstation. Sulla carta dovremmo trovarci di fronte ad un action game strutturato a missioni in ambientazioni molto diverse l'una dall'altra, ma di fatto i livelli si rivelano tutti uguali nel loro banale schema avanza, uccidi i nemici, apri la porta e trascinati fino alla fine della campagna; un'impresa che sarebbe impossibile anche per i G.I. Joe originali.
I personaggi utilizzabili sono molti, appartenenti a classi diverse e quasi tutti sbloccabili procedendo con la trama, tuttavia le loro caratteristiche così peculiari si scontrano con un gameplay che non è mai in grado di sfruttarle, se non per qualche incarico semplicissimo e quasi mai indispensabile per continuare.
Controllare i nostri "pupazzi eroi" è un esercizio di masochismo puro: si muovono quasi sempre solo nelle quattro direzioni principali, sanno sfruttare alcune coperture come muri di cemento per proteggersi e recuperare energie, ma non possono fare nient'altro nello stesso momento e, cosa più agghiacciante, sparano a chi vogliono spinti da un'Intelligenza Artificiale degna di un sottobicchiere.
Gli sviluppatori hanno infatti introdotto un sistema di mira automatica che delega ai G.I. Joe la scelta del nemico da ingaggiare lasciando al giocatore il solo compito di premere il grilletto. Al di là della superficialità che ne deriva, il dramma è che se nella stessa zona ci sono un oggetto statico e innocuo e una serie di nemici incattiviti, regolarmente il nostro alter ego colpirà l'oggetto lasciandosi trivellare allegramente fino a quando lo reputerà opportuno. Certo, si può passare manualmente da un obbiettivo all'altro utilizzando il grilletto destro ma la cosa, di per sè complicata, diventa inutile in presenza di un grande numero di avversari.
Le sporadiche sezioni sui mezzi (che pioveranno magicamente dal cielo) sono deliziose: basta avanzare con il carro di turno per vedere i soldati nemici suicidarsi letteralmente sotto le nostre ruote spinti da chissà quale stimolo kamikaze.
La visuale poi complica il tutto, visto che non si ha alcun potere sulla telecamera: inquadrerà sempre e solo quello che vorrà lei, celando spesso pericolose torrette o altri pericoli, non permettendo di difendersi da molti attacchi.
C'è anche il co-op in G.I. Joe: la nascita dei Cobra, che in locale (no, niente Xbox LIVE) unisce due giocatori nella campagna in singolo. Questa modalità riesce nella fantasmagorica impresa di enfatizzare tutti i problemi descritti fino ad ora, rendendo l'esperienza in doppio un qualcosa di esilarante e ancora peggiore, se possibile, del single-player.
E' un peccato, perchè comunque da divertirsi ce ne sarebbe stato visto il buon numero di livelli e le missioni nascoste, garantendo quindi anche un discreto fattore rigiocabilità. Ma difficilmente riuscirete a portare a termine il primo capitolo della trama, e neanche gli Achievements facili da ottenere saranno un incentivo sufficiente a farvi proseguire.
Insomma, di pregi nel prodotto EA proprio non siamo riusciti a trovarne, quindi non possiamo consigliarlo veramente a nessuno, neanche ai fan più duri dei mitici bambolotti da guerra.

Meglio al cinema
Neanche la realizzazione tecnica riesce a risollevare le sorti di G.I. Joe: la rinascita dei cobra, anzi ne accelera solo la discesa verso l'oblio degli inferi videoludici.
Graficamente ci troviamo di fronte a qualcosa di improponibile, con modelli di personaggi e nemici composti da una manciata di poligoni e ambientazioni scarne e sempre uguali tra loro, che si differenziano solo al passaggio da una regione di gioco all'altra. Qualunque cosa si muova su schermo è pessimamente animato, a partire purtroppo dagli stessi G.I. Joe che corrono in modo legnoso e irrealistico.
Gli effetti scialbi e vetusti completano il quadro, chiaramente pennellato in poco tempo per tentare di ottenere un risultato accettabile con il minimo sforzo. Ovviamente tutto inutile.
I video di intermezzo, che dovrebbero legare il tie-in a ciò a cui si ispira, ovvero il film, sono talmente brutti da vedere che li salterete sempre e, così facendo, perderete anche i dialoghi in italiano, forse l'unico aspetto salvabile. Il resto del comparto sonoro è, tanto per cambiare, insufficiente e composto da pochi effetti ripetitivi e tediosi. Si salvano a malapena le musiche di sottofondo.
Il titolo Electronic Arts, a conti fatti, sembra un esercizio di programmazione tirato giù in quattro e quattr'otto per accompagnare l'uscita del film nelle sale, e il risultato è l'unico che potevamo aspettarci: un tie-in perfettamente inutile.
Recensione Videogioco G.I. JOE LA NASCITA DEI COBRA scritta da VIKTOR G.I. Joe: la nascita dei Cobra è imbarazzante. E’ totalmente ingiocabile e tecnicamente vergognoso, un tie-in tirato giù in fretta e furia per provare a raschiare il fondo da un brand che probabilmente era meglio lasciare chiuso nei nostalgici cassetti della memoria degli appassionati. Non c’è veramente nulla che si possa salvare in questo aborto, quindi statene a debita distanza. Anche perché, su Xbox360, ci sono talmente tanti action game di qualità che non riusciamo a cogliere il senso di questa pubblicazione. Una delle peggiori esperienze videoludiche per la console Microsoft, siete avvisati.
Appuntamenti LIVE e Video Rubriche
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967