Recensione di Tales of Vesperia
Xbox 360

Copertina Videogioco Tales of Vesperia
  • Genere:

     Gioco di ruolo
  • Sviluppatore:

     Namco Tales Studio LTD.
  • Lingua:

     Completamente in inglese
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     25 Giugno 2009
8.5
Voto lettori:
9.1
- Personaggi ottimamente caratterizzati
- Molto longevo
- Il sistema di combattimento è ottimamente strutturato
- Colonna sonora eccezionale
- Bellissimi video d'animazione e cura dei personaggi poligonali...
- Ambientazioni cittadine non molto ispirate
- ...anche se il mondo circostante è a volte troppo "spoglio"
- Manca la localizzazione in italiano
Loading the player ...
A cura di Marco Pellini (Dr. Frank N Furter) del
In occasione del decimo anniversario della serie “Tales Of”, Namco Bandai ha pensato bene di festeggiare con un nuovo capitolo della serie. Tales Of Vesperia è il primo titolo della saga ad approdare su una console next-gen, oltre ad essere un’esclusiva per Xbox 360. Dopo l’ottimo “Symphonia” uscito nel 2004 su Gamecube, ci aspettavamo un prodotto all’altezza del precedente e, a nostro avviso, non ne siamo rimasti delusi. “Vesperia” è un ottimo JRPG, e gli appassionati non rimarranno delusi.

A downtown boy...
Il protagonista principale è Yuri Lowell, un giovane proveniente dai quartieri bassi della capitale dell’impero Zaphias. Tutto inizia con il furto di un oggetto vitale per la sopravvivenza dei cittadini più poveri. Tutti gli strumenti che richiedono energia per poter funzionare sono alimentati dai “blastia”. Ognuno di essi ha a sua volta bisogno di un “core”, o nucleo. La fontana principale dei quartieri bassi non fa eccezione a questa regola, e di conseguenza senza il suo “core” smette di funzionare. Yuri si mette subito all’inseguimento del ladro accompagnato dal suo fedele compagno Repeede, un bellissimo cane lupo in grado di combattere. Questa scintilla iniziale porterà il nostro protagonista ad incontrare la principessa Estellise (ribattezzata in seguito Estelle) e intraprendere un viaggio che si rivelerà più lungo e complicato di quanto si possa immaginare. Ci fermiamo qui con la storia in modo da non rovinarvi il gusto di scoprire come questa si evolva. Quello che possiamo dire è che la struttura narrativa è solida e ben articolata. C’è da constatare che soffre anche di una certa linearità tipica dei Gdr giapponesi: città, spostamento, dungeon, ancora città e così via. Questo non deve farvi pensare ad un plot noioso o privo d’emozioni, anzi! I sette protagonisti sono caratterizzati in maniera approfondita dando ad ognuno di loro il giusto ruolo e la giusta rilevanza. I ragazzi di Tri-Ace (Infinite Undiscovery) dovrebbero imparare da Tales Of Vesperia come si creano dei personaggi e soprattutto “quanti” ne sono necessari per sviluppare una trama degna di tale nome. Non penserete mai: “Come mai questo tizio sta nel gruppo?” proprio perché tutti quanti avranno dei tratti di storia espressamente dedicati a loro, perché passato e futuro sono collegati da fili invisibili ma incredibilmente forti.
Yuri Lowell rappresenta un eroe classico e allo stesso tempo un uomo che deve decidere cosa è giusto e cosa è sbagliato, a volte optando per la strada più “buia” affinché giustizia sia fatta.

Le “arti” della guerra
Tales Of Vesperia ha molto in comune con i suoi predecessori per quanto riguarda il sistema di combattimento. Per chi non avesse mai provato un titolo della serie deve sapere che gli scontri sono in real-time con l’utilizzo diretto di un solo personaggio. All’interno del campo di battaglia potrete muovervi liberamente e decidere chi ingaggiare per primo. Oltre all’attacco standard, composto da una serie di tre colpi di spada consecutivi, potrete contare sulle “Artes”. Queste abilità speciali si dividono a loro volta in “base”, “arcane”, “altered” e “burst” artes.
A prima vista può sembrare tutto molto complicato ma nella realtà, con un po’ di pratica, riuscirete a gestire al meglio questo schema. Le “base” e le “arcane” artes sono quelle che imparerete salendo di livello. Queste due tipologie possono anche essere combinate tra di loro dando il via ad una combo devastante.
In aggiunta troviamo le “altered” artes le quali possono essere apprese utilizzando una specifica “base” artes e la relativa abilità. Ad esempio Yuri, per imparare la mossa “Pyro Havoc”, deve conoscere “Hellfire” e utilizzare cento volte la “base” artes “Wailing Havoc”. Torneremo dopo per spiegarvi come funziona il sistema d’apprendimento delle abilità poiché non abbiamo finito con le “artes”.
Ultima e potentissima mossa a vostra disposizione sono le “burst artes”. Quest’ultime possono essere usate solo durante la modalità “Over Limit”. Per attivarla dovrete prima scagliare una qualsiasi altra “artes”, in seguito tenere premuto il tasto A per scatenare tutta la sua potenza. Oltre ad essere efficace e devastante non consuma punti tecnica, anche se portare la Over Limit al livello massimo richiede un po’ di tempo.
La Over Limit in sostanza vi rende più resistenti agli attacchi, vi permette di colpire il nemico senza pausa e, nei livelli tre e quattro, vi dà la possibilità di scagliare la potente “burst artes”. Per ricaricare questa barra non dovrete far altro che infliggere e ricevere danni.

Abilità a go-go
In Tales Of Vesperia i personaggi acquisiscono le loro capacità dalle armi principali e secondarie. Ognuna di esse ha un set di skills diverso. Finché le avrete equipaggiate, attiverete automaticamente le abilità. Il sistema è molto simile a quello visto in Final Fantasy IX. Combattendo otterrete i punti necessari per apprendere in maniera definitiva quello che l’arma in vostro possesso può offrirvi.
Ci sono diverse tipologie di skills da imparare: attacco, difesa e status. Quando le attivate dovrete far attenzione al numero di punti abilità che avete in totale. In più combinando una serie di esse darete al vostro personaggio un effetto positivo extra durante la Over Limit. Di fianco l’immagine dell’eroe apparirà un glifo ad indicare quale bonus ha ottenuto.
Imparare in fretta le abilità più forti e sapere bilanciare quelle dei vostri compagni risulterà vitale ai fini della battaglia.

Come tradizione vuole...
Molti degli elementi che hanno caratterizzato la saga di “Tales Of” sono presenti in “Vesperia”.
Primo fra tutti la “Sintetizzazione” degli oggetti raccolti in battaglia. Apprendere ed utilizzare spesso questo strumento vi farà risparmiare parecchi “Gald” (sempre la stessa valuta) e ottenere pezzi pregiati per il vostro party.
Dopo ogni battaglia, oltre ai soliti EXP, punti abilità e soldi guadagnati, otterrete anche una valutazione in “Gradi”. Il “Grado” è influenzato da diversi fattori come tempo dello scontro, danni subiti, oggetti e artes utilizzati e così via. Questi punti vi serviranno alla fine del gioco per “comprare” delle particolari abilità da utilizzare in una seconda partita.
Torna inoltre l’immancabile Wonder Chef con le sue squisite ricette. Il cuoco si travestirà come al solito nei modi più bizzarri: starà a voi trovarlo per apprendere nuove pietanze.
Marchio di fabbrica della serie “Tales Of” sono poi le scene d’intermezzo tra i membri del gruppo. Rispetto al passato c’è da dire che sono state “movimentate” ma il loro numero spropositato alla lunga rischia di annoiare.
Ci saranno anche i vari costumi alternativi attivabili tramite l’acquisizione di nuovi “titoli”. Ad esempio Karol, con il titolo di “Guerriero Dorato” avrà un’armatura dorata e un elmo provvisto di corna. Vederlo addosso ad un bambino di dodici anni è alquanto esilarante.
Infine, se volte personalizzare al massimo il vostro personaggio, potrete trovare dei simpatici oggetti come cappelli, gioielli, occhiali e via discorrendo. Il nostro consiglio è di mettere i “Nerd Glasses” a Karol e la “Large Pipe” a Yuri... risate assicurate!

Un cartone animato
Dal punto di vista grafico, Tales of Vesperia soffre di alcuni alti e bassi. La realizzazione dei personaggi è ottima ma, al contempo, le ambientazioni circostanti sembrano essere un po' troppo spoglie. Nel caso di alcuni livelli la colorazione è limitata e poco varia. Se analizziamo le città invece, le cose migliorano, ma nel complesso va rilevata una scarsa fantasia nel level design.
Discorso a parte per i bellissimi spezzoni di cartone animato in perfetto stile “anime giapponese”.
La sola introduzione è da applausi, accompagnata da una canzone del gruppo Bonnie Pink davvero azzeccata. Peccato che non ce ne siano poi molte all’interno del gioco poiché, quando le vedrete, ne rimarrete estasiati.
Eccellente lavoro sul fronte audio. La colonna sonora di Tales Of Vesperia è sinceramente una delle più belle della serie e, probabilmente, degli ultimi tempi. Incredibile il lavoro di Voice Acting. Il doppiaggio è un’altra stella luminosa nel cielo di Terca Lumireis.
Infine possiamo affermare che la longevità del titolo si attesta tra le 40- 45 ore. La possibilità di rigiocare con nuove abilità, come il doppio dei punti EXP o portare con se tutti gli oggetti e le skills sin dall’inizio, è un notevole incentivo per ricominciare; se poi ci mettete un dungeon sbloccabile solo in questo modo, pieno di nemici fortissimi, capirete che una seconda o terza partita è quasi d’obbligo.
Recensione Videogioco TALES OF VESPERIA scritta da DR. FRANK N FURTER Tales of Vesperia è un ottimo JRPG. La storia e i personaggi vi rimarranno nel cuore. La loro caratterizzazione è eccezionale, come del resto la loro resa estetica. Nonostante tutto, le ambientazioni di gioco potevano però essere più fantasiose e dettagliate.
Il sistema di combattimento è solido e ben strutturato. Molteplici sono le scelte e le voci da curare, come la tradizione dei Gdr nipponici impone. Dopo la lunga attesa rispetto al rilascio d'Oltreoceano, il titolo approda finalmente anche in Europa, per la gioia di tutti gli appassionati.
Appuntamenti LIVE e Video Rubriche
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967