Anteprima di Borderlands

Copertina Videogioco Borderlands
  • Piattaforme:

     Xbox 360
  • Genere:

     Sparatutto
  • Sviluppatore:

     Gearbox Software
  • Distributore:

     Cidiverte
  • Giocatori:

     1-4
  • Data uscita:

     23 Ottobre 2009
Loading the player ...
A cura di (Zeno) del
Nell'attuale generazione di videogiochi, caratterizzata in buona parte dal successo dei grandi titoli online, molto spesso appartenenti al genere degli sparatutto, si ritaglia uno spazio interessante questo nuovo progetto in sviluppo presso gli studi Take Two. Forte di un momento particolarmente positivo per quanto riguarda la nuova line up, il team continua ad ampliare i propri orizzonti. Uno dei nuovi lavori presentati, che sicuramente ha attirato l'attenzione verso di se, è Borderlands. Immaginate un FPS dalle meccaniche vicine ad Halo 3, che segue tuttavia uno schema di evoluzione dei personaggi in linea con gli stilemi degli RPG online: è la premessa più adatta per avere un'idea del concept alla base di questo nuovo titolo.

Lontano, verso i propri limiti.
Il desiderio di intraprendere questo cammino da parte degli sviluppatori nasce dalla necessità, a loro detta, di trovare diverse tipologie di gameplay da poter fondere insieme, in modo da poter creare un'esperienza più ricca possibile, ed in grado di attirare un'utenza più ampia. Le vicende narrate nel gioco si svolgeranno interamente sulla superficie del pianeta Pandora, un luogo inospitale, selvaggio e vittima di un inesorabile decadimento. Dall'accoglienza che riceveremo dalle creature locali si percepisce che la razza umana non è affatto la benvenuta. L'avventura principale ci trascinerà nel bel mezzo di una lotta per il possesso di misteriosi manufatti alieni. Abbiamo potuto visionare la modalità cooperativa online (ne sarà presente anche una locale in split-screen) che permette a quattro giocatori di affrontare tutta la storia. Della demo presente nello stand della Game Convention sono state mostrate due differenti fasi di gioco. Nella prima un'area prevalentemente montuosa e povera di vegetazione accoglieva i due giocatori protagonisti della breve sessione. Il tempo di iniziare a giocare che subito è stata palesata la presenza di veicoli da combattimento, attraverso uno scontro non troppo difficile. Nel controllare i due personaggi una volta a bordo del mezzo, si poteva scegliere in ogni momento a chi dei due affidare la mitragliatrice fissa presente sul retro, oppure la guida effettiva. Questo non si rivela solo divertente da eseguire, ma può risultare anche decisivo ai fini della battaglia. Affidando dei compiti compatibili con le abilità a disposizione di ognuno dei due soldati, si otterranno le massime prestazioni offensive e difensive; ed è qui che entra in gioco la componente RPG di cui sopra. Ogni personaggio appartiene ad una specifica classe e in base alle prerogative del suo gruppo può evolversi in una determinata direzione ed in precisi ambiti, aumentando così le proprie statistiche ed aggiungendo numerose abilità esclusive. Avremo quindi i sempre soddisfacenti level-up ad accompagnarci nel viaggio, assieme a delle postazioni sparse per le ambientazioni, da cui poter accedere ad una sorta di centro potenziamenti.

La seconda fase della demo invece riguardava i combattimenti a piedi, e ci ha introdotto a quello che sembra essere il definitivo punto di forza dell'intera produzione, ovvero la quantità di armi che comporranno il nostro arsenale privato. Parliamo di centinaia e centinaia di armi collocate dappertutto negli stage, con la possibilità di scambiarle con i compagni sempre e ovunque, anche a distanze ragguardevoli lanciandole verso di loro. La demo continuava nell'area delle miniere dove però c'è sembrato che tutto il nostro equipaggiamento fosse un po' esagerato se messo in relazione alla quantità media di nemici su schermo. I combattimenti possono assumere approcci diversi, e questo fa si che praticamente tutti riescano a trovare la loro arma preferita per godere al meglio dell'esperienza.
L'atmosfera che si respira tra le lande desolate di Pandora ci ha fatto sentire costretti nella nostra tuta spaziale. Le musiche in questo contesto assumono spesso dei caratteri tipicamente tribali che si rivelano molto coinvolgenti, grazie alle percussioni e alle sonorità esotiche. Per quanto riguarda il lato tecnico il gioco si presenta già da ora ad un buon livello, riuscendo a garantire una fluidità ragguardevole, delle texture senza indecisioni, ma soprattutto una vastità degli ambienti che promette di regalarci ore e ore di esplorazione senza tempi di caricamento tra una area e l'altra.


Il gioco è previsto sul mercato per il primo quadrimestre del 2009 su Xbox360; per il momento ci siamo fatti un'idea di quello che potrebbe essere uno dei giochi da tenere d'occhio, per iniziare il prossimo anno all'insegna di una formula un po' diversa dal solito. Non possiamo far altro che attendere ulteriori informazioni nei prossimi mesi. Rimanete con noi su Spaziogames per seguire l'evoluzione di Borderlands.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.