Anteprima di Fable 2

Copertina Videogioco Fable 2
  • Piattaforme:

     Xbox 360
  • Genere:

     Gioco di ruolo
  • Sviluppatore:

     Lionhead Studios
  • Distributore:

     Microsoft
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1 - 2 (Multiplayer online)
  • Data uscita:

     Disponibile dal 24 ottobre 2008
Loading the player ...
A cura di (Falconero) del
Fable rappresenta senza ombra di dubbio uno dei migliori prodotti mai realizzati sulla prima Xbox. Grazie a questo titolo, ed alle sue innegabili qualità, Microsoft riuscì infatti ad attirare una gran numero di videogiocatori, tutti accomunati da un solo ed unico desiderio: visitare le terre di Albion. Il successo del primo capitolo ha quindi portato ad un inevitabile sequel che, in molti, attendono come il nuovo messia degli rpg-action. In occasione del recente Microsoft Gamer’s Day, è stato possibile dare un nuovo sguardo a questo titolo e soprattutto a quelle che sono le sue potenzialità, e ciò che abbiamo scoperto, ci ha lasciati davvero senza fiato.

Libertà decisionale
Sin dal primo annuncio relativo allo sviluppo di Fable 2, Molyneux ha sempre evidenziato ed esaltato l’incredibile libertà decisionale che sarà proposta ad ogni singolo giocatore. Tutte le nostre azioni, comprese quelle apparentemente inutili, influenzeranno, infatti, in maniera più o meno marcata, il susseguirsi degli eventi. Nella recente presentazione, gli sviluppatori hanno preso come esempio una delle situazioni iniziali dell’avventura, dove, in quel di Bowerstone, il protagonista verrà incaricato di dare la caccia ad alcuni criminali, per catturarli e successivamente riportarli alla polizia. In quest’occasione avremo quindi la possibilità di scegliere se acciuffare i furfanti, o lasciarli vivere liberamente vendendo le taglie alla confraternita dei criminali. La nostra decisione avrà ovviamente un effetto sulla cittadina, anche se, almeno inizialmente, non sarà possibile notarlo; a distanza di qualche anno digitale dall’evento, le condizioni di Bowerstone, cambieranno radicalmente. Se da un lato, consegnando i criminali alla polizia, ritroveremmo la comunità libera e felice, dall’altro, lasciando i malviventi a piede libero, ci addentreremmo in un luogo a dir poco pericoloso, dove l’unica legge in vigore sarebbe quella della spada. Molyneux ha promesso un gran numero di situazioni come questa, sottolineando che, attraverso partite cooperative, avremo la possibilità di assistere ad un gran numero di varianti, strettamente legate alle scelte fatte dall’host della partita a cui decideremo di unirci.

Gli sviluppatori hanno inoltre reso noto che nel corso del gioco, oltre al nostro fedele cane, saremo costantemente accompagnati da specifici personaggi, come ad esempio la sorella del protagonista. Tali personaggi si avvicenderanno con discreta regolarità e starà a noi decidere come e quando interagire con loro. Al momento, purtroppo, non sono state rese note particolari informazioni riguardo a questo aspetto. Non ci resta che attendere per saperne di più.

Un mondo di novità
Una delle novità più interessanti, nonché inaspettate di questo sequel, è la mancanza di una mini-mappa su schermo, poiché gli sviluppatori hanno deciso di sostituirla con una linea fosforescente posta sul terreno di gioco. Tale linea, fortunatamente non troppo invasiva dal punto di vista grafico, ci indicherà tutti i luoghi di maggior interesse, ovvero quelli che potranno aiutarci ad avanzare nella storyline; com’è facile intuire, tale linea servirà soltanto come guida e di conseguenza, non dovrà essere necessariamente seguita. Starà ancora una volta a noi, scegliere cosa fare e soprattutto quando farlo. Tra le innovazioni spicca inoltre la maggior importanza riposta nella gestualità del personaggio, e degli effetti che questa avrà su gran parte delle situazioni di gioco. Nel corso dell’avventura, oltre alle ormai note manifestazioni comportamentali quali rutti o gestacci, avremo la possibilità di eseguire anche una serie di espressioni facciali che, in alcune occasioni, potrebbero suscitare specifiche reazioni nei nostri interlocutori. Al momento non è stato svelato se tali reazioni avranno un effetto sulla storyline, ma Molyneux ha promesso ulteriori dettagli nel corso delle prossime settimane.

Nel corso della presentazione è stato dato ampio spazio anche alle meccaniche di gioco; gli sviluppatori hanno confermato nuovamente che le fasi di combattimento ruoteranno intorno ad un solo tasto, e che quest’ultimo varierà in base alla tipologia di attacco scelta. Gli incantesimi potranno essere eseguiti attraverso B, gli attacchi con la spada con X, mentre archi e frecce saranno legati ad Y. Sembra inoltre che, in base alla tipologia di attacco usata con più frequenza, l’aspetto del personaggio cambierà radicalmente; ciò vuol dire che usando frequentemente la spada, il nostro corpo acquisterà massa e vigore, mentre avvalendoci spesso di un arco, acquisiremo maggior agilità, oltre che un fisico longilineo e scattante.

Ci siamo quasi…
Fable 2 si prospetta come uno dei prodotti più affascinanti e stimolanti della nuova generazione videoludica. L’incredibile libertà decisionale, unita ad un gameplay semplice ed allo stesso tempo forte di una notevole profondità, permetteranno ad ogni tipologia di utente di assaporare questo titolo nella sua interezza. Sebbene l’aspetto tecnico necessiti ancora di una “ripulita”, possiamo affermare, senza alcuna paura di essere smentiti, che questo titolo potrebbe davvero rivelarsi una killer application assoluta, capace di attirare l’interesse non solo degli appassionati, ma anche di tutti i videogiocatori più diffidenti verso questa serie. Non ci resta che attendere una data di rilascio ben precisa, confidando nella mancanza di imprevisti, o peggio, di ulteriori rinvii.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.