Recensione di Aegis Wing

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     Xbox 360
  • Genere:

     Sparatutto
  • Sviluppatore:

     Carbonated Games
  • Giocatori:

     1-4
  • Costo:

     Gratuito
  • Data uscita:

     16 maggio 07 (USA)
- Strepitoso in Multiplayer
- Gratuito
- Immediato
- Cortissimo
- Musiche ripetitive
- Varietà scarsa
A cura di (Benenath) del
Un progetto alquanto interessante quello di Microsoft. Con l’aiuto della piattaforma XNA ha permesso a tre studenti universitari, che stavano comunque lavorando alla società tre settimane prima, di sviluppare un titolo interessante, destinato, ovviamente, ad Xbox Live Arcade.
Questo progetto si chiama Aegis Wing, shooter spaziale in 3D a scorrimento orizzontale, reso gratuito per tutti, almeno per un limite di tempo, in America.
Perché allora i fantastici quattro? Beh, Aegis Wing fa del suo punto di forza il Multiplayer, ed infatti, all’interno del gioco, è possibile giocare in quattro contemporaneamente, sia in locale che su Xbox Live, e creare una sola terribile macchina da guerra, ma spieghiamo il tutto nei dettagli.

“Con i vostri amici sarete una potenza devastante, da soli come delle lepri nella stagione di caccia…”
Un titolo molto ‘old-school’ questo Aegis Wing, ispirato palesemente a titoli come Gradius, ambientato nel solito futuro, con i soliti umani alla ricerca di forme di vita, e le solite forma di vita che si rivelano ostili.
La realizzazione tecnica è buona per essere un titolo Live Arcade, ci sono molti difetti, ma riesce comunque a far il proprio lavoro egregiamente tuttavia senza, naturalmente, impressionare. Dal sonoro, invece, ci aspettavamo di più. Discreta la musica nel menu, ma ripetitiva e noiosa quella che vi farà compagnia per tutto il gioco, dato che verrà ripetuta sempre la stessa con qualche piccola variazione in diversi punti. Buoni, invece, gli effetti sonori delle navi, delle esplosioni e degli oggetti che è possibile usare durante le partite.
Riguardo alle ambientazioni, diciamo che sono le classiche per un titolo del genere. Si va quindi dallo spazio sconfinato, ai campi di asteroidi e per finire nei pianeti alieni di cui l’umanità cerca di scoprirne le forme di vita. Mentre le astronavi nemiche sono tutte simili tra di loro, non differiscono nemmeno i “boss” di fine livello o, perlomeno, quest’ultimi cambiano solo nella forma.
Ma andiamo al gameplay, fattore più importante di un titolo.
Particolarità di questo Aegis Wings è di fare, come dicevamo, molto affidamento sul multiplayer, dato che è possibile, affrontare tutte le missioni con massimo quattro amici. Dopo aver scelto il colore della vostra astronave, avrete la possibilità di controllarla sia con l’analogico che con il D-PAD. Con A sparerete, ma con X userete la funzione più importante, la fusione. Questa serve a fare in modo che la vostra astronave si unisca, letteralmente, a quelle dei vostri amici per formare un’unica e sola astronave decisamente devastante. Con B, invece, userete i diversi oggetti che troverete distruggendo i vostri avversari. Oggetti che andranno dal classico scudo che respinge i colpi avversari, ai missili teleguidati, ai superlaser ecc.
Questi potenziamenti, inoltre, vedono aumentata a dismisura la loro potenza quando usati in stato di fusione, offrendo maggiore efficacia a seconda di quante astronavi si sono unite. Se formate quindi, la fusione con quattro astronavi (che peraltro sblocca un obiettivo), la potenza e la vastità degli effetti di questi oggetti sarà quadruplicata. Però, se con i vostri amici sarete davvero una potenza devastante, da soli sarete come delle lepri nella stagione della caccia per quanto deboli.
Il gioco, infatti, in singolo è decisamente impegnativo dato che sembra appositamente sviluppato per partite da due giocatori in su. I nemici sono troppi per un giocatore solo e quest’ultimo riuscirà difficilmente ad avere la meglio sui numerosi laser lanciati dagli avversari.
Cercando ancora tra i difetti ne ritroviamo quello più grosso ed importante: la longevità. Questa è incredibilmente bassa, soprattutto con quattro giocatori, dato che completare il titolo vi richiederà massimo mezz’ora. La rigiocabilità è, comunque, ricompensata da tre diversi gradi di difficoltà e gli immancabili obiettivi che vi spingeranno, pure, a compiere azioni folli (ad esempio, completare un livello senza sparare usando solamente gli oggetti).
Ma questo non basta. Primo perché le ambientazioni non sono varie, cosi come la potenza e la quantità di nemici a schermo. Secondo perché il gioco è comunque corto, difficilmente, una volta completato nei tre livelli di difficoltà, avrete voglia di ricominciare, a meno che non vogliate cercare di fare record su record.
Recensione Videogioco AEGIS WING scritta da BENENATH In conclusione, questo Aegis Wing è un prodotto dalle idee interessanti ma che non riesce a distinguersi, per via di una longevità limitata e una classicità davvero elevata. Dobbiamo tuttavia tenere in considerazione che il gioco è sviluppato da soli tre studenti universitari e quindi vanno lodati per l’attenzione e la cura che hanno cercato di riporre. In secondo luogo è gratuito. Quindi, potrete scaricarlo tranquillamente e ve lo consigliamo, soprattutto per una bella serata con amici, perché in Multiplayer è devastante. Garantito.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.