Recensione di Assault Heroes

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     Xbox 360
  • Genere:

     Arcade
  • Sviluppatore:

     Wanako Studios
  • Costo:

     800 Microsot Points
  • Data uscita:

     Disponibile
- Divertentissimo
- Curato in ogni particolare
- Semplice ed immediato per tutti
- Non lunghissimo
- Alcuni effetti bruttini
- Modalità multiplayer migliorabile
A cura di (SAH) del
Assault Heroes riprende la grande tradizione dei migliori sparatutto NEO-GEO che hanno subissato le sale giochi nei primi anni novanta. Il tutto ovviamente ottimizzato con la tecnologia e la potenza di una console del calibro di Xbox360. Il concept che sta alla base del titolo Sierra è estremamente semplice: alla guida di un'autovettura o di una piccola imbarcazione il giocatore dovrà farsi largo attraverso varie ambientazioni distruggendo qualunque nemico si frapponga davanti. L'azione è a scorrimento verticale e, una volta superata una determinata frazione, non sarà più possibile tornare indietro. La storia che fa da sfondo ad Assault Heroes è piuttosto banale: in un futuro non troppo lontano una società super-segreta tenterà la conquista del mondo grazie all'utilizzo di mezzi corazzati ultra-tecnologici, il giocatore vestirà i panni di un soldato che dovrà ovviamente sventare i piani di questa fantomatica minaccia. Graficamente il titolo si dimostra estremamente fluido e gradevole. Le ambientazioni sono state realizzate con cura e si nota una certa ricerca di varietà nella scelta delle strutture nemiche e dei loro veicoli. Eccezionali le esplosioni un pò meno gli elementi di contorno come alberi o cespugli, che per quanto possono essere distrutti, si rivelano fin troppo statici.

In Macchina o a piedi
La vettura avrà una barra di energia che calerà in base al numero di colpi ricevuti. Una volta distrutta il gioco continuerà a piedi nei panni del nostro alter-ego virtuale che però sarà notevolmente più lento, meno efficace e più esposto ai colpi nemici. In questo caso basterà adottare una tattica difensiva, limitando le sortite in avanti in attesa che una nuova vettura compaia dal nulla. SI tratta di una scelta voluta da Sierra per cercare di limitare al minimo la frustrazione del giocatore che sentiamo di condividere. Esistono anche delle zone sotterranee dove sarà obbligatorio utilizzare esclusivamente il soldato. Le gallerie saranno piene di nemici e trappole e il livello di difficoltà salirà sensibilmente. Un'interessante aggiunta che funge da mini-gioco che spezza il ritmo dell'azione dal gioco principale e permette al giocatore di rilassarsi anche se per pochi minuti. Ogni livello è diviso in varie zone (di solito tre) di difficoltà crescente che precedono lo scontro con un boss, spesso piuttosto grosso e cattivo. Per sconfiggerlo avrete a disposizione un'arsenale composto da tre armi principali (la mitragliatrice, il cannone e il lanciafiamme) che possono essere upgradati fino a un massimo di tre livelli grazie ai potenziamenti sparsi per gli stage. In alternativa potranno essere usate le granate e una versione alternativa della bomba atomica che elimina tutti i nemici sullo schermo. Giunti al fatidico game over, in caso di interruzione di partita il giocatore non dovrà ricominciare tutto dall'inizio come succedeva nei coin-up di quindici anni fa, ma potrà ripartire dall'ultima zona raggiunta. La longevità purtroppo però, anche a causa di queste facilitazioni, non si attesta su livelli particolarmente alti. Un giocatore esperto sarà in grado di completare l'avventura a livello normale nel giro di un paio d'ore anche se l'eccezionale gestione dei 200 gamescore con dodici differenti obbiettivi impostati con grande attenzione invoglierà a ricominciare il gioco più volte. E' stata inserita anche una modalità multi-giocatore sia sulla stessa console che attraverso xbox live per giocare l'intera campagna in compagnia di un amico.
Recensione Videogioco ASSAULT HEROES scritta da SAH Un prodotto estremamente valido che vale tutti i Microsoft Points che costa. Semplice e adrenalinico, Assault Heroes è la dimostrazione che anche in cinquanta megabyte è possibile realizzare un prodotto graficamente curato ed estremamente divertente, limitato solo da una longevità non proprio esaltante ma che, grazie ad un'oculata gestione degli obbiettivi, promette un'elevata rigiocabilità.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.