Recensione di Table Tennis

Copertina Videogioco Table Tennis
  • Piattaforme:

     Xbox 360
  • Genere:

     Sportivo
  • Distributore:

     Take Two
  • Data uscita:

     Disponibile
- Giocabilità immediata e frenetica
- ... ma ricca di approfondimenti
- Grafica e sonoro curati
- Molto divertente in multiplayer
- Prezzo interessante
- Non si possono creare personaggi
- Poche modalità di gioco
- Manca la modalità carriera
- Non si può giocare in doppio
- Da soli stanca presto
A cura di () del
Con sorpresa ho appreso, quando è stato annunciato Table Tennis, che il produttore era Rockstar, la società americana infatti è nota soprattutto per titoli quali GTA, Manhunt, The Warriors. Ecco invece che i programmatori ci spiazzano e cambiano completamente registro, dedicandosi ad un titolo sportivo per giunta di una disciplina che, sebbene avesse dato al mondo dei videogiochi lo storico Pong, raramente è stata poi ripresa in considerazione. Il titolo Rockstar invece si avvicina con uno stile nuovo a questo sport, non molto seguito in occidente ma che conta comunque un buon numero di estimatori in tutto il mondo, e lo fa proponendo un titolo fresco e molto curato.

Questione d’effetto
Sebbene la meccanica di gioco sia semplice, il gioco riesce ad offrire un gameplay che risulta nello stesso tempo immediato e profondo. Avremo a disposizione diversi colpi, ognuno in grado di dare alla pallina un differente tipo di effetto e potenza. Si parte dai colpi con spin a destra oppure sinistra per arrivare ai colpi con effetto in avanti e indietro (topspin e backspin). Non mancano poi i tiri speciali come il colpo concentrato che consuma un’apposita barra di energia oppure il colpo smorzato. Premendo insieme più tasti si possono ottenere colpi particolari con effetti difficili da controllare per l’avversario. L’importanza dell’effetto è notevole in quanto se rispondiamo con lo stesso tipo di effetto con cui la pallina arriva, otterremo una risposta più efficace. Per agevolarci a riconoscere che tipo di colpo è stato eseguito dall’avversario vedremo attorno alla sfera un alone del colore del tasto premuto.
Come in tutti i giochi di tennis anche in questo caso è importante arrivare il prima possibile sulla pallina e caricare il colpo in modo da imprimere maggiore potenza. Tramite lo stick analalogico sarà poi possibile indirizzare la pallina negli angoli.
Interessante la novità per cui esagerando con il caricamento il controller comincia a vibrare per segnalarci la situazione a rischio e permetterci di correggere il tiro.
Se riusciremo a mettere in difficoltà l’avversario in modo da costringerlo ad una risposta approssimativa in cui la pallina arriva con una traettoria alta, potremo esibirci in spettacolari schiacciate.
Lo stile di gioco si può considerare a metà tra arcade e simulazione. La traettoria della pallina infatti è abbastanza realistica anche se gli effetti risultano accentuati, il tutto per garantire un elevato grado di spettacolarità.
Per vincere un incontro bisogna avere la meglio su tre set e raggiungere gli undici punti. Le partite comunque potrebbero essere piuttosto lunghe perché spesso gli scambi arrivano a diverse decine di colpi e tutto si potrebbe decidere per un fuggente attimo di distrazione.

Modalità carriere, editor personaggi, il doppio … i grandi assenti
Se da un punto di vista della giocabilità c’è ben poco da eccepire, altrettanto non si può dire per quanto riguarda le modalità di gioco implementate.
In Table Tennis potremo giocare la classica esibizione oppure partecipare a tornei per sbloccare dei personaggi nascosti. Durante gli incontri inoltre potremo rendere accessibili nuove magliette o palazzetti sportivi in cui giocare. Purtroppo però il numero totale dei personaggi disponibili non è elevato e ciò è penalizzato ulteriormente dal fatto che manca la modalità carriera in stile Top Spin in cui sviluppare le abilità del proprio atleta. In conseguenza a questa caratteristica non è presente nemmeno un editor per tracciare le caratteristiche di base del personaggio e personalizzarlo nell’aspetto. Anche la modalità doppio non è supportata per cui si potrà giocare solo uno contro l’altro.
Fortunatamente il multiplayer è molto divertente e se avete possibilità di praticarlo allunga parecchio la vita del prodotto. Online il gioco offre la possibilità di partecipare a partite d’esibizione oppure classificate e inoltre permette di gestire tornei fino ad otto persone, caratteristica questa molto interessante. Durante le partite in live inoltre non ho riscontrato problemi di lag.

Tecnicamente di classe
Da un punto di vista tecnico, l’attenzione è stata ricolta alla realizzazione dei personaggi che sono perfettamente ricreati per quanto riguarda i dettagli fisici e le movenze. Il motore grafico inoltre è brillante in termini di fluidità e riesce a riprodurre con naturalezza i molteplici gesti atletici dei protagonisti che si distinguono anche visivamente per il differente stile di gioco. Sorprendente è la cura per i particolari come il movimento delle magliette, la resa della pelle e relativo sudore!
Il movimento della pallina è piuttosto realistico anche se naturalmente, essendo un videogioco, sono stati accentuati gli effetti che è possibile imprimere per rendere gli scambi più spettacolari.
I palazzetti sportivi presenti sono in buon numero, per il tipo di inquadratura adottata tuttavia non è possibile apprezzarne, durante la partita, le caratteristiche architettoniche.
Le visuali disponibili sono solo due però c’è una novità che rende più spettacolari alcune situazioni: nei momenti di particolare enfasi infatti si assiste a un tempestivo cambio d’inquadratura in modo da valorizzare eventi particolari come quando la pallina colpisce lo spigolo del tavolo o si esegue un colpo concentrato particolarmente potente.
Analizzando l’audio ci troviamo di fronte ad un comparto sonoro curato soprattutto per quanto riguarda le voci del pubblico che interviene al momento giusto reagendo in relazione alle situazioni di gioco. Per il resto non ci sono particolari colonne sonore d’accompagnamento da segnalare ma, del resto, non è questo che ci si aspetta da un gioco di questo tipo.
Recensione Videogioco TABLE TENNIS scritta da Table Tennis è una piacevole sorpresa che porta alla nostra attenzione uno sport fino ad oggi trascurato dal mondo dei videogames. Si tratta di un titolo immediato che nasconde però una profonda meccanica di gioco che si potrà apprezzare completamente solo con un attenta analisi del titolo. Vero punto dolente sono le poche modalità presenti che rendono l'esperienza in single player piuttosto limitata. Manca infatti una modalità carriera (tipo quella presente in Top Spin ad esempio) e non si possono creare personaggi ma soltanto sbloccarne alcuni già impostati.
Per quanto riguarda l'aspetto multiplayer è ben realizzato il gioco in Live, anche se manca la modalità in doppio che comunque sarebbe stata difficile da gestire al meglio. Nota positiva infine, oltre ad un accurata realizzazione tecnica, è il prezzo ridotto a cui viene venduto il gioco, 39 euro sono sicuramente un buon incentivo per avvicinarsi a questo nuovo titolo Rockstar.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.