Recensione di Far Cry Instincts Predator

Copertina Videogioco Far Cry Predator
  • Piattaforme:

     Xbox 360
  • Genere:

     Sparatutto
  • Sviluppatore:

     Crytek Studios
  • Data uscita:

     Disponibile
- Buona resa visiva della superficie acquatica
- Ottima longevità complessiva
- Multiplayer online e offline fino a 16 giocatori
- Editor di mappe
- Grafica non all'altezza della console
- Cali di frame rate
- I.A. non eccelsa
- Ambienti di gioco di vastità inferiore rispetto alla versione PC uscita ben 2 anni fa
A cura di (AWesker) del
A pochi mesi dall'uscita di Far Cry Instincts per Xbox, che si rivelò il miglior sparatutto per la console Microsoft del 2005, Ubisoft ci riprova, proponendo questo Far Cry Instincts Predator per Xbox 360. Anche se il tempo di sviluppo è stato piuttosto esiguo, sarà riuscita la software house a realizzare un titolo all'altezza del predecessore? Andiamo a scoprirlo...

Liberate la bestia che è in voi
Far Cry Instincts Predator è composto essenzialmente da 2 giochi: l'originale Far Cry Instincts per Xbox e il relativo seguito Evolution (pubblicato separatamente anche come Far Cry Instincts Evolution per la "vecchia" console Microsoft). Se vi siete quindi lasciati sfuggire la versione originale, ora avete sicuramente modo di rimediare acquistando questa nuova edizione. Nel titolo vestirete i panni di Jack Carver, un ex militare che, dopo essersi ritirato, ha deciso di condurre una vita tranquilla, portando in giro i turisti sulla propria barca. I guai iniziano con l'arrivo di Val Cortez, la quale gli chiede di accompagnarla alle isole Jucatan, un isolato arcipelago che i locali hanno sempre evitato. Non appena giunti sul posto, la "simpatica" donzella se ne va sull'isola su di un acquascooter, ma poco dopo il nostro eroe viene attaccato apparententemente da delle squadre speciali che stavano pattugliando la zona, riducendo la sua imbarcazione ad un cumulo di macerie. Non gli resta altro che nuotare e raggiungere la terra ferma, ma qui troverà pericoli ben peggiori in agguato ad attenderlo. Presto infatti si ritroverà ad essere sottoposto ad un esperimento, l'iniezione di uno speciale siero che "risveglierà" i suoi poteri animaleschi. A questo punto, anche grazie alle nuove capacità, riesce a liberarsi e... inizia il periodo di caccia.
Il gameplay del titolo è quindi diverso dalla maggior parte degli FPS in commercio (dove si spara a tutto quello che si muove e basta), soprattutto per la presenza delle cosiddette capacità ferine del protagonista, le quali gli permettono di correre a velocità assurde, uccidere i nemici all'istante con un pugno potentissimo, compiere balzi di elevata altezza, riconoscere al buio le tracce dei nostri avversari e rigenerarsi. Purtroppo non è tutto oro quel che luccica, infatti anche l'udito è stato potenziato, al punto che in presenza di forti rumori, come ad esempio un allarme, perderemo energia. Inoltre non sarà possibile utilizzare questi poteri in ogni momento: a questo scopo avremo bisogno di una certa quantità di adrenalina, indicata da un'apposita barra. Sarà molto utile anche uccidere gli avversari nel modo più silenzioso possibile, piombando alle loro spalle quando sono distratti o sparandogli in testa quando ci troviamo sotto una loro capanna. Queste strategie sarebbero ancora più vantaggiose se l'intelligenza artificiale dei nemici fosse stata realizzata meglio; infatti, molto spesso, non appena ci scopriranno li vedremo venire verso di noi senza timore di essere uccisi, invece di nascondersi sfruttando l'ambiente e accerchiarci. L'unica cosa "intelligente" è quella di rispedirci indietro qualche granata che abbiamo lanciato. Sotto questo aspetto, Far Cry Instincts Predator non ha saputo migliorare il predecessore. Sarà per la prossima volta.
Nel titolo ci troveremo anche a pilotare vari mezzi, dal deltaplano alle moto d'acqua, e anche le armi sono presenti in buona quantità, da quelle più tradizionali come le pistole e il fucile fino ad arrivare al lanciarazzi e il fucile da cecchino; inoltre, come Halo 2 insegna, è possibile impugnarne 2 alla volta, a patto che siano dello stesso tipo.
La durata della campagna Instincts è quantificabile sulle 10 - 12 ore di gioco, dopodichè sbloccherete quella "Evolution", diretto seguito della prima, che vi intratterrà per altre 7 - 10 ore lungo 8 livelli. In questa vi ritroverete con tutti i poteri già disponibili fin dall'inizio e le aree di solito saranno più vaste (pur non raggiungendo l'estensione della versione PC), ma in definitiva sanno fin troppo di "già visto", facendo assomigliare Evolution più ad un'espansione che ad un seguito vero e proprio. In ogni caso saranno presenti nuove armi e alcuni nuovi veicoli da pilotare.

Multiplayer e dintorni
Una volta che avrete completato entrambe le modalità, il titolo saprà offrirvi ancora divertimento tramite la sua componente multiplayer. Fino ad un massimo di 16 giocatori, via System Link o Xbox Live, potranno prendere parte in furiose partite in varie modalità di gioco, dal classico Deathmatch singolo o a squadre (qui rinominato in "Caos"), alla più avvincente Predatore. Sono disponibli ben 23 mappe diverse sulle quali cimentarsi, ma non è finita qui! Infatti una caratteristica peculiare del gioco è la presenza di un comodo e potente editor con il quale potrete crearvi le vostre mappe personalizzate con facilità, dandovi la possibilità di scambiarvele con i vostri amici tramite Live e giocarci insieme.

Ma questa è next gen?
L'aspetto in cui Far Cry Instincts Predator delude è sicuramente quello grafico. Ad una prima occhiata sembra di essere di fronte ad una versione hi-res del titolo Xbox: purtroppo infatti vedremo orribili texture pixellose a bassa definizione, modelli poligonali un po' spigolosi e dal look plasticoso; se non fosse per gli effetti di luce migliorati e la superficie dell'acqua realizzata molto meglio (anche se tanto bella quanto inutile, visto che il suo comportamento è immutabile, tanto che sparando vedremo che le onde non si modificheranno e verrà mostrato solo un misero effetto per far vedere che c'è stato un impatto del proiettile con l'acqua) visualizzando il gioco su una TV normale vi sembrerà di giocare alla versione Xbox. Inoltre, soprattutto durante la campagna Evolution, assisterete a qualche occasionale calo di frame rate, che certo non influenzerà la giocabilità, ma vi lascerà con l'amaro in bocca per lo scarso sfruttamento delle enormi capacità della console Microsoft.
Anche sul fronte sonoro tutto è rimasto praticamente immutato: stessi effetti, stesse esplosioni, stesso doppiaggio, solo che è presente un mix surround decisamente migliore.
Recensione Videogioco FAR CRY INSTINCTS PREDATOR scritta da AWESKER Far Cry Instincts Predator è sicuramente un ottimo sparatutto in prima persona, la cui pecca principale risiede nella realizzazione tecnica dozzinale che non sfrutta la console come altri titoli analoghi (vedi G.R.A.W. o Perfect Dark Zero). A parte questo, il gioco si conferma un valido acquisto, soprattutto per chi non ha mai avuto la possibilità di giocare al titolo originale su Xbox (che al momento non è neppure retrocompatibile), grazie alla buona longevità delle campagne single player e il multiplayer fino a 16 giocatori dove potrete anche sfruttare le vostre "creazioni" con l'editor integrato.
Rimaniamo fiduciosi in attesa del VERO Far Cry di nuova generazione... nel frattempo possiamo tranquillamente divertirci con questo episodio.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.