Recensione di Tiger Woods PGA Tour 2006

Copertina Videogioco Tiger Woods 2006
  • Piattaforme:

     Xbox 360
  • Genere:

     Sportivo
  • Sviluppatore:

     Electronic Arts
  • Data uscita:

     Disponibile
- Buona grafica
- Modalità carriera profonda e ben fatta
- Ottimo live
- Tagli ai contenuti rispetto alle altre versioni
- In single player alla lunga stanca
- Qualche piccolo bugs
A cura di (Luke79) del
Come avete capito dal sottotitolo il mio amore per il golf, per i suoi scenari fantastici, per i suoi verdi prati all'inglese, ha subito un impennata grazie al mitico cartone "Tutti in campo con Lotty", dove un ragazzino con doti eccezionali per questo sport passava da un torneo all'altro in giro per il mondo e il suo grido di battaglia al momento di colpire la palla era un italianissimo: SPA-GHET-TIIIIII.
Devo dire però che, videoludicamente parlando, avevo più o meno 8 anni quando sul mitico Commodore 64 passavo da una buca all'altra con una pallina "quadrata", sperando almeno di rimanere nel par!!!
Sono passati molti anni, Lotty non si vede più in tv e la grafica dei giochi ormai è ai limiti del fotorealismo, ma è con il solito entusiasmo che sono pronto, dopo ore di gioco, a raccontarvi tutto su questo Tiger Woods 2006!

Il mio swing è più lungo del tuo!
Approda sulla prima console della next generation il titolo golfistico più blasonato del panorama videoludico, ma non è tutto oro quello che luccica, infatti i numerosi tagli ai contenuti, dovuti probabilmente a scadenze da rispettare, hanno tolto spessore al gioco e non basta una eccelente grafica, al pari di un potente pc, per recuperare i punti persi per strada. La modalità single player, ad esempio, ha perso la modalità Rivals e conseguenti giocatori e divise delle altre epoche, una scelta dei programmatori discutibilie. La caratterizzazione del personaggio è stata, al contrario, ampliata, il che permette una riproduzione accuratissima del proprio alter ego virtuale. Queste cose mi fanno pensare che i ragazzi della EA hanno preferito impegnarsi di più sulla grafica per tastare un po’ il polso alla nuova console di zio Bill.
Il metodo di controllo è stato comunque elaborato molto bene e, anche se non è possibile cambiarlo come più ci piace, vi posso dire che, fatta un po’ di pratica, è una vera bomba.
Lo swing non ha barre di potenza "a saliscendi" o sequenze di pressione a tempo, ma ci permette di interagire con il nostro golfista virtuale in maniera diretta e quasi naturale.
L'interfaccia si avvale dei due stick analogici, assegnando al primo il controllo del colpo e al secondo la gestione degli effetti. Per eseguire uno swing come Dio comanda, è necessario portare lo stick di sinistra indietro per avviare il colpo e, raggiunta l'ampiezza voluta che determina la potenza di tiro, si mima il colpo riportando lo stick verso l'alto. Spostando invece lo stick di destra saremo in grado di impartire alla pallina rotazioni utili sopratutto per imprimere effetti laterali e per alzare la traiettoria del colpo. Da notare la possibilità di invertire gli stick per facilitare il controllo della pallina anche ai giocatori mancini.
Dopo un po’ di allenamento imparerete a gestire al meglio lo swing e anche valutare l’incidenza del vento sui vostri colpi diventerà naturale, una cosa è certa però, sarete padroni assoluti del vostro destino, sarà solo vostra la colpa di un tiro sbagliato, quindi il mio consiglio è di fare molta pratica e la modalità carriera, grazie alle sue numerose sfide, ve ne darà la possibilità.
Il sistema di controllo ci permette inoltre di effettuare svariati colpi: dal colpo classico tipico di traiettorie lunghe, a un paio di pallonetti, utili per superare un bunker nelle vicinanze del green. Ottimo il colpo, denominato "punch", che imprime alla pallina una traiettoria molto bassa e quindi particolarmente protetta dal vento.
Scegliere il tiro giusto non sarà sempre facile, ma più vi allenerete e più prenderete confidenza con le varie situazioni di gioco, usate sempre il vostro istinto e diffidate dal caddy che, secondo me, gira con qualche liquore buono nel taschino!
Ovviamente non può mancare e non si può non citare il "putt": diverse mazze sono disponibili differenziate per potenza, la griglia disegnata sul green è abbastanza leggibile e, in ogni caso, la traiettoria ideale viene suggerita dal sistema (anche se ogni tanto questo aiuto, per motivi misteriosi, va in tilt e sparisce!).

Tornei in giro per il mondo!
Tiger Woods PGA Tour 2006 offre diverse modalità di gioco a partire dalla partita rapida, ma non ci sono dubbi che il cuore pulsante del titolo è la “carriera”, che rappresenta una vera e propria esperienza nel mondo del golf. La prima cosa che ci viene chiesta di fare è creare un alter ego virtuale, con un’ottima scelta di caratteristiche fisiche e tratti somatici, poi si passa all’abbigliamento e alle mazze, che potremo cambiare lungo il cammino. Molti degli accessori più importanti verranno sbloccati grazie alle sfide proposte.
Molto bella la gestione delle abilità, che ricorda da vicino un GDR, infatti esse saranno molto limitate all’inizio, ma di vittoria in vittoria guadagneremo punti esperienza da ripartire tra i vari parametri, così da influenzare i nostri colpi a seconda delle scelte che faremo.
Il gioco si presenta all’inizio con una serie di sfide da superare in successione, per ogni sfida avremo due obiettivi: quello minimo, necessario per proseguire il nostro cammino, e quello “master”, che ci permetterà di guadagnare molti punti esperienza, fondamentali se si vuole creare un golfista di tutto rispetto.
Dopo aver superato un numero adeguato di sfide potremo finalmente entrare alla Q-School, un faticoso tour di quattro round al Tournament Players Club di Sawgrass, solo giungendo tra i primi cinque classificati passeremo al professionismo e ai tornei più importanti.
Online il gioco gira molto bene, non vi sono problemi particolari per effettuare il timing dei tiri ed l’azione resta sempre fluida, senza rallentamenti. Le modalità di gioco sono quelle classiche: si va dal tiro alternato in coppia allo stroke play, passando per i tornei con le regole standard e sfide per il miglior tiro e similari. Sono supportati fino a quattro giocatori per ogni match.
Interessante la possibilità di creare sfide o accettare quelle create da altri giocatori, mettendo in palio i soldi di un montepremi virtuale, naturalmente serve una quota di iscrizione per poter partecipare, soldi che si guadagnano vincendo sfide e tornei, ma anche effettuando colpi particolarmente efficaci.

Paesaggi incantevoli e prati al’inglese
La realizzazione grafica di Tiger Woods è di alto livello, questo settore è stato rivisto apposta per sfruttare le potenzialità della nuova console Microsoft. La resa dei giocatori e dei volti è accuratissima, senza alcun paragone con l’edizione Xbox, anche grazie all’utilizzo dell’alta risoluzione. Le animazioni facciali così come le reazioni dopo l’esito di un colpo sono più varie anche rispetto all’edizione PC. La presentazione dei vari tornei e i paesaggi sono una vera gioia per gli occhi, la realizzazione dell’acqua è strabiliante, non si era mai visto nulla di simile prima d'ora. I lati negativi sono pochi ma ci sono, infatti ogni tanto possiamo notare qualche minimo rallentamento nel frame rate dei filmati, cosa che comunque non influenza l’esperienza di gioco, ed alcune animazioni durante il tiro ed il contatto tra mazza e pallina potevano essere realizzate in maniera più accurata.
Per quanto riguarda il settore audio chi può utilizzare il Dolby Digital 5.1 godrà di effetti ambientali molto realistici e in alcuni momenti si sentirà veramente in campo.
Ben fatto il commento ai match, le musiche invece sono un po’ banali ma non è un problema, vista la possibilità di utilizzare le nostre canzoni preferite tramite la dashboard di Xbox 360.
Recensione Videogioco TIGER WOODS PGA TOUR 2006 scritta da LUKE79 Tiger Woods 06 è il primo titolo della serie per la nuova 360. Il gioco è di buona fattura ma alcuni difetti e scelte discutibili dei programmatori non gli permettono di ottenere un giudizio eccellente. Quindi è promosso con riserva, sicuramente piacerà molto agli amanti di questo sport ma non solo. Una nota particolare la merita il Live, infatti giocato on-line Tiger Woods acquista molti punti e diventa un esperienza golfistica molto accattivante.
Sicuramente il prossimo capitolo raggiungerà lo standard molto alto delle versioni per le altre console e per PC, ma questo è già un buon punto di partenza.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.