Recensione di Deadlight

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     Xbox 360
  • Genere:

     Platform
  • Sviluppatore:

     Tequila Works
  • Distributore:

     Microsoft
  • Data uscita:

     1 agosto 2012 (XBLA) - 25 ottobre 2012 (Steam)
7.5
Voto lettori:
7.2
- Tecnicamente ottimo
- Gameplay semplice ma divertente che mescola platform e puzzle games
- Ricco di stile
- Estremamente breve
- Presenta qualche bug fastidioso
- Trama banalotta
Loading the player ...
A cura di Aligi Comandini (Pregianza) del
Gli zombie sono ormai più un’icona dei videogiochi che un semplice nemico. Dopotutto si tratta dell’avversario perfetto: sono già morti dunque la loro eliminazione non comporta grossi dilemmi morali, sono numerosi, pericolosi quanto basta, e la loro presenza implica una situazione post apocalittica sfruttabile in un numero infinito di modi. La loro utilità ha portato gli sviluppatori a usarli fino allo sfinimento, e ogni due per tre si viene a sapere dello sviluppo di un nuovo titolo ad essi dedicato. Eppure qualche gemma nascosta nel calderone di zombie games c’è, specie se si va a guardare nella nicchia della distribuzione digitale. 
La perla di cui parliamo oggi si chiama Deadlight, un’esclusiva Xbox Live sviluppata dalla software house spagnola Tequila Works. Ora, sappiamo che la Spagna è scarsamente presa in considerazione quando si tratta di videogame, ma fareste male a partire prevenuti in questo caso. Dovete infatti sapere che il piccolo studio conta tra i suoi membri ex programmatori Blizzard e Sony, e sembra aver tutte le carte in regola per sfondare. Vediamo se l’apocalisse zombie ha mantenuto il suo fascino anche in formato arcade.

L’uomo con la barba è sempre quello con più probabilità di sopravvivere
In Deadlight vestirete i panni di Randall Wayne, burbero ex sceriffo alla ricerca della sua famiglia, dopo che i non morti hanno trasformato la terra in una landa desolata. Il nostro eroe si ritrova separato improvvisamente dal gruppo di sopravvissuti con cui era riuscito a campare fino a quel momento, ed è pertanto costretto ad affrontare un percorso pieno zeppo di insidie per ricongiungersi con i suoi amici. 
In questo titolo i Tequila Works hanno puntato moltissimo sull’atmosfera, ma sono caduti sulla narrativa, eccessivamente semplice e prevedibile. Con questo non vogliamo però dire che Deadlight sia un’avventura spiacevole da completare, anzi, l’ambientazione ha un certo potenziale, i molti documenti sparsi per i livelli chiariscono in parte le cause del disastro e sono interessanti da leggere, e le occasionali turbe mentali del protagonista si sposano alla perfezione con la brutalità della situazione. L’opera non vi sorprenderà di certo per la sua trama, ma nel suo piccolo vanta più carisma di molti lavori con lo stesso background.



Il salto dello zombie
Deadlight è a tutti gli effetti un platform 2D con elementi da survival horror, che punta tutto su un gameplay semplice ma efficace, in grado di mescolare enigmi e salti con nonchalance. Randall è un protagonista estremamente agile, in grado di arrampicarsi con grazia su ogni tipo di parete, effettuare più tipi di balzi e rotolare rapidamente per evitare pericoli o infilarsi in un cunicolo. Basta saltare verso una sporgenza per aggrapparvisi immediatamente, ed è possibile usare i muri come piattaforma d’appoggio per saltare più in alto quando la forza nelle gambe del protagonista non basta. I livelli sono tutti lineari, ma presentano numerosi ostacoli o rompicapo che costringono a spostare supporti, disattivare generatori, o sfruttare l’ambiente circostante per avanzare (Wayne non sa nuotare, quindi anche l’acqua va considerata come un temibile avversario). Oltre alle difficoltà di manovra, poi, ci si mettono anche le ombre a rendere problematica la situazione, attaccando indiscriminatamente qualunque cosa emetta un suono. Persino gli zombie fanno difatti parte degli enigmi presenti, ed è spesso possibile aggirarli richiamando la loro attenzione in una zona ove possono venir schivati o eliminati. Ovviamente si può anche scegliere di farli a pezzi a forza di proiettili o con un’accetta, ma le fasi del gioco in cui si è armati sono limitate ed è di solito molto più conveniente evitare gli scontri, perché le ombre non ci mettono molto ad aumentare di numero se la loro attenzione viene richiamata. Le meccaniche del gameplay funzionano e risultano nella maggior parte dei casi molto fluide, tuttavia non mancano le imprecisioni nei salti, e può capitare che qualche bug fastidioso provochi una caduta nel vuoto involontaria. In particolare abbiamo trovato frustranti un paio di situazioni mal calcolate durante la fase finale della campagna, e siamo rimasti bloccati in una stanza senza via di uscita che ci ha costretto a caricare l’ultimo checkpoint per avanzare. Errori che si sarebbero potuti evitare, ma che non inficiano più di tanto un’esperienza alquanto variegata e piacevole.

Non c’è luce senza ombre
Il fatto che gli zombie nel gioco di Tequila Works vengano chiamati “ombre” non è casuale. Lo stile grafico bidimensionale del gioco presenta infatti un forte contrasto, che fa apparire spesso tutte le creature sullo schermo come ombre in movimento. Questa caratteristica, contrariamente a quanto ci si possa aspettare, non porta Deadlight ad essere un gioco graficamente poco curato o dettagliato, tutt’altro. Siamo davanti a uno dei giochi downloadabili più ricchi di stile in circolazione, impeccabile sia nella rappresentazione della città devastata in cui ci si sposta, sia nelle animazioni. Pure il sonoro è di alta qualità, grazie a un ottimo doppiaggio e a musiche in sottofondo appena accennate, ma di grande effetto. 
Un sacco di note positive insomma, che però non bastano a far guadagnare al lavoro di Tequila Works un posto tra i re dei titoli downloadabili. Il motivo? La durata. Deadlight è estremamente breve, pensate che vi ci vorranno meno di tre ore a completarlo. I numerosi segreti sparsi per le mappe, sono spesso ben nascosti e meritano di venir esaminati, ma non bastano a convincere il giocatore ad affrontare una seconda run. Seriamente un peccato, poiché la giocabilità riuscita e l'angosciante ambientazione avrebbero permesso una campagna ben più lunga.
Recensione Videogioco DEADLIGHT scritta da PREGIANZA Deadlight è di certo un'ottima lettera di presentazione da parte dei ragazzi di Tequila Works. Questi sviluppatori spagnoli hanno creato un gioco dalla grande atmosfera e dal gameplay ottimo, che non deluderà gli amanti dei platform e dei rompicapo. Peccato per la durata scarsissima e per le imperfezioni, che gli impediscono di essere un must buy.
Appuntamenti LIVE e Video Rubriche
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 60
  • gg8907
    Livello: 8
    4892
    Post: 438
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Finito adesso! Che dire, non un capolavoro ma un ottimo gioco, di un genere molto particolare. Solo che per l'atmosfera meriterebbe di essere giocato! Riguardo la durata, io alla prima run ho come tempo complessivo 3:15 ore, che sono 6:30 effettive considerando le varie morti ed errori, quindi non vedo tutta questa brevità per essere un live arcade. Buon divertimento
  • TheChosenOne
    Livello: 4
    -301
    Post: 95
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    Uno dei pochi giochi che vi farà letteralmente addormentare mentre giocate Non troppo male ma troppo facile e ripetitivo..
  • gospel
    Livello: 3
    18
    Post: 1665
    Mi piace 3 Non mi piace -1
    Finito poco fa con la percentuale del 100%..durato 1 ora e 46 minuti..gran gioco comunque :-)
  • el gianneiro
    Livello: 4
    6053
    Post: 1028
    Mi piace 3 Non mi piace 0
    lo sto giocando e mi sto divertendo tantissimo!!!sarà che a me piacciono i giochi "old style"!!!ma che mi importa se dura poco....meglio un gioco corto
    ma fatto bene, ne facessero di più giochi così che super mega produzioni pompatissime nelle quali ad un certo punto ti ritrovi a sbadigliare per la noia.....esperienza breve ma intensa e sopratutto,la cosa che conta di più in un videogioco,divertente!!!poi ovviamente i gusti son gusti
  • Blackened1975
    Livello: 3
    114
    Post: 21
    Mi piace 2 Non mi piace -4
    Anche perchè, a posteriori, io che ho ADORATO Mass Effect 2, preferisco di gran lunga 3 ore spese giocando a Limbo (o a Deadlight) piuttosto che la delusione/pena provata giocando a Mass Effect 3...
    In ogni caso per fortuna che tutti i gusti son gusti!!!
    Ciao

    Originariamente scritto da Edgar
    Ho provato la Demo, e devo ammettere che è veramente fatto bene. Mi sono divertito.
    Per chiudere... è inutile azzuffarsi sulla questione longevità/prezzo, è una partita persa. Pensate solo che io, per i motivi già citati da qualche altro commentatore, sicuramente mi durerà il doppio. Quindi ho la consapevolezza che se per Spazio Games dura 3 ore, per me durerà almeno 6. Buon per me e per chi si legge tutto il diario del protagonista
  • Edgar
    Livello: 3
    699
    Post: 259
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Ho provato la Demo, e devo ammettere che è veramente fatto bene. Mi sono divertito.
    Per chiudere... è inutile azzuffarsi sulla questione longevità/prezzo, è una partita persa. Pensate solo che io, per i motivi già citati da qualche altro commentatore, sicuramente mi durerà il doppio. Quindi ho la consapevolezza che se per Spazio Games dura 3 ore, per me durerà almeno 6. Buon per me e per chi si legge tutto il diario del protagonista
  • el gianneiro
    Livello: 4
    6053
    Post: 1028
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da evilgio81
    a400 mp lo comprerei volentieri... onestamente la longevita' è una delle cose essenziali di un titolo, con gli stessi mp (1200) prendo limbo che ho provato e sembra fantastico.


    limbo è fantastico puoi prenderlo a occhi chiusi!!!;-)
  • el gianneiro
    Livello: 4
    6053
    Post: 1028
    Mi piace 0 Non mi piace -2
    Wow sono rapito dal fascino delle care,vecchie due dimensioni!!!
    Grande atmosfera.....grande gioco!!!
  • Blackened1975
    Livello: 3
    114
    Post: 21
    Mi piace 2 Non mi piace -2
    E' un bellissimo gioco, mi spiace per i troll e per i prezzolati marchettari

    p.s. Limbo costa uguale...e dura uguale (in risposta a un commento precedente)...e anche per Limbo non mi sono assolutamente pentito dei 1200 points spesi...

    E poi potrei aggiungere bla bla bla bla bla e ancora bla (il tenore delle critiche equivale a un blablabla)... a me il gioco è piaciuto molto e non l'ho ancora finito...

  • Livello: 5
    28404
    Post:
    Mi piace 8 Non mi piace -2
    Originariamente scritto da skies
    si è vero meglio spendere 70 euro per cod che dura lo stesso


    io non gioco a cod, ma cavolo ce lo mettete in mezzo a qualsiasi notizia o recensione?? che sia arcade, platform o picchiaduro?? eddai su ma che c'entra adesso?? tra un po diventera' argomento di discussione anche nel cinema?? ma fatemi il piacere!!
  • skies
    Livello: 5
    2025
    Post: 294
    Mi piace 5 Non mi piace -6
    Originariamente scritto da miticludus
    15 euro? costa troppo per 3 ore di gioco.


    si è vero meglio spendere 70 euro per cod che dura lo stesso
  • Gianp
    Livello: 0
    32
    Post: 556
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Stavo per compiere l'acquisto appena conclusa la demo,poi leggo 1200 MP,non mi ero ancora soffermato sul prezzo,convintissimo che non costasse più di 800 MP. A parere personale ritengo che ora come ora,con quella cifra,si possano reperire titoli retail di caratura,nettamente superiore. Alla fine ho lasciato perdere.
  • Paul@rt Blast
    Livello: 4
    3897
    Post: 502
    Mi piace 3 Non mi piace -2
    Durerà anche poco ma a me ha dato una ventata di freschezza in un panorama videoludico abbastanza piatto.Solo per l'atmosfera vale l'acquisto!
  • sXe
    Livello: 4
    178
    Post: 76
    Mi piace 3 Non mi piace -1
    Bello! Spero esca su PC
  • icnivadodranoel
    Livello: 4
    1032
    Post: 540
    Mi piace 1 Non mi piace -3
    Dura troppo poco
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967