DLC Halo: Reach - Defiant Map Pack

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     Xbox 360
  • Genere:

     Sparatutto
  • Sviluppatore:

     Bungie
  • Distributore:

     Microsoft
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1 - 16 (Multiplayer online)
  • Data uscita:

     15 Marzo 2011
- Design solido
- Offerta variegata
- Notevole attenzione all'atmosfera
- Prezzo eccessivo
Loading the player ...
A cura di (U MastrU) del
Forse non tutti sanno che il Noble Map Pack è stato l’ultimo regalo che Bungie ha voluto fare alla community e al suo ultimo pargolo Reach. Infatti, il nuovissimo Defiant Map Pack che ci ritroviamo tra le mani è opera delle 343 Industries, dev team interno ai Microsoft Game Studios, ma che al momento non ci fa rimpiangere la maestria del team statunitense (di cui tra l’altro ospita alcuni reduci). Il pacchetto, nostro malgrado, consta ancora una volta di sole tre mappe, che saranno disponibili al costo di 800 Microsoft Points (circa 10 euro), dandoci inoltre la possibilità di accaparrarci anche altri 300 punti per il nostro Gamerscore. Le tre mappe in questione sono Condannato e Highland per il multiplayer a squadre e Unearthed, un contenuto esclusivo per “Sparatoria”.
Andiamo ad analizzarle nel dettaglio.

Highlands
Un immenso complesso di addestramento militare, annidato fra le vette montuose di Reach, fa da teatro agli scontri su Highland. La mappa, di dimensioni generosissime, si snoda attorno ad una diga ed a strutture inerpicate sul fianco di una montagna. Il lembo di terreno, disposto ad “U” attorno alla suddetta diga, è disseminato di strutture a più piani (in aggiunta alle due basi collocate alle estremità della mappa), alberi, rocce e numerosi cunicoli scavati nella roccia. L’impatto visivo è molto suggestivo: il picco montuoso che ospita la base militare è solo uno dei molti che potremo scorgere guardandoci attorno, con gli occhi verso l’orizzonte. Inoltre, la mappa comunica in modo sapiente la tematica di fondo della campagna in singolo, venendo ad essere così perfettamente coerente con l'insieme di cui fa parte: minacciose ed incontrastate Covenant dominano i cieli sopra le vette montane, aprendo il fuoco contro qualcosa occultato alla nostra vista. Prendetevi due minuti due minuti per assaporare l’atmosfera che questi pochi dettagli riescono a creare: Highland è un rifugio capace di creare l’illusione di essere distanti da un orrore che invece incombe. Un concetto davvero notevole per una semplice mappa in cui “fraggare” e basta. Anche dal punto di vista del gameplay la mappa si presenta davvero ben pensata: grandi spazi aperti e chiusi sono dosati in modo sapiente, a tutto beneficio della possibilità di approcci diversi alle partite. L’architettura è spesso piacevolmente sorprendente. Tanto le partite massacro quanto quelle ad obbiettivi, solo per team numerosi, si troveranno a casa.

Condannato
Lo stile è, più o meno, quello di Anchor 9 (dal Noble Map Pack), la tematica quella di Highland (vedi sopra). Quest’ultima è resa in modo molto più scialbo, purtroppo: qualche ologramma segnala che la struttura orbitale che ospita la mappa ha subito dei gravi danni strutturali ed un paio di astronavi si danno battaglia, appena visibili dalle finestre della stazione. Al contrario, lo stile e soprattutto il design è riuscito anche in Anchor 9. Entrambe sono ambientate su stazioni orbitanti. Ma laddove una era caotica e di ridottissime dimensioni questa è invece sorprendentemente ampia e ben articolata. Essa si snoda attorno ad una stanza che sembra essere una risposta ad una velata critica espressa su queste pagine ai tempi di Anchor 9: il mancato sfruttamento di una meccanica interessante ed esteticamente affascinante come i combattimenti a gravità ridotta. Stiamo dunque parlando di un'intera stanza, di dimensioni non troppo avare, in cui il mix di gravità ai minimi termini e un lanciarazzi promettono scintille. Non storcete il naso. Non sarà eccitante come una nuova arma o un nuovo veicolo, ma non può che far piacere quando una buona idea, inizialmente mal sfruttata, ottiene finalmente l’attenzione che merita. Attorno alla suddetta, ed abbondantemente osannata, stanza troveremo quattro aree su due livelli, stilisticamente differenziate quanto basta per renderle riconoscibili, ma comunque non esteticamente memorabili, collegate tra loro disponendosi in circolo. Una struttura sufficientemente coesa al fine di mantenere alto il tasso di adrenalina durante gli scontri, ma sufficientemente ampia per offrire un po' di respiro rispetto ai continui combattimenti d’attrito, ne fanno una candidata al trono di mappa preferita per i match tra squadre di dimensioni medio-grandi.

Disseppellito
Disseppellito è una mappa dedicata alla modalità Sparatoria. È piuttosto ampia e dedicata ai combattimenti veicolari, grazie alla presenza di un Warthog armato di missili per gli Spartan ed un buon numero di Ghost e Wraith dal lato Covenant. Questo modifica l’approccio alle partite, garantendo ai giocatori un potere di fuoco davvero elevato, grazie al quale accumulare punteggi notevoli e resistere ai coriacei avversari che ondata dopo ondata vi si riverseranno addosso. A completare il quadro ci pensano tutta una serie di armi piuttosto performanti, come il Laser Spartan, il lanciamissili e il Designatore, che in mani esperte sono in grado di eliminare diversi nemici in una sola volta. Per quanto riguarda la conformazione della mappa si tratta di un classico “ambiente alla Halo”. Disseppelito è una sorta di altipiano sospeso su una pianura rocciosa di Reach, con uno spazio aperto esterno ed un insediamento UNSC al centro, nel quale poter penetrare da diversi punti d’accesso piuttosto ampi, per consentire l'attraversamento dei mezzi. Se non si è impegnati a falciare i nemici all’esterno grazie ad uno dei tanti mezzi presenti, si potrebbe pensare di sfruttare la base ed i suoi corridoi rialzati per tenere sotto controllo il campo di battaglia, e magari cominciare a decimare le truppe nemiche appena sbarcate. In definitiva una mappa diversa dalle solite, che apre il gameplay a diverse opzioni, tutte estremamente spettacolari: gli amanti dei veicoli e delle armi esplosive troveranno pane per i loro denti in una sfida che lentamente diventerà sempre più divertente ed impegnativa.
Recensione Videogioco HALO: REACH - DEFIANT MAP PACK scritta da U MASTRU Non possiamo che constatare la pregevole fattura di questo secondo pacchetto di mappe per uno degli sparatutto più popolari su Xbox Live. Un design solido, unito ad una coesione tematica all’opera che esso va ad integrare, sono segni di una certa cura nel confezionamento del prodotto. La presenza di una nuova mappa dedicata alla sempreverde modalità Sparatoria, che si concentra sul combattimento su veicoli, non è che un ulteriore valore aggiunto. Non possiamo fare altro che consigliarlo agli appassionati.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.