Recensione di Kinectimals

Copertina Videogioco Kinectimals
  • Piattaforme:

     Xbox 360
  • Genere:

     Simulazione
  • Data uscita:

     TBA / Autunno 2011 Mobile
7.0
Voto lettori:
7.4
- Cuccioli ben caratterizzati
- Facile ed intuitivo
- Molte possibilità
- Controlli non sempre precisi
- Menu poco accessibili
Loading the player ...
A cura di Andrea Porta (andymonza) del
Sin dalle prime presentazioni mostrate durante le fiere estive, Kinectimals si è guadagnato il titolo di nuova uscita più interessante della line up di lancio dedicata a Kinect. Unire la tenerezza dei cuccioli di felino all’interazione offerta dal sensore di movimento si è rivelata una mossa vincente, ma gli sviluppatori sono riusciti ad andare oltre, arricchendo la formula con moltissimi elementi di contorno. Vediamoli insieme.

L’isola dei sogni
Dedicato soprattutto ai più piccoli, Kinectimals introduce il giocatore alle sue molte possibilità in maniera semplice ed intuitiva, grazie ad una divertente visuale in prima persona: appena giunti sull’isola di Lemuria incontrerete Bombo, il vostro simpatico compagno e consigliere per tutta la durata dell’avventura. Grazie alle sue indicazioni potrete scegliere il vostro primo cucciolo presso il Cerchio dell’Amicizia, dove cinque piccoli di felino vi attenderanno in tutta la loro tenerezza. Comincerà così l’esplorazione dell’isola, la quale si rivelerà ben più grande delle aspettative; la missione finale consisterà nel trovare il tesoro del pirata Jack Zampa, nascosto da qualche parte nelle profondità della giungla. Per fare ciò dovrete conquistarvi la fiducia e l’amore dei moltissimi cuccioli che abitano l’isola, giocando con loro e prendendovene cura. Per facilitare l’interazione con gli animali, il team di sviluppo mette a vostra disposizione una vasta gamma di giocattoli ed utensili con cui giocare: palloni da calcio, fresbee, macchinine radiocomandate, porcellini di gomma e molti altri. Oltre a giocare al riporto con il vostro cucciolo avrete occasione di completare piccole sfide, come colpire un certo numero di oggetti con il giocattolo di turno: purtroppo in molti casi i controlli si rivelano meno precisi del dovuto, rendendo questi obbiettivi poco divertenti da completare, situazione peggiorata dal fatto che questo genere di minigioco si ripeterà molte volte durante l’incedere. Più piacevole la modalità dedicata all’addestramento del vostro piccolo, nella quale vi troverete a mimare alcuni movimenti in modo che impari a ripeterli: sdraiatevi ed il cucciolo farà altrettanto, rialzatevi in piedi allargando le braccia e vi correrà incontro scodinzolando. Ogni azione compiuta con successo, dal gioco, alla pulizia, al nutrimento, vi fornirà dei punti che andranno ad accumularsi in una barra sempre visibile in alto allo schermo: una volta riempita, potrete passare ad una nuova area dell’isola, dove scoprire altri cuccioli, nuovi giocattoli ed indizi sulla posizione del tesoro. Già solo scoprire tutte le aree della mappa vi terrà impegnati per un buon numero di ore, eppure l’isola offrirà molti altri segreti, come i tesori da dissotterrare o la vostra casa da arredare con i molti oggetti recuperati.

Alla scoperta di Lemuria
Il successo più grande di Kinectimals è quello di riuscire a mantenere sempre viva l’attenzione del giocatore, grazie ad un sistema di ricompense semplice ma efficace, che fa sì che non passi qualche minuto senza una nuova area da esplorare, un giocattolo mai visto prima o un cucciolo da aggiungere alla famiglia. In questo percorso si rivela fondamentale, soprattutto per i più piccoli, l’aiuto di Bombo, perfettamente in grado di assistere il giocatore nel districarsi tra le molte opzioni. E’ un peccato che questa accessibilità non trovi un riscontro anche dal punto di vista dei controlli relativi al menu ed ai molti strumenti e giocattoli: per quanto Kinect rilevi adeguatamente il movimento di entrambe le mani, la necessità di soffermarsi sulle icone per aprire le singole voci rende il tutto macchinoso; abbiamo inoltre notato alcuni bug durante le fasi di addestramento, in cui il Kinect tendeva a interpretare una posa sdraiata o seduta come un tentativo di mettere il gioco in pausa, fermando l’azione a schermo. A fronte di controlli decisamente poco rifiniti, Kinectimals vanta fortunatamente un look di buon livello, sia dal punto di vista del design, sia da quello più strettamente tecnico. Le vere star sono naturalmente i cuccioli, ben caratterizzati ed animati con grande cura, eppure anche gli sfondi non sfigurano grazie ad un livello di dettaglio e ad una varietà più che sufficiente.
Recensione Videogioco KINECTIMALS scritta da ANDYMONZA Kinectimals rappresenta senza dubbio un ottimo regalo per i più piccoli, che potranno legarsi ai cuccioli virtuali, giocare e divertirsi con loro. Il divertimento è assicurato, anche se dispiace vedere controlli in alcune occasioni troppo poco precisi, menu lenti e macchinosi e un mancato supporto alla cooperativa, difetti che rovinano in parte un ottimo lavoro. I vostri bambini lo adoreranno, ma date le mancanze potrebbe essere consigliata una prova prima di acquistare.
Appuntamenti LIVE e Video Rubriche
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967