Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Gears of War 3

Gears of War 3

Tutte le novità del terzo atto

Anteprima
A cura di del
Dopo mesi di attesa e inevitabili vociferazioni serpeggianti tra i videogiocatori di tutto il globo, il terzo capitolo di Gears of War, la fortunata creatura del game designer Cliff Bleszinski, si è alla fine rivelato al pubblico, lasciando poco a poco emergere le caratteristiche che dovranno renderlo acquisto irrinunciabile per tutti gli appassionati della serie e non solo. In attesa dei nuovi dettagli che certamente verranno in superficie nel corso dell’imminente E3 losangelino, non ci resta così che fare il punto della situazione sul prodotto, mettendo assieme i pezzi finora distribuiti e stuzzicando masochisticamente le nostre già logore papille gustative.

La fine dell’inizio
Con Gears of War 3 i ragazzi di Epic Games hanno tutta l’intenzione di concludere una volta per tutte le vicende iniziate con il primo episodio della serie, e poi sviluppate (lasciandole sadicamente aperte) nel secondo; mettere insomma la parola fine alla trilogia che ha visto protagonista il massiccio Marcus Fenix, come lo stesso Bleszinski esplica a parole: ”Potete aspettarvi risposte alla maggior parte delle domande che i giocatori si sono posti in merito alla storia dell’universo di gioco, e agli accadimenti narrati. Certo, non risponderemo a tutto, ma posso assicurarvi si tratterà della conclusione di una trilogia”
Naturalmente terminare una trilogia non significa però esaurire tutto quanto una serie abbia da dire e raccontare. Perchè se arriverà il momento di salutare una volta per tutte l’implacabile Marcus, le porte per nuovi appuntamenti del franchise sapranno sicuramente mostrarsi spalancate per possibili prequel e spin-off. La vicenda narrata in questo nuovo capitolo prenderà il via diciotto mesi dopo gli eventi vissuti nel predecessore, nel pieno dell’interminabile conflitto tra umani e locuste, in una battaglia sempre più disperata e sanguinosa. In seguito alla caduta di Jacinto, i Gears si trovano rifugiati su un’imponente portaerei adibita a quartier generale, il Raven’s Nest. Il governo si è sciolto, e i sopravvissuti sono costretti a vivere in una flottiglia improvvisata. La vita di ogni essere umano si trova a dipendere dalla reciproca collaborazione, e come poter riflettere meglio questo vitale concetto se non con una modalità cooperativa notevolmente migliorata? L’avventura potrà essere intrapresa da fino in quattro utenti contemporaneamente, impersonando oltre ai ben noti Marcus e Dom, le new entry Jace Stratton, apparso nei comics dedicati al videogioco, e Anya Stroud, già conosciuta in passato nelle vesti di personaggio non giocante. L’interazione tra i compagni di squadra sarà portata su livelli nuovi e interessanti con la possibilità di scambiarsi al volo le proprie bocche di fuoco, alla ricerca di un’azione continuativa senza interruzioni. Armi che registreranno poi un sensibile aumento quanto a numeri, per una più efficace e diversificata obliterazione dei sotterranei nemici. Ecco apparire allora una versione inedita del classico Lancer, armato di baionetta e colpi a corto raggio più devastanti, un restyling dell’Hammerburst con zoom incorporato, un fucile a canne mozze con maggiore potenza di fuoco e minore raggio d’azione rispetto allo shotgun tradizionale, uno di precisione in grado di sparare un solo colpo di notevole potenza distruttiva, e un bizzarro “lancia-creature carnivore trivellatrici a ricerca automatica”. Non è abbastanza tutto questo? E allora preparatevi a salire alla guida di una corazza meccanizzata armata di lanciamissili e mitragliatore pesante, capace anche di fungere da elemento di riparo per il resto della squadra. Per controbilanciare questo accresciuto arsenale bellico gli eserciti delle locuste verranno del resto impreziositi da due nuove tipologie di soldato: i granatieri, unità dal nome abbastanza auto-esplicativo, e pesanti catapulte organiche, sicura fonte di danni ad area molto rilevanti.

Nuovi modi di uccidere
La modalità storia darà la possibilità di manovrare diverse squadre nel corso della narrazione, cambiando punto di vista ed offrendo scorci differenti ed inediti.
“A un certo punto nella campagna non sarete più Marcus o Dom. Sarete un’unità differente, e vivrete la loro sezione di gioco, assisterete ad accavallamenti narrativi in puro stile Pulp Fiction, che rappresenteranno poi uno dei motivi d’interesse nell’avanzamento della storia” - ha puntualizzato un entusiasta Cliff.
Ad insaporire ulteriormente l’offerta complessiva ci penserà poi la neonata modalità arcade, in cui l’accumulazione di punteggi sempre più alti giocherà il ruolo da protagonista, e dove coloro che volessero intervenire sulla personalizzazione dell’esperienza ludica offerta (come la modifica della gravità, effetti sonori o dimensioni craniche dei pesonaggi) riusciranno a trovare grande fonte di sollazzo.
In merito alla modalità multiplayer più classica solo due mappe sono state rivelate, senza dubbio affiancate da alcune classici del passato: un campo in rovina di Thrashball (l’attività sportiva praticata nel mondo di Gears of War, di cui Cole è stato campione) ed i resti di Jacinto . Durante un match le condizioni ambientali delle mappe - come il livello delle acque in esse presenti - potranno variare più e più volte, trasformando le partite in una continua lotta ricca di variabili inaspettate. Ciliegine sulla torta? Nuove truculente esecuzioni per ogni arma del gioco, e una multi-torretta sulla quale i giocatori potranno incastrare i propri cannoni e premere un singolo grilletto per vomitare proiettili in quattro direzioni differenti.
Cliff Bleszinnski ha infine accennato ad un misterioso sistema di comando delle unità, finalizzato all’accrescimento dell’interazione e comunicazione tra il giocatore e i propri amici, che potrebbe potenzialmente fare la reale differenza con gli episodi precedenti. Nuovi dettagli sono - manco a dirlo - caldamente necessari per discuterne più approfonditamente.
  • [+] Aspetto cooperativo più curato
    [+] Nuova modalità Arcade da scoprire
    [+] L’attesa conclusione della trilogia

Gears of War 3 promette di concludere la trilogia con il botto, dando degna conclusione alle vicende lasciate in sospeso ed elevando all'n-esima potenza la cooperatività tra giocatori. Il titolo sembra portare con sè tutto quello che ci si può aspettare da un seguito in piena regola: nuove armi, nuovi personaggi giocanti (finalmente uno femminile da impersonare), nuove modalità (come quella Arcade) e nuove mappe per i serrati combattimenti multiplayer. Il rischio che questa terza incarnazione possa solo dimostrarsi un mero “more of the same” è presente, anche se molti potrebbero obbiettare che è difficile trovare motivi sufficienti per stravolgere una formula di gioco tanto ben temprata come quella del franchise. Squadra Delta che vince, del resto, non si cambia...

0 COMMENTI