Speciale MSI GE62 7RE

A cura di (Buddybar) del
Un detto popolare cita: “non è bello ciò che è bello, è bello ciò che piace”. Detto questo pensiamo che i computer appartenenti alla Camo Squad di MSI rientrino a pieno titolo nella categoria di quei prodotti talmente eccentrici che possono piacere o non piacere, ma che di sicuro non passano inosservati. La cosa è strana fin dal principio considerato che normalmente le mimetiche, leggasi tra le righe il riferimento della parola Camo, nascono proprio con l’intento di nascondere i militari tra i colori di un determinato ambiente, ma come ben si sa il mimetizzarsi, diversamente dallo scomparire, dipende sempre dal contesto e una trama pensata per il deserto, in città non solo non si confonde ma addirittura risalta. Questo è l’effetto che fa un computer della Camo Squad, esteriormente e interiormente, dato che è ricoperto da una trama che alza l’asticella dell’eccentricità estetica dei portatili da gaming.


Prestazioni bilanciate
Il notebook in questione è l'MSI GE62 7RE, un portatile da gaming con schermo da 15.6” FHD di fascia media, la cui dotazione tecnica conta: Intel i7 7700HQ, Nvidia GeForce GTX 1050 Ti 4GB, 16GB RAM DDR4, SSD M.2 256GB e HDD 1TB, che combinano sempre velocità e capienza a seconda delle necessità. Una componentistica molto buona, ma sempre misurata che permette al prodotto di mantenere la sua portabilità a fronte di buone prestazioni da gaming, con i titoli attuali e a una risoluzione FHD. Le dimensioni infatti, al contrario di tanti pezzi da novanta della categoria, sono contenute in neanche 3cm di altezza e solamente 2,4kg di peso. Ci ha fatto piacere riscontrare ciò, perchè nella recensione del GE72 7RE (dotato dello stesso core), realizzata in precedenza, l’eccessivo ingombro del computer non era stato altrettanto indolore.
Vi aggiungiamo giusto qualche risultato numerico, assieme alla recensione del GE72 7RE, per valutare le potenzialità del notebook a cui attribuiremmo una natura versatile, ma lontana dalle potenzialità dei gaming dei prodotti più hardcore.
I risultati del classico benchmark 3DMark Time Spy hanno riportato:
TOT: 2265 GPU: 2212 CPU: 2626
quelli del FireStrike invece:
TOT: 6115 GPU: 7171 CPU: 7233
Beta di The Surge in FHD alla configurazione di dettaglio alta:
MIN: 29FPS MAX: 58 AVG: 37


Una configurazione consolidata
Lo schermo, come anticipato in precedenza, è un IPS FHD da 15” e 60Hz di refresh-rate, dotato di una resa dei colori puntuale ma di tempi di risposta non sempre rapidissimi. A supporto di esso troviamo una struttura in plastica molto sottile, ma anche fin troppo leggera che si piega facilmente durante la fase di chiusura dello schermo: l’attenzione in questo caso è d’obbligo.
La tastiera è la solita Steelseries retroilluminata a cui ci ha abituato MSI con i tasti a isola, il cui unico neo è la disposizione insolita, che richiede qualche ora di allenamento per evitare errori nella digitazione. Di fianco al tasto dedicato all’accensione sono presenti invece altri due bottoni; il primo spinge le ventole al massimo disabilitando il controllo della temperatura e il secondo invece che permette il passaggio tra i diversi preset della retroilluminazione della tastiera. L’audio è sempre supportato da Dynaudio e Nahimic: riesce a garantire una buona corposità del suono e un volume eccellente, ma non vince la sfida contro i bassi, facilmente tendenti alla distorsione. Inedita, ma graditissima, la leggera ruvidità del touchpad, che ora scorre sempre senza intoppi, indipendentemente dalle piccole gocce di sudore che vanno a formarsi inevitabilmente dopo un lungo periodo di digitazione.


Un pacchetto completo
Al portatile MSI GE62 7RE, poi,  non si può dire nulla per quanto riguarda la disponibilità di uscite e ingressi, poichè sostanzialmente è fornito di tutto ciò di cui potremmo aver bisogno. Sul lato sinistro troviamo due porte USB 3.0 type A (quelle classiche per intendersi), una porta USB Type-C, l’ingresso ethernet, HDMI, una porta thunderbolt, e i due ingressi jack (uno in ingresso e uno in uscita). Su quello destro invece una anacronistica USB 2.0, a fianco ad essa il lettore di SD e infine l’unità ottica per DVD.
A gestire la connettività di rete, sul fronte wireless abbiamo una scheda Intel in grado di supportare fino al segnale AC, mentre via cavo wired una Killer E2500 Gigabit. In entrambe le condizioni, non abbiamo riscontrato problemi nell’utilizzo.
Relativamente al prezzo, questo computer non viene venduto da solo, ma in un pack creato per l’occasione contenente lo zaino, il tappetino per il mouse, la borraccia, le targhette militari e la versione di Ghost Recon contenente anche i Season Pass, per un totale di 1649€.
Ovviamente tutto è in tema camo, come il notebook d’altronde e ciò può essere un incentivo all’acquisto per chi ne è rimasto colpito, un po’ meno per chi non ha apprezzato la cosa fin da subito. Togliendo il valore di circa 150€ di gioco e accessori, il prezzo di 1500€ del notebook, è in linea con il mercato, ma avremmo preferito fosse più basso di 150-200€, visto il tipo di pubblico a cui si riferisce.



Voto: 4/5
Recensione Videogioco MSI GE62 7RE scritta da BUDDYBAR Il notebook di MSI, GE62 7RE, è un prodotto misurato nella sostanza, ma dall’estetica esuberante, con una trama Camouflage che ne ricopre le parti più visibili. Consigliatissimo a tutti coloro che cercano una spinta in più nel gaming rispetto ai prodotti consumer della fascia inferiore, senza spendere cifre folli e senza doversi portare dietro 3kg o più di ferraglia.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Commenti: 6 - Visualizza sul forum

  • Livello: 0
    Post:
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da gennarorevenger

    si ma una 1050 è un po troppo poco...visto il prezzo
    è un GTX 1050 Ti....supera anche il vecchio GTX 970M
  • sariddu
    sariddu
    Livello: 5
    Post: 2786
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Allo stato attuale il PC da gaming va comprato fisso, pochi giri di parole. Come detto da un utente qui sotto, PC fisso da gaming e portatile da poco per i programmi Office. Se dovessi spendere di più preferirei un buon prodotto tablet/PC, tipo un surface, che ha l' enorme vantaggio di essere VERAMENTE portatile e con una durata batteria molto elevata, pur mantenendo prestazioni di tutto rispetto nell' ambito ufficio comune...
  • gennarorevenger
    gennarorevenger
    Livello: 2
    Post: 291
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    si ma una 1050 è un po troppo poco...visto il prezzo
  • ionico83
    ionico83
    Livello: 4
    Post: 25
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da The_BACH

    Per ora rimango dell'idea che l'accoppiata Fisso+portatile entry level sia la scelta migliore per chi studia/lavora...
    Assolutamente d'accordo con la sola variante che personalmente ho montato un ssd sul portatile. Minima spesa massima resa.
  • Elven91
    Elven91
    Livello: 8
    Post: 3848
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da The_BACH

    Finalmente iniziano ad arrivare anche in Italia i primi notebook con tecnologia grafica Nvidia serie 1000. Il confronto con le controparti desktop è naturale, ma le differenze nelle performance paiono molto inferiori rispetto a quanto siamo stati abituati fino ad ora. Tutto merito delle nuove microtecnologie dei processori. Presto o tardi, l'aquisto di un laptop non comprometterà in alcun modo un'onesta esperienza gaming a fronte dell'acquisto. Per ora rimango dell'idea che l'accoppiata Fisso+portatile entry level sia la scelta migliore per chi studia/lavora, ma vuole comunque avere modo di giocare alla vastissima libreria dei titoli su Personal Computer senza compromessi.
    Sono proprio in quel target e queste erano le domande che mi sono posto ahha Grazie
  • The_BACH
    The_BACH
    Livello: 8
    Post: 7948
    Mi piace 5 Non mi piace 0
    Finalmente iniziano ad arrivare anche in Italia i primi notebook con tecnologia grafica Nvidia serie 1000. Il confronto con le controparti desktop è naturale, ma le differenze nelle performance paiono molto inferiori rispetto a quanto siamo stati abituati fino ad ora. Tutto merito delle nuove microtecnologie dei processori. Presto o tardi, l'aquisto di un laptop non comprometterà in alcun modo un'onesta esperienza gaming a fronte dell'acquisto. Per ora rimango dell'idea che l'accoppiata Fisso+portatile entry level sia la scelta migliore per chi studia/lavora, ma vuole comunque avere modo di giocare alla vastissima libreria dei titoli su Personal Computer senza compromessi.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2017 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.