Recensione di Sega Rally

Copertina Videogioco Sega rally
  • Piattaforme:

     PSP
  • Genere:

     Guida
  • Sviluppatore:

     SEGA Racing Studio
  • Distributore:

     Halifax
  • Lingua:

     Inglese
  • Giocatori:

     1 - 6 (Multiplayer online)
  • Data uscita:

     28 Settembre 2007
- Divertente ed immediato
- Controlli precisi e reattivi
- 4 giocatori con un UMD
- Sonoro inferiore alla media
- Caricamenti lunghi
- Poche opzioni disponibili
Loading the player ...
A cura di (Motobecane) del
Dopo una prestazione ad alti livelli su console casalinghe, lo storico brand SEGA si presenta in forma ridotta e riveduta anche sulla piccola portatile di casa Sony. Purtroppo il risultato del porting non è riuscito a convincerci fino in fondo, mostrando qualche pregio e qualche difetto. Certo, il feeling arcade del titolo è impagabile, correre a rotta di collo su sentierini fangosi è adrenalinico al punto giusto, ma siamo ancora lontani dall’esaltazione che provavamo a sedere sui cabinati bianchi da sala.
Io neanche ci arrivavo ai pedali....
Dopo la veloce creazione di un profilo personalizzato, Sega Rally accende i motori e si presenta con diverse modalità di gioco: Gara rapida, la classica partita veloce senza complicazioni, Campionato, vero cuore pulsante del gioco, ed infine l’immancabile Time Attack, caratterizzato da corse a checkpoint contro il tempo. Se da un lato non possiamo che accettare di buon grado la natura arcade dura e pura del titolo (e del resto non ci aspettavamo certo un concorrente per il compianto Colin...), la pochezza delle opzioni disponibili si fa sentire, pesando notevolmente sul fattore varietà e profondità del titolo.
Analizzando il campionato, modalità sulla quale passerete la maggior parte del vostro tempo, possiamo notare come questo sia suddiviso in 3 categorie principali: Standard, in cui a farla da padrone sono le automobili di serie, elaborate, con bolidi truccati dall’inaudita potenza, ed infine l’impervia Fuoriclasse per veri campioni tascabili. A loro volta le tre categorie principali ci proporranno quattro distinte sfide ciascuna, di livello crescente, completando le quali potremo sbloccare la modalità successiva.
Gli eventi che vanno a comporre il puzzle delle gare fangose (o sterrate o sabbiose, a seconda dei vostri gusti personali) sono discretamente vari e caratterizzati, ma purtroppo vanno continuamente a riproporre gli stessi tracciati, con qualche piccola aggiunta nel procedere dell’esperienza. Un vero peccato, perchè invece di puntare sulla quantità gli sviluppatori avrebbero potuto donare ai singoli eventi una maggiore personalità, senza allungare il brodo con inutili ripetizioni.
Anche i settaggi, se di settaggi si può parlare, sono ridotti ai minimi termini. In tal senso l’unica scelta che dovremo affrontare si riduce ad adottare uno dei tre tipi di copertoni proposti, da strada, da terreno sabbioso o da sterrato, con le palesi differenze che ben potete immaginare.
Tutto quello elencato finora però non va necessariamente interpretato come un difetto, anzi. Sega Rally si mostra da capo a piedi sempre e solamente per quello che è, un divertente e frenetico passatempo senza troppe complicazioni.

Insert Coin
Dannazione. Se c’è qualcosa di magnifico nei giochi arcade è il potersi divorare di continuo gare su gare, senza respirare nemmeno per un momento. Con Sega Rally di aria ne avrete pieni i polmoni visti gli abbondanti tempi di caricamento proposti dal gioco, che francamente potevano essere evitati senza troppi sforzi. D’altro canto va notato come il motore grafico, pur non eccellendo per effetti speciali o fisica realistica, si difenda in maniera più che discreta, donando tutto sommato un’esperienza piacevole visivamente e decisamente frenetica. Nessun rallentamento, difetti grafici minimi, menù ben realizzati e di facile comprensione fanno da contorno a un engine generalmente superiore alla media. Neve, fango e polvere sul parabrezza saranno i nostri compagni di viaggio, implementati davvero in maniera convincente, così come lo sporco (ostico) che si attaccherà alla carena e i segni dei pneumatici sul tracciato.
Anche gli effetti sonori e la voce del copilota, così come il rombo del motore, sono piacevoli. Piccola nota negativa per quanto riguarda le musiche, forse troppo ripetitive e anonime: una colonna sonora più ispirata avrebbe sicuramente giovato all’esperienza, e, francamente, non ne posso più della pseudo techno-metal-pompata da cabinato.

Gameplay
Mettendosi il cuore in pace ed abbandonando la levetta analogica, la risposta del mezzo ai nostri comandi è semplicemente eccelsa. Guidare è divertente, accattivante e un buon piazzamento dà sicuramente parecchie soddisfazioni, soprattutto negli eventi di maggior difficoltà. Non confondiamo l’immediato col banale: Sega Rally è un gioco che si fa domare difficilmente, ostico come può esserlo un picchiaduro a gettoni, caratterizzato da gare dure ed impegnative. Purtroppo va segnalata la tendenza da parte dell’Intelligenza Artificiale (che come da tradizione arcade ci brucia in partenza per poi farsi recuperare piano piano) ad essere decisamente troppo permissiva una volta completato il sorpasso. Raggiunta la testa della gara insomma potrete prendervela comoda, arrivando a vincere con parecchi secondi di scarto. I tracciati sono vari e ben caratterizzati così come le sei differenti ambientazioni.
Come nota finale segnalo una modalità multiplayer discretamente riuscita, interessante soprattutto nell’opzione Condivisione di gioco, che supporta fino alla bellezza di 4 giocatori con singola copia del gioco. Anche se decisamente basilare, il tutto risulta alquanto divertente soprattutto per brevi sessioni mordi e fuggi.
Recensione Videogioco SEGA RALLY scritta da MOTOBECANE Sega Rally riesce nell’intento principale di un gioco spiccatamaente arcade: divertire senza troppe complicazioni. Senza azzardare un paragone con le versioni per console casalinghe, sicuramente si tratta di un prodotto confezionato con una certa cura, da quella stessa Bugbear già autrice dell’ottima serie Flatout. Immediato e frenetico, il gioco Sega cede leggermente il fianco sul fronte profondità e varietà, e soprattutto appare appesantito da caricamenti decisamente lunghi. Il comparto tecnico si difende bene, in particolare sotto il profilo grafico, mentre l’aspetto sonoro è macchiato da musiche anonime e banali. Il giudizio rimane nel complesso comunque positivo, specialmente per chi si vuole concedere un pò di sano relax rallystico senza troppe complessità.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.