Recensione di Gunpey

Copertina Videogioco Gunpey
  • Piattaforme:

     PSP
  • Genere:

     Puzzle game
  • Sviluppatore:

     Q Entertainment
  • Data uscita:

     disponibile
- Abbastanza originale
- Diverse modalità
- Immediato ma...
- ...manca un tutorial!
- Alla lunga un po' monotono
A cura di (dotty) del
Namco e Bandai sono da sempre sinonimo di qualità e orginalità, basti pensare alla fortunata e divertente e folle serie "Katamary Damacy". Stavolta l'accoppiata ci propone un originale puzzlegame fatto di linee e belle musiche: riusciranno a conquistare il trono del miglior puzzlegame dell'anno?

La sottile linea d'oro
Appena acceso appare una schermata nera col titolo del gioco: subito si preme start e si accede al menù principale dove possiamo scegliere uno slot per salvare il nostro profilo e i progressi (attenzione, ogni volta che finite di giocare dovrete salvare il profilo di gioco o perderete i vostri record!). Una volta salvato e scelto il nostro nome abbiamo il menù principale con le seguenti opzioni: Quick start, Single Play, Time Attack, VS., Options (Partita veloce, Gioco singolo, Partita a tempo, Sfida 1 contro 1, Opzioni).
Si nota subito come non ci sia minimamente il tutorial per cui proviamo a capire come si gioca con il Quick Start. Appare uno sfondo animato con una griglia bianca di 5 colonne x 10 righe inizialmente vuota. Premendo X o O si fanno "avanzare" le righe scoprendo i segmenti da unire. I segmenti possono essere spostati con quadrato o triangolo, più precisamente disponiamo di un cursore che scambia di posto alla casella inferiore con quella superiore. Questo cursore può essere mosso sulla griglia tramite la croce direzionale. È tutto qui per quanto riguarda i controlli: dobbiamo far avanzare le righe (o se non lo facciamo ci pensa il gioco dopo qualche secondo) e comporre i segmenti di modo che il bordo sinistro della griglia sia unito a quello destro tramite una linea formata da questi segmenti. Più la griglia sarà complicata e più punti prenderemo.
Ad ogni cambio stage, inoltre, cambierà la skin con musica di fondo.
I segmenti non sono molto vari: si va dai tratti semi triangolari (con punta verso l'alto o verso il basso) a linee oblique. In pratica di ogni casella sono uniti gli angoli. Affiancando opportunamente le caselle formeremo, come già detto, una linea che può avere anche diverse diramazioni, che congiunge il lato destro a quello sinistro della griglia di gioco. A questo punto il nostro "percorso" diventa dorato per qualche secondo (durante il quale si possono aggiungere segmenti che possono complicare ulteriormente la linea, l'unica restrizione é che questi devono completare un percorso) e poi le caselle interessate scompariranno dandoci un ammontare di punti.
Anche se il gameplay é immediato e facile da comprendere all'inizio mi sono trovata un po' in difficoltà, soprattutto, poi, quando si confondono i pulsanti di rotazione con quelli di avanzamento. Superata quest'impasse iniziale, mi sono trovata tra le mani un gioco senza dubbio relativamente divertente e un rompicapo di tutto rispetto.

Diverse modalità di gioco
Esaminiamo le varie voci del menu di gioco: Quick start, come detto, é la modalità di partita veloce in cui iniziamo il gioco senza impostare altro; Single Play ha 4 sotto giochi: Challenge (affronteremo uno dopo l'altro i vari livelli -o meglio, le varie skin- per sbloccare ulteriori skin), Single skin (per giocare sempre sulla skin di nostro gradimento), Double skin (avremo due skin e quindi due grigle simultanee sulle quali giocare in contemporanea, saltando dall'una all'altra con i tasti L e R), Gunpey 10 x 10 (la griglia sarà, per l'appunto, 10 x 10 anziché 5 x 10). Ogni modalità può esser affrontata con la regola Originale o Break; la regola Break prevede che una volta formato il percorso, quando questo scompare (come quando si fa una riga a Tetris) i pezzi soprastanti scalano in basso di una casella, mentre in quella Original non succede.

Tecnica mente
È difficile parlare di Gunpey dal lato tecnico: la grafica é quantomeno funzionale, senza fronzoli, con skin gradevoli (anche se a volte sembrano filmati in bassa risoluzione). Le musiche sono molto coinvolgenti ed adatte al gioco. I controlli ed il gameplay sono estremamente semplici e quindi il rompicapo si presenta da subito quasi immediato e pronto a coinvolgere il giocatore nella formazione di ghirigori sempre più complessi per ottenere punteggi elevati.
La scarsa varietà di situazioni, tuttavia, lo può rendere un titolo decisamente monotono per i più e ne compromette la longevità che viene risollevata solo dalla possibilità di sfida.
Recensione Videogioco GUNPEY  scritta da DOTTY Gunpey é un puzzle game senza dubbio interessante. Presenta un approccio abbastanza originale al classico tetris (in fin dei conti anche qui si tratta di far combaciare i segmenti per eliminare righe).
La grafica semplice e stilosa accompagna questo gioco per lo più essenziale anche nel concetto di base. Come sottolineavo prima la più grave pecca di Gunpey é la scarsità di varietà che influisce negativamente su questo rompicapo di Namco e Bandai. Penso comunque che, soprattutto quando uscità in versione Budget, sarà un ottimo acquisto per coloro che vogliono provare un puzzle game un po' fuori dal coro.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.