Recensione di Scudetto 2007 Championship Manager

Copertina Videogioco Scudetto 2007
  • Piattaforme:

     PSP
  • Genere:

     Gestionale
  • Sviluppatore:

     Beatiful Game Studios
  • Distributore:

     Leader
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1-2 (PSP-L.A.N.)
  • Data uscita:

     Disponibile
- Dura 20 stagioni
- Curato nei minimi particolari
- Non per tutti
- Poche migliorie
- Lunghi caricamenti
A cura di (OldBoy) del
Nel nostro bel paese, il calcio è da sempre lo sport più amato e seguito. Non importa dove, se dal vivo allo stadio, in TV nel salotto di casa, o ai tavoli di un Pub o di una pizzeria. L’importante è in ogni caso vivere nel bene e nel male questo splendido sport, che da anni ormai accompagna le nostre domeniche pomeriggio. Ma se da piccoli molti di noi erano talmente affascinati da questo sport, che da grandi non desideravamo altro che fare i calciatori, in quanti di noi avranno desiderato mai fare l’allenatore di un’importante società? Ok, nessuno di noi avrebbe voluto allenare una squadra di calcio… ma se a permettercelo fosse un semplice videogame?

Alla conquista del mondo
Semplice un corno! Provate un po’ voi a realizzare un gestionale sportivo su di una console portatile, non a caso sono dell’opinione che solo l’elevata potenza di calcolo del portatile Sony poteva garantire una buona esperienza videoludica come quella di Scudetto. In ogni caso se Eidos ha dato fiducia a PSP e si è arrivati su di essa alla terza edizione di Championship Manager, vorrà dire che i risultati gli anni scorsi si saranno pur visti.
Premesso che da piccolo ero uno di quelli che da grande desiderava diventare un calciatore e non un allenatore, non ho problemi ad ammettere di preferire le simulazioni calcistiche ai gestionali. Ma accendiamo questa santissima console e analizziamo il prodotto in questione.
Da notare che sono presenti alcune modalità di gioco nel menù principale. La modalità principe è senz’ombra di dubbio quella relativa alla stagione che da il nome al gioco stesso; Scudetto. Dopo aver impostato il nostro profilo ed aver risposto una breve serie di domande, saremo catapultati in questo affascinante mondo dirigenziale. In base alla squadra scelta, partiremo dalla categoria relativa ad essa, da li saremo tenuti a dare il meglio di noi per iniziare l’annata nel migliore dei modi, con l’innesto in rosa di validi acquisti, ma senza esagerare; gestire un top team come Milan o Inter potrebbe rivelarsi un’opportunità interessante ma tremendamente difficile se non si cura il bilancio finanziario. Comunque il nostro compito sarà quello di mantenere alto il nome del nostro team fra le notizie sportive, una mail del presidente, ed un infortunio più o meno grave. L’approccio alla gara è piuttosto semplice, basta selezionare il giusto numero di giocatori da spedire in campo ed in panchina ed il gioco e fatto, non resterà che selezionare le tattiche e schemi di gioco, magari con un occhi di riguardo a quel giocatore che l’ultima volta ha fatto una bella tripletta o facendo attenzione a quell’elemento che durante gli ultimi allenamenti ha accusato risentimenti muscolari. Da segnalare la possibilità di affrontare anche la stagione europea con il proprio club.
Di notevole interesse è anche la modalità Sfida, attraverso la quale ci sarà data la possibilità di portare la nostra squadra alla salvezza, alla promozione di categoria oppure perché no… magari di condurre la nostra mediocre compagine ad un’incredibile vittoria nel campionato nazionale o nella Champions League. Sempre nella modalità Sfida, vi è anche la possibilità di guidare il nostro "drappello" di uomini dalla C2 alla serie A. Chiude la modalità Sfida, l’Ammazzagrandi, nient’altro che la possibilità di prendere una squadra mediocre e condurla alla vittoria della vittoria nella Coppa di Lega.
Il menù principale si chiude con la modalità Multigiocatore, dove ci si potrà simpaticamente sfidare tramite collegamento locale.
Come potete aver letto, di carne al fuoco ce n’è abbastanza anche quest’anno, giocate bene le vostre carte e vi garantisco che il licenziamento sarà solamente una lontanissima ipotesi, ce la farete a restare in sella al vostro team per vent’anni proprio come il buon Sir. Alex Ferguson?
Detto questo, vorrei segnalarvi un piccolo particolare non proprio trascurabile; i ben quasi nove megabyte necessari al salvataggio, una vera esagerazione per chi come me è ancora affezionato alla piccola memory stick da trentadue mega.

Tecnicamente parlando
Quando si ha a che fare con i gestionali, lo si sa… all’impianto grafico non è stata mai data una grossa importanza, ma è pur chiaro che una cosmesi attraente conferisce al gioco quel tocco di classe che spesso fa la differenza. Nel caso di Scudetto 2007 avremo a che fare con una serie esorbitante di immagini statiche durante la pura fase manageriale e diversi tipi di approccio nel caso del match in corso, la più simpatica e apprezzabile fra tutte è naturalmente l’inquadratura del campo, cosa che fornisce allo spirito di gioco una chira visione di quanto sta avvenendo sul campo. Essendo un gioco manageriale, si è puntato più che altro su di una veste grafica piuttosto primitiva ma essenziale, dove i giocatori sono rappresentati sul campo da piccoli omini che a discrezione della velocità scelta, correranno come pazzi sul rettangolo di gioco pur di scaraventare la palla in fondo al sacco. Non si prova un effettivo senso di piacere durante le fasi di gioco (salvo quando la nostra squadra fa gol), ma se cercavate un titolo da godersi magari standosene comodamente seduti davanti al PC a “lavorare” o più semplicemente da godersi durante un momento di relax, potreste aver trovato quello che fa a caso vostro. Non ci sono grosse novità sul fronte audio, il tutto si riduce al silenzio assoluto (escluso il classico “clic”) durante i menù e vari effetti durante la partita quali colpi alla palla, fischi dell’arbitro ed il rumoreggiare del pubblico.

Consigli per gli acquisti
Se siete amanti di questo genere di giochi, Scudetto 2007 rappresenta sicuramente una buona scelta. D’altronde se si decide di dedicarsi ad un gioco del genere, è perché in un certo qual modo bisogna essere portati. Il prezzo si aggira sui cinquanta euro, probabilmente un tantino alto se si considera che il gioco offre veramente poche migliorie rispetto all’episodio precedente, ma son sicuro che gli ammiratori non si faranno pregare poi molto.
Recensione Videogioco SCUDETTO 2007 CHAMPIONSHIP MANAGER scritta da OLDBOY Championship Manager 2007 è un gioco godibile ma che allo stesso tempo richiede al giocatore una particolare attenzione per i dettagli, se pensavate che per affacciarvi ad un gioco del genere, bastava premere a casaccio i tasti per mandare in campo gli undici uomini in cerca di gloria, vi sbagliate di grosso. Scudetto è un gioco che richiede le dovute capacità ed un certo tatto per essere affrontato. Sappiate affrontarlo col giusto spirito, donargli le giuste attenzioni e vi posso assicurare che apprezzerete tutto il suo valore.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.