Recensione di Yu-Gi-Oh! Gx tag force

- Adatto a tutti
- Tantissimi duelli
- Multiplayer ben realizzato
- Trama molto leggera
- Personaggi poco caratterizzati
- Alla lunga può stancare
A cura di (SAH) del
Quando si parla di giochi di carte e di strategia i più giovani penseranno immediatamente a Magic The Gathering, che da oltre ventanni spopola nelle fumetterie e nei negozi di collezionismo. Tuttavia da un paio d'anni un nuovo gioco, sempre basato sulle carte e sulle abilità, ha cominciato a prendere sempre più piedi soprattutto tra i giovanissimi: stiamo parlando di Yu-Gi-Oh! che attraverso i manga, la televisione e soprattutto i videogiochi si è fatto conoscere ed apprezzare.

Ventisette volte Yugi
Yu-Gi-Oh! Gx Tag Force è il ventisettesimo titolo ad uscire tra console portatili, domestiche e pc e racchiude in se tutta l'esperienza accumulata dagli sviluppatori nel corso degli anni. I numeri sono impressionanti, oltre 2400 carte di gioco disponibili, centinaia di sfide per oltre trenta ore di gioco complessivo. Si parte creando il proprio alter-ego (che con nostra grande sopresa può essere solo machio) ed entrando nella celebre Accademia dei Duellanti, dove sotto la supervisione di un insegnante imparerete in breve tempo le meccaniche di gioco e segreti delle carte. A differenza di molti altri titoli della serie, il tutorial è piuttosto rapido ma al tempo stesso preciso. Anche chi non ha mai avuto modo di provare il gioco di carte imparerà a duellare in tempi molto brevi.
L' azione si svolge, per la maggior parte del tempo e della trama, nel campus dove il proprio personaggio potrà o verrà sfidato da altri studenti. Vincendo si otterranno esperienza e denaro, utili per acquistare nuove bustine per trovare mostri, magie e trappole più potenti. Rispetto al passato anche i duelli sono più rapidi ed appassionanti: merito forse della rapidità di calcolo della psp che rispetto ad un ds riesce ad eseguire più rapidamente le mosse degli avversari gestiti dalla cpu. Ogni giocatore ha a disposizione un tot di lifepoints che caleranno man mano che un colpo dell'avversario andrà a segno o quando un proprio mostro, non in posizione di difesa, verrà distrutto. Esistono anche metodi più subdoli come trappole e magie utili alla causa. I mostri di livello inferiore a cinque possono essere rimpiazzati sacrificandoli con mostri più forti e con attacchi più devastanti. Vince naturalmente chi riesce a portare a zero il numero di lifepoints dell'avversario.

Il cuore delle carte
I primi giorni nell'accademia trascorreranno rapidamente, i combattimenti non si dimostreranno particolarmente ostici e il giocatore, attraverso il proprio PDA potrà organizzare al meglio il proprio deck. Esistono poi delle date speciali nel corso delle quali si terranno tornei di livello sempre maggiore, nel corso dei quali si farà la conoscenza di alcune "stelle" del cartone animato come Jaden, Chazz e Alexis.
Vincendo si otterrà sempre maggiore prestigio fino ad arrivare alla sala dei duellanti, il luogo dove solo pochi eletti hanno avuto l'onore di sfidarsi.
La grande novità, come suggerisce il titolo, è la possibilità di giocare incontri non solo di uno contro uno ma anche di coppia. Questa novità aggiunge un importante impronta strategica al gioco dato che il destino della partita non dipenderà solo dalle mosse del giocatore ma anche da quelle del suo compagno. Purtroppo in questi casi si nota qualche problema con l'intelligenza artificiale: i compagni occasionali si dimostreranno sempre inferiori per abilità agli sfidanti, costringendo il giocatore a riparare agli errori commessi dall'altro.
Graficamente il titolo ricorda i gdr giapponesi vecchio stile: i personaggi sono decisamente sproporzionati con una testa enorme e un corpo troppo esile per sorreggerla. Entrati in combattimento le caricature lasciano il posto ai veri e propri personaggi realizzati nello stile cartoonesco che i fans riconosceranno. Gli spostamenti avvengono lungo una mappa in 2D mentre tutti gli ambienti che sarà possibile visitare saranno in vero 3D.
Buona la modalità multiplayer che permette a quattro giocatori di sfidarsi contemporaneamente. Putroppo però non è possibile andare oltre all'unica modalità di gioco disponibile che prevede esclusivamente il combattimento con le carte. Qualche variazione sul tema non ci sarebbe dispiaciuta.
Recensione Videogioco YU-GI-OH! GX TAG FORCE scritta da SAH Yu-Gi-Oh! GX Tag Force è quanto di meglio si possa trovare attualmente su PSP riguardo ai giochi di carte in generale. I fans dell'anime e del cartone ritroveranno tutti i personaggi principali della serie mentre gli appassionati del gioco vero e proprio potranno sbizzarrirsi nella realizzazione del deck imbattibile grazie alla presenza di circa 2400 carte. Per chi non si è mai avvicinato al gioco Konami, questo ventisettesimo capitolo per PSP potrebbe rivelarsi un buon punto di partenza.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.