Recensione di Kazook

Copertina Videogioco Kazook
  • Piattaforme:

     PSP
  • Genere:

     Puzzle game
  • Sviluppatore:

     Monte Cristo Multimedia
  • Data uscita:

     Disponibile
- Possibilità di Game Sharing
- Possibilità di giocare alcuni titoli con una sola PSP
- Buono per partite-lampo…
- …purtroppo è “lampo” anche il divertimento
- In singolo annoia subito, anzi ancora prima
- Giochi troppo semplici
- La maggior parte dei giochi va sbloccata
- Personaggi poco carismatici e senza parametri
A cura di (Makinit) del
Le console portatili, per definizione, sono meglio predisposte per partite veloci piuttosto che per lunghe ed impegnative maratone ludiche. I party-game dovrebbero quindi fare la fortuna di tutte queste console, uno di questi nomi, Kazook, colpisce la PSP. Ecco quindi scoperta la risposta alla prima domanda che sorge spontanea vedendo un prodotto come questo: perché esiste qualcosa del genere?

30 Kazook, 2 balls
Kazook è un party-game comprendente 30 minigiochi, tutte parodie della vita quotidiana dei giovani d’oggi. La varietà degli eventi sembra essere assicurata dall’alto numero di prospettive… ma non tutto oro è ciò che luccica.
Iniziato il gioco, ed assistito alla presentazione che non dovrebbe nemmeno essere chiamata tale data la sua scadente qualità, vi verrà subito chiesto di inserire il vostro nome e scegliere uno tra i due personaggi disponibili all’inizio. Quindi sarete condotti al menù principale, da cui potete sostanzialmente scegliere di giocare, modificare qualche opzione, e andare al negozio. Scegliendo la prima opzione passerete al menù di selezione delle modalità di gioco, che consentono le sfide in singolo, le cui vittorie vi faranno guadagnare soldi da spendere per sbloccare altri minigiochi (come vedremo più avanti), l’allenamento, modalità inutile in quanto uguale alla modalità in singolo con l’unica differenza che non guadagnerete soldi, e infine la più importante, la modalità multi-giocatore.

L’amara sorpresa
Una volta entrati nel menù di selezione dei giochi, vi si presenta subito l’amara sorpresa: all’inizio molti dei minigiochi sono bloccati, e meno di 10 dei 30 totali sono disponibili, decisamente troppo pochi. Si avrebbe gradito averne a disposizione almeno la metà, in modo da conferire una minima varietà iniziale per le partite multi-player. Invece andranno quasi tutti sbloccati pagando al negozio un’alta cifra per ognuno. Ogni partita infatti vi frutterà dei soldi, che andranno quindi spesi senza cognizione di causa, guidati semplicemente dalla speranza che il gioco che state per comprare sia divertente da affrontare in multi-player. Ogni gioco costa 10.000 $, un prezzo esorbitante considerando che i principianti difficilmente riusciranno a guadagnare più di 100 $ a partita, tutto questo a discapito dell’incoraggiamento che ogni gioco dovrebbe conferire a diventare sempre più abili per guadagnare sempre più denaro; anche i personaggi bloccati costano ben 10.000 $, semplicemente assurdo considerando che si tratta semplicemente di skin alternative, e non è prevista alcuna differenziazione di parametri tra essi.
Tutti i minigiochi sono piuttosto semplici, troppo semplici per far desistere il giocatore da tenere ancora l’UMD di Kazook nella PSP. Il giocatore dovrà quindi scegliere tra banalità del calibro di pseudo giochi di go-kart, sparatutto, e altre categorie. Non che di per sé tali categorie si possano dire completamente superato o non al passo coi tempi, no… il problema è il modo con cui vengono visitate da Kazook, il modo in cui vengono proposte, cioè con banalità e superficialità.

Multi-player per masochisti
L’unico motivo che potrebbe spingere qualche giocatore masochista a partite multi-player è la possibilità di game-sharing, 6 giochi su 30 possono essere inviati ad un’altra PSP. Altri titoli invece possono curiosamente contare su un sistema multigiocatore mediante condivisione dei controlli della console, ovviamente questo comporta delle manovre da giocoliere-equilibrista, e si rivela un metodo decisamente inadatto per partite-lampo o fuori casa. Per tutti gli altri giochi, invece, si necessitano due copie del gioco e due PSP.
Anche in questo frangente, quindi, Kazook si dimostra sotto la sufficienza.

Risollevamento parziale
L’unico aspetto che solleva Kazook dal baratro infernale della non-sufficienza piena e lo porta alla mediocrità, è lo stile esilarante delle sfide proposte, che mal si sposa col carisma pressochè nullo dei personaggi. Un esempio di tale ilarità è dato dal minigioco nel quale, durante una vostra festa in piscina, dovrete colpire con una palla da baseball i classici “inbucati occasionali”, ossìa i non invitati, in questo caso dovrete quindi stare attenti a non colpire le ragazze o gli amici. Molti dei minigiochi procedono su questa falsariga, ma non mancano le banalità, come gli assalti degli zombie o i classici (e banali in questo caso) sparatutto orizzontali. La grafica risalta in maniera blanda questo stile così giocoso, presentando personaggi super-deformati che, come detto, sono carismatici quanto Woody Allen in mutande.
Recensione Videogioco KAZOOK scritta da MAKINIT Un gioco da evitare, un offesa per il genere che vorrebbe rappresentare e un offesa per la console Sony. Il numero dei mini-giochi, il loro stile comico e il game-sharing non riescono a salvare da difetti e lacune, troppo grandi per essere ignorate, una produzione che è di per se un difetto. Kazook sprizza banalità e superficialità da ogni poro, ma purtroppo è uno dei pochi esponenti di un genere non troppo fortunato, per cui, se siete dei divoratori di party-game, consiglio di dare un occhiata a questo titolo, magari noleggiandolo o giocandoci da un amico, prima di ponderare seriamente il suo acquisto.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.