Recensione di Ford Street Racing LA Duel

Copertina Videogioco LA Duel
  • Piattaforme:

     PSP
  • Genere:

     Guida
  • Sviluppatore:

     Razorworks
  • Distributore:

     Leader
  • Data uscita:

     Disponibile
- Vetture ben realizzate
- Modalità squadra convincente
- Colonna sonora orecchiabile
- Lento
- I.A. pessima
- Fattore rigiocabilità prossimo allo zero
A cura di (SAH) del
La serie videoludica dedicata al mondo della Ford può vantare il non invidiabile merito di aver offerto al pubblico solo titoli di basso profilo. I problemi sono da ricercare in una formula di gioco abusata e limitata, con una serie infinite di sfide che sbloccano nuove macchine e nuovi tracciati ed in una IA decisamente deficitaria che rendevano anche le gare finali delle simpatiche scampagnate di qualche chilometro a bordo di un 200 cavalli targato Ford. Dopo la serie "Racing" ecco dunque arrivare la serie "Street": prima tappa Los Angeles, sperando che qualcosa sia finalmente cambiato.

La città degli Angeli
Come ogni brand che si rispetti, Empire vuole cercare di sfruttare al massimo il costoso marchio della casa automobilistica di Detroit e pertanto, dopo PS2 e Xbox, ecco arrivare anche la versione tascabile per il piccolo gioiellino Sony. L'impatto iniziale è decisamente positivo: il titolo si dimostra graficamente notevole e non risente del downgrade dalla sorella maggiore. Soprattutto i modelli delle vetture si rivelano ricchi di particolari e un esperto di Ford non avrà problemi a riconoscere a colpo d'occhio una vecchia gloria come la Mustang del '68 o una più recente Focus. Tuttavia dobbiamo constatare che il lavoro svolto nella realizzazione dei circuiti, soprattutto quelli cittadini, si dimostra troppo superficiale con sfondi statici e mal realizzati. Poco male se LA Duel fosse un titolo frenetico senza un attimo di respiro, purtroppo il titolo si dimostra lento e non trasmette quella sensazione di velocità che dovrebbero garantire i tanti cavalli di una GR-1 Concept. Il rombo dei motori non si dimostrano particolarmente ispirati e spesso le differenze tra una macchina degli anni '60 e un prototipo del 2000 saranno minime. La colonna sonora invece si attesta su buoni livelli proponendo musiche abbastanza orecchiabili anche se non sempre adatte al contesto del gioco.

La carriera di una Ford
Tralasciando le modalità di gioco classiche passiamo ad esporre il vero fulcro del gioco, ovvero la classica modalità carriera. Tra le vere novità della serie va sottolineata la possibilità di correre e di dare ordini ad un proprio compagno, nonchè di scambiarsi le vetture tramite la pressione di un tasto della croce direzionale. Le corse in team sono la parte più divertente del gioco perchè riescono a garantire un livello di sfida decisamente più elevato rispetto alle corse in singolo. In coppia, infatti, capiterà di vedere più volte gli avversari cambiare completamente traettoria nel tentativo di rallentare il giocatore o, peggio, di farlo sbandare. Per un'implementazione di un sistema complesso di danni sarà necessario aspettare ancora qualche episodio dato che le ammaccature in gara non produrranno particolare problemi di controllo alla vettura e il tutto potrà essere corretto nel proprio garage con una spesa minima di denaro. Come anticipato in precedenza, le gare in singolo si dimostrano ancora una volta la parte più debole del gioco. L'intelligenza artificiale dei nostri avversari è assai limitata e vincere corsa su corsa diventerà rapidamente una brutta abitudine. La giocabilità decisamente arcade non riesce a garantire al giocatore stimoli a proseguire a lungo la modalità carriera nonostante la presenza di alcune varianti riprese dai tanti Need For Speed e Test Drive: il team elimination, che prevede l'eliminazione delle ultime due vetture al termine di ogni giro, il time trials, dove sarà necessario battere un certo tempo e così via. Per i maniaci del marchio Ford è possibile visitare anche uno splendido Showroom virtuale che fornirà dati e immagini interessanti su tutte le vetture presenti del gioco (circa una trentina). Per quanto riguarda il comparto multiplayer Street Racing LA Duel supporta fino a sei giocatori (solo tre in caso di partita in team) anche se le numerose limitazioni imposte da Empire non riescono a garantire, neanche in questo caso, divertimento a lungo termine.
Recensione Videogioco FORD STREET RACING LA DUEL scritta da SAH Cambia il titolo non cambia la sostanza: tutti i difetti storici della serie Ford Racing ritornano anche nella nuova incarnazione Street. Su tutti una intelligenza artificiale veramente disastrosa e un fattore divertimento vicino allo zero. L'introduzione della modalità a coppie riesce perlomeno a giustificare l'acquisto anche a chi non è un fan accanito del marchio Ford ed è in astinenza da racing game.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.