Recensione di Death Jr.

Copertina Videogioco Death Jr.
  • Piattaforme:

     PSP
  • Genere:

     Platform
  • Sviluppatore:

     Digital Eclipse
  • Distributore:

     Sony
  • Data uscita:

     disponibile
- Buona grafica
- Divertente e vario
- Storyboard atipica
- Sonoro ripetitivo e mancanza delle voci dei personaggi
- Dura poco
A cura di (M@nus ) del
Originariamente concepito come titolo di lancio per PSP, Death Jr. è finalmente giunto sugli scaffali dei negozi di videogames. Il tempo extra che si sono concessi i ragazzi del team di sviluppo sarà servito? In generale, la risposta tende verso il sì: il gioco appare da subito accattivante con tanto di controlli all’altezza, anche se, un pò più longevo, non avrebbe certo guastato, ma la speranza di un sequel è comunque sempre viva.

Death Jr. è un gioco basato su elementi di action e platform che fonde sezioni di gioco in prima persona con l’esplorazione in terza persona. Impersoneremo i panni di Piccola Morte, il figlio della Morte, e saremo armati di falce assieme ad un arsenale formato da pistole, esplosivi, lanciafiamme e chi più ne ha più ne metta!

Il figlio della Morte…
Piccola Morte inizia la sua avventura nel Museo di Storia Sovrannaturale in compagnia dei suoi amici: Pandora, una ossessiva ragazza che non può fare a meno di aprire tutto quello che trova, Smith e Weston, una coppia di gemelli cervelloni congiunti sulla testa, Stigmartha, una ragazza che sanguina dalle mani ogni qual volta si innervosisce, e un “simpatico” nanetto senza braccia e gambe racchiuso in una teca di vetro. La banda scopre una curiosa scatola e, sotto l’insistenza di Pandora, decidono di aprirla liberando Moloch, un anziano demone e tutti i suoi scagnozzi. Piccola Morte ora deve salvare i suoi amici e, più in generale, il mondo intero, prima che il suo vecchio, la Morte in persona, lo venga a sapere.

Oddio che paura
Le schermate di gioco sono pennellate da toni scuri ma divertenti allo stesso tempo, grazie alla presenza di improbabili fantasmi, ambienti affollati da nemici di ogni tipo e litri di sangue, senza contare le scene d’intermezzo in computer grafica. Il frame rate è inchiodato sui 30 fps e la telecamera è sorprendentemente efficiente per un titolo in terza persona. I livelli sono splendidamente realizzati, i nemici sono molto vari quindi non ci si stanca facilmente come potrebbe sembrare, e le animazioni degli attacchi armati di Piccola Morte sono uno spettacolo per la vista. Sicuramente non è il miglior gioco esistente per il portatile Sony, ma sono pronto a scommettere che sarà apprezzato dai semplici giocatori, oltre che dagli amanti dell’horror misto a commedia.
Il reparto audio però non è all'altezza, soprattutto per quanto riguarda le musiche durante le sessioni di gioco in tempo reale, orecchiabili ma ripetitive e cupe anche se i filmati non sfigurano del tutto. Fa invece piacere sentire gli effetti sonori che non mancano, come lo scoppio assordante delle cariche di C4 e la scarica di colpi con le armi micidiali a disposizione, mentre la delusione più grande è data dall'assenza delle voci dei personaggi, infatti, dovremo leggere ciò di cui parlano su delle righe di testo che inficiano sulle sessioni di gioco più animate.

Davvero un peccato..
Il titolo è qualitativamente in linea con altri platform e, onestamente, è un prodotto di cui non ci si può lamentare; grafica ad ottimi livelli, tonnellate di curiosità e sottomissioni da svolgere, grattacapi da risolvere, una intelligenza artificiale curata, il tutto corredato da avvincenti scontri con i boss finali. Avremo a disposizione una larga varietà di mosse e di combo, dalle più semplici alle più maniacali. Il risultato è un gioco che terrà impegnati per ore sulla PSP. Infatti, come spesso succede per i giochi portatili, il vero tallone d’achille è rappresentato dalla giocabilità che viene combattuta con oggetti nascosti, piccoli segreti ed easter eggs vari.
Recensione Videogioco DEATH JR. scritta da M@NUS Death Jr si potrebbe definire come il solito prodotto senza infamia e senza lode, eppure ha quel qualcosa in più che lo avrebbe potuto rendere un ottimo prodotto, peccato duri poco e non siano state sviluppate determinate abilità e caratteristiche. Nonostante tutto, i soldi eventualmente spesi per questo gioco non verranno sprecati, se poi si è cultori del genere non si può che rimanere soddisfatti.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.