Recensione di Guilty Gear XX# Reload

Copertina Videogioco GGXX# Reload
  • Piattaforme:

     PSP
  • Genere:

     Picchiaduro
  • Sviluppatore:

     Sammy Studios
  • Distributore:

     Media Kite
  • Lingua:

     n.d.
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     Disponibile
- Realizzazione Tecnica
- Grande Gameplay
- Mission Mode
- E' un titolo vecchiotto
A cura di (rspecial1) del
Il genere dei picchiaduro in 2d non ha grandi rappresentanti sulla neonata console portatile Sony e quei pochi disponibili che si salvano (Darkstalkers della Capcom ne è un valido rappresentate) sembrano adattarsi male all’impostazione dei controlli della PSP. L’arrivo di Guilty Gear XX#Reload della Arc System Works porta nuove speranze agli appassionati del genere per un futuro più solare nell'attesa dei prossimi titoli.

Inferno o Paradiso?
Purtroppo, tra tutti i titoli che ha a disposizione nella propria ludoteca, la Sammy ci propone un titolo “vecchio”, se si pensa alla saga di cui stiamo parlando: questo è forse il più grande limite del prodotto. Per anni ci siamo dilettati a giocare al mitico, leggendario e mai troppo lodato Street Fighter e simili, per poi appassionarci con i classici della SNK…Bhè come tutti saprete quella di Guilty Gear è una saga nata da pochi anni, ma già entrata di diritto tra le migliori del genere. Questo è stato reso possibile grazie al fatto che i talentuosi programmatori sono riusciti ad ideare un gameplay che si differenzia da tutti i titoli visti in precedenza, anche tramite una realizzazione tecnica semplicemente sublime. Innanzitutto, il titolo si presenta con una delle migliori intro mai viste in un picchiaduro 2d, con una sequenza completamente animata, degna delle migliori produzioni cinematografiche degli anime giapponesi; cosa non da poco per chi è da sempre abituato alle intro statiche e, di certo, non paragonabili a questa, dei prodotti Capcom ed SNK (non consideriamo le conversioni su Dreamcast, ovviamente, ma solo la versione da bar). Va bene, sarà una cosa totalmente inutile, ma è bella da vedere, proprio come i finali di ogni lottatore: almeno, per una volta, dopo tanta fatica, la ricompensa sarà degna di tale nome e, anche se la speranza che le altre S.h. imparino questi dettagli, sembra mal riposta, noi ce lo auguriamo ugualmente. Il titolo vero è proprio ci metterà nei panni di uno dei 26 lottatori totali (alcuni sono da sbloccare e non selezionabili immediatamente) per affrontare una delle numerose modalità di gioco presenti che spaziano dalla Storia, che, per una volta tanto, sembra non essere solo un extra irrilevante ma un avvincente intreccio di avvenimenti che non hanno nulla da invidiare a titoli d’avventura od altro, l’Arcade Mode che tutti conosciamo benissimo e la classica modalità per giocare con un amico; ancora l' inutile allenamento, la sopravvivenza e le più interessanti modalità a missioni. Insomma di carne al fuoco c’è ne tanta e le missioni, in particolare, sono una gradita novità per il genere 2d: vi verrà chiesto semplicemente di battere il vostro avversario in determinate condizioni, ad esempio con una determinata combo, con l’energia al minimo ecc. ecc. Nulla di nuovo per carità ma, senza dubbio, questa caratteristica, aumenta la longevità di Guilty Gear XX# Reload di molti punti.

Frenesia…
Passando ad analizzare il gameplay puro di Guilty Gear XX# Reload si nota subito l’influenza della scuola SNK posta nei comandi e nelle varie mosse speciali, il tutto, però, portato ad alta velocità e con una grande frenesia d’azione. Il titolo Sammy, infatti, non si presenterà affatto come il classico picchiaduro tecnico e ragionato, come spesso avviene, ma come una vera e propria bolgia di combo e super colpi proibiti. Oltre a contare sui classici attacchi di varia potenza, sia per i calci che per i pugni (meglio definirli Slash visto che tutti i lottatori, bene o male, sono armati e, quindi, le somiglianze sono più con Samurai Shodown), la meccanica di gioco può avvalersi sulla classica serie di colpi speciali, concatenabili per eseguire svariate combo, non solo a terra ma anche in aria; Super mozzafiato eseguibili una volta riempita l’apposita barra energetica e, ovviamente, la mitica Instant Kill, ovvero una mossa particolare che potrà eseguire ogni guerriero e che permetterà l’eliminazione del proprio avversario se portata correttamente a termine. La cosa positiva è che, diversamente da quanto visto in Darkstalkers della Capcom, il titolo Sammy si adatta perfettamente alle caratteristiche della PSP. La croce direzionale, infatti, risponde egregiamente ai comandi e, con l’esecuzione delle varie mosse, risulta immediata e di facile impiego (ovviamente le Istant Kill sono più complesse da eseguire e quindi giudicabili come la prova del 9 per ciò che riguarda i comandi…prova superata dalla console Sony), rendendo il gioco divertente e godibile come le altre conversioni già apparse su Playstation 2 e Xbox (qui addirittura possiamo dire che il titolo è anche superiore alla versione Microsoft, se consideriamo il pad della console Microsoft , da sempre pessimo per questo tipo di giochi).

Una Naomi in tasca, un sogno!
Analizzando la parte grafica del gioco c’è ben poco da dire: avremo tra le nostre mani il miglior picchiaduro in 2d mai realizzato per un portatile, almeno per ora, fino all’arrivo dei prossimi titoli. Animazioni superbe e fluidissime, personaggi carismatici, coloratissimi e pieni di dettagli, effetti speciali per rappresentare su schermo fiamme ed esplosioni di grande effetto. I fondali sono disegnati perfettamente, molto belli e colorati: l' unica pecca sono le poche animazioni che li caratterizzano, ma, tutto sommato, non ve ne renderete conto più di tanto, durante i combattimenti frenetici che affronterete. Da segnalare, anche, che il titolo si presenta sul mini-schermo della PSP a 16:9 in modo perfetto e senza difetti che riguardano le proporzioni dei personaggi o, peggio, adattamenti tramite bande sui bordi. Le musiche sono eccezionali, puro rock ed heavy metal che si sposano perfettamente con l’atmosfera del gioco e con la velocità dell’azione: una splendida soundtracks che si evidenzia per essere una delle migliori mai associate ad un picchiaduro. Discreti, invece, gli effetti sonori, sia per le varie voci che per gli effetti speciali usati per colpi, esplosioni ecc. ecc.
Recensione Videogioco GUILTY GEAR XX# RELOAD scritta da RSPECIAL1 Guilty Gear XX# Reload si presenta come un prodotto indispensabile per ogni possessore di PSP amante dei picchiaduro e che ha sempre sognato di poter giocare in metro o pullman ad uno dei migliori titoli nati sulla scheda da bar della Sega: la Naomi. Se amate il genere, compratelo!! Se avete una console Sony, le scuse per non averlo sono solo un odio viscerale per il genere, perché l’unica pecca del titolo in questione è che si tratta di una conversione di un prodotto ormai vecchiotto che molti avranno giocato e rigiocato in tutte le salse sulle console casalinghe od in salagiochi…ma averlo tra le proprie mani e portarselo ovunque è semplicemente superlativo.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.