Recensione di NBA

Copertina Videogioco NBA
  • Piattaforme:

     PSP
  • Genere:

     Sportivo
  • Sviluppatore:

     989 Sports
  • Data uscita:

     TBA
- Gare uno-contro-uno tramite Wi-Fi
- Tre minigiochi
- Unico gioco di basket su PSP
- Gamplay mediocre
- Inteligenza artificiale non all'altezza
- Suono, Grafica.....
A cura di (Chris7285) del
Dopo il disastro di NBA Shootout 2004 su Playstation 2, la 989 Studios vuole rifarsi con NBA per PSP, primo titolo di basket sulla console portatile Sony, implementando nuove caratteristiche di gioco al gameplay già collaudato in passato. NBA ci offre diverse modalità di gioco e alcuni minigiochi, supportando pienamente la funzionalità del muliplayer tramite Wi-Fi e di fatto le potenzialità della console, purtroppo, come vedremo durante la recensione, il gameplay presenta alcune lacune che impediscono di consigliarlo a tutti, rimanendo un gioco per soli appassionati del NBA e forse neanche

Palla al centro!
I controlli in NBA sono molto semplici ed intuitivi, con lo stick analogico si muove il proprio giocatore, per tirare, rubare, bloccare e passare la palla basta premere uno dei pulsanti assegnati che saranno cutomizzabili a proprio piacimento, da segnalare comunque che non c’è nessun pulsante per determinare la velocità di movimento dell’uomo che usiamo. Per fare acrobazie con il proprio giocatore come le solite schiacciate o varie finte si utilizzano combinazioni di tasti pre impostate dai programmatori. Molti di questi giochetti serviranno soltanto a fare show e non a scartare i propri avversari, proprio per questo durante la partita sarà bene che evitiate di fare gli “sboroni” e vi concentriate se vorrete avere risultati.
Il D-pad invece è utilizzato per darvi la possibilità di accedere ad un piccolo playbook per vedere la combinazione dei tasti da spingere per fare le varie giocate od anche come applicare le varie tattiche di gioco, queste purtroppo risultano totalmente ininfluenti sull’andamento della partita e dei giocatori stessi. Per fare un esempio pratico, se deciderete di tenere una tattica difensiva i giocatori cambieranno di conseguenza la posizione sul parquet ma giocheranno sempre allo stesso modo, stessa cosa per attacco ecc. ecc.
Purtroppo sia i giocatori della propria squadra comandati dal computer sia gli avversari non presentano un intelligenza artificiale elevata e questo penalizza molto il gioco e le partite. Passandogli la palla o correndo con l'uomo più veloce a disposizione riusciremo quasi semore senza difficoltà ad arrivare sotto canestro e fare punto, in solitario e senza che la guardia avversaria ci dia fastidio. Da segnalare in negativo anche la difficoltà mal bilanciata, in effetti è un po’ strano notare che la stessa squadra spesso è fortissima e non sbaglia neanche un tiro ed altre volte non riesce a fare canestro da due passi…senza parole.
Un altro difetto è la ripetitività dei tiri bloccati. Spesso e volentieri (un tiro su tre) l'avversario blocca il tiro in modo molto inrealistico, cosa che a lungo andare diventa fastidioso, se siete patiti di questo sport poi non lo sopporterete.
Una novità del gameplay di NBA è il tiro. Nella maggior parte dei giochi di basket il tiro avviene premendo un tasto e rilasciandolo nel momento in cui il giocatore è nel punto più alto, ebbene qui i programmatori si sono ingegnati, in NBA il tiro avviene premendo il pulsante due volte. Il primo pulsante provoca un salto da parte del giocatore, a questo punto intorno al pallone un cerchio colorato indicherà il momento più opportuno per il tiro vero e proprio e quindi il momento in qui bisognerà premere la seconda volta il pulsante. Quando il cerchio intorno al pallone sarà rosso significa che le probabilità di fare canestro sono basse, quando sarà giallo le probabilità saranno un pò più alte e quando sarà verde quasi sicuramente faremo canestro. Questo nuovo sistema avvolte rende difficile fare dei tiri veloci bloccando il ritmo di gara e rendendo la partita poco fluida. Un altro aspetto negativo è l'esecuzione delle schiacciate. Per effettuare una schiacciata bisogna premere durante il tiro un altro tasto nel momento giusto. Purtroppo quasi sempre si sbagliano i tempi e la schiacciata non va a buon fine a causa della macchinosità dell’operazione.

Come gioco?
Le modalità di gioco presenti nel gioco sono: quick play (partita semplice), minigames (dei minigiochi) e season (stagione). La partita semplice o quick play permette di selezionare tutti i 30 NBA teams, le due All-star teams, il Team USA, e le sei squadre della NBDL.
Il gioco è aggiornato alla stagione 2005 quindi le squadre più forti saranno i Spurs, i Suns e i Sonics.
La modalità season permette di giocare una stagione da 29, 58 o 82 partite scegliendo una squadra tra tutte quelle presenti nell'NBA. Se durante la stagione ci piazziamo tra le prime posizioni potremo partecipare anche ai Playoff. Ogni partita può essere sia giocata che simulata. Si possono effettuare dei nuovi acquisti da altre squadre, ma il computer purtroppo non rifiuterà mai le nostre richieste.
La modalità minigames presenta tre minigiochi: la gara da 3 punti, la skills challenge e una gara chiamata "paint" che può essere giocata sia contro il computer sia contro un altro giocatore tramite Wi-Fi. La gara da 3 punti è una semplice gara da 3 punti a tempo. La skills challenge è una piccola gara ad ostacoli che include dribbling, tiro e passaggi. La modalità "paint" prevede due giocatori. Il campo è suddiviso in tante aree, ogni area ha un suo punteggio. Ogni giocatore dovrà fare canestro e a secondo dell'area in cui si trova riceve un punteggio. Questi tre minigiochi rappresentano un diversivo ma non un motivo per acquistare il gioco visto la loro piattezza in fatto di gameplay, troppo semplici e poco divertenti.

Guarda che texture…
La grafica di NBA e molto curata ma non è ben dettagliata, infatti non si riconoscono i giocatori dal volto (a parte alcuni più famosi). Anche il numero dietro le magliette dei giocatori non è ben leggibile. Gli sviluppatori hanno aggiunto degli accessori ai giocatori per renderli più realistici e differenziarli ma il ridotto dettaglio e la bassa qualità delle texture rendono il tentativo inutile.
Il suono è mediocre infatti non è presente nessuna telecronaca parlata, cosa che visto il supporto dell’UMD sembrava scontata ed invece…
Un fattore positivo (si c'è ne uno) è la piena compatibilità del Wi-Fi che però a causa del pessimo gameplay del gioco non verrà sicuramente stilizzato spesso, anche perché vi sfido a comprare questo gioco ed in più a trovare qualcuno che abbia avuto il vostro stesso coraggio.
Recensione Videogioco NBA  scritta da CHRIS7285 NBA offre delle gare uno contro uno tramite Wi-Fi, ha varie modalità di gioco ed è al momento l'unico gioco di basket su PSP, queste sono le uniche cose positive da dire a favore del gioco. Il gameplay è mediocre, con una nuova modalità di tiro che rallenta il ritmo di gara rendendo il tutto macchinoso e poco realistico. Se desiderate giocare ad un titolo di basket sulla vostra PSP vi consiglio di attendere qualche altro titolo, se proprio non resistete spero per voi che amiate realmente la NBA per sacrificarvi cosi.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.