Recensione di Il Mondo di Patty: Il Gioco più Bello

Copertina Videogioco Mondo di Patty
  • Piattaforme:

     PSP
  • Genere:

     Simulazione
  • Data uscita:

     Autunno 2010
- Musiche originali della serie
- Sessioni musicali
- Grafica
- Decisamente ripetitivo
- Adatto alle sole fan
A cura di (Aegrod) del
Dopo lo straordinario successo che la serie tv de”Il Mondo di Patty” ha riscosso in tutto il mondo, Sony ha pensato bene di produrne un titolo in esclusiva PSP per il solo mercato spagnolo, italiano e portoghese, ed affidarne lo sviluppo agli iberici Tonika Games. Il titolo in questione è Il Mondo di Patty: Il Gioco più Bello e, come facile a dedursi, ci calerà direttamente nelle ambientazioni della serie TVoriginale, nello specifico tra i corridoi e le aule della Pretty Land School of Arts dove avremo modo di incontrare tutti i personaggi della serie.

Il gioco più bello…
Inserito l’UMD nella console Sony ed atteso il termine del caricamento, uno dei tantissimi che avranno modo di affliggerci durante l’avventura, verremo introdotti alla schermata dei titoli, decisamente semplice ma che permette al giocatore di scegliere immediatamente cosa fare senza indugi, ossia giocare, cambiare un profilo creato precedentemente, o entrare in modalità multiplayer, utile al solo scambio di dati. Avviata la storia, verremo subito catapultati nella modalità di editor per creare il nostro avatar: questa operazione sarà da effettuarsi tramite una scelta di volti, tonalità della pelle, capigliature ed accessori prestabiliti, ma comunque presenti in buon numero, in modo tale da personalizzare al meglio il nostro alter ego secondo i propri gusti modaioli. Ultimata l’ideazione del personaggio verremo introdotti nel vivo del gioco, davanti ai cancelli della Pretty Land School dove faremo le nostre prime conoscenze e affronteremo le prime missioni. Queste ultime saranno accessibili parlando con gli altri studenti della scuola caratterizzati da un punto esclamativo verde posizionato sulla loro testa. La maggior parte dei compiti che ci verranno affidati consisteranno nel recupero di oggetti posizionati in altre parti della scuola, o in possesso di altri NPC. Completata la quest e fatto rapporto al committente di turno riceveremo un regalo che, nella maggior parte dei casi si rivelerà un accessorio o un indumento, in altri una figurina collezionabile raffigurante uno dei protagonisti del Mondo di Patty.
Proseguendo di missione in missione si avrà modo di varcare i confini scolastici e visitare una piccolissima porzione di città (costituita unicamente da un viale) ed il centro commerciale. Nella prima si avrà la possibilità di trovare una cassetta della posta che ci permetterà di accedere alla modalità Wi Fi e scambiare dati con un altro possessore del titolo, in particolare le composizioni create nella Sala Prove della scuola, mentre nel centro commerciale  potremo fare shopping ed aumentare la portata del nostro guardaroba. Punto forte de Il Mondo di Patty: Il Gioco più Bello e di sicura maggior attrazione per le fan di Patty e company, sono le sessioni di gioco in cui dovremo far suonare e ballare il nostro alter ego. In queste fasi di gioco ci ritroveremo sul palcoscenico dell’auditorium scolastico e dovremo affrontare un minigioco musicale che segue le orme (molto da lontano) di Rock Band e Guitar Hero. Nostro compito sarà quello di affiancare uno degli NPC suonando la batteria, la tastiera ed altri strumenti musicali. Le musiche proposte sono le stesse della serie TV, cantate in lingua originale e sicuramente familiari alle orecchie delle (o dei ?) fan. Il minigioco è molto semplice e consiste nel premere al momento esatto i tasti che ci vengono indicati sullo schermo, singolarmente o in coppia. Nel caso in cui si dovessero mancare le combinazioni o si premesse il tasto sbagliato, salterà la base o la parte vocale del pezzo. Progredendo nel gioco le combinazioni si faranno via via più complicate ma difficilmente richiederanno grossi sforzi. Lo stesso sistema funziona per le parti in cui il nostro personaggio dovrà affrontare una coreografia o una sfida di ballo.
Scopo finale del gioco è tentare di recuperare quanti più oggetti possibili, come capi di abbigliamento e quant’altro, e le già citate figurine collezionabili, ed infine, tramite le missioni compiute e le scelte effettuate, decidere se appartenere al gruppo delle “Divine” o alle “Popolari”.

...ma è Patty?
Nell’arco di tutta l’avventura incontreremo tutti i personaggi noti e meno noti, tra cui Patty, interpretata dalla giovanissima Laura Esquivel, la rivale Antonella, Matias e la direttrice Ines. Risalta subito ad una prima occhiata, anche del fan meno esperto in ambito videoludico, che, dal punto di vista grafico, i Tonika Games non abbiano saputo sfruttare al meglio le potenzialità offerte da PSP. Pur trattandosi di un titolo destinato ad un pubblico giovane e magari non troppo pretenzioso, graficamente il titolo poteva presentarsi con textures, fondali e fattezze dei personaggi decisamente migliori. L’azione di gioco si svolge su di un piano isometrico formato da fondali sempre uguali e qualche elemento che va ad arricchire qua e là l’ambientazione, che però risulta sempre scarna e desolata. I personaggi non sono facilmente distinguibili se non per i diversi colori dell’abbigliamento e caratterizzati da animazioni fin troppo legnose. Altro grosso difetto presente nell’UMD de Il Mondo di Patty: Il Gioco più Bello, come già affermato, sono le lunghe attese dovute ai caricamenti che, a lungo andare, finiranno con l’annoiare il giocatore/giocatrice, in quanto spezzano troppo il già non rapidissimo ritmo di gioco ed assolutamente ingiustificati visto la non eccelsa qualità grafica ed i pochissimi elementi da visualizzare su schermo.
A risollevare le sorti della Pretty Land School of Arts ci pensa il comparto audio, in particolare grazie alle musiche, che sono le stesse presenti nel telefilm e riprodotte con buona qualità, ed a qualche effetto sonoro presente durante i vari pellegrinaggi da una zona all’altra, come il brusio delle voci degli altri studenti o i cinguettii degli uccelli nel parco della scuola. Completamente assente l’audio per i dialoghi, riprodotti testualmente.
Recensione Videogioco IL MONDO DI PATTY: IL GIOCO PIÙ BELLO scritta da AEGROD Il Mondo di Patty: Il Gioco più Bello si presenta come una grande operazione commerciale rivolta alle teenager fan della famosa serie televisiva. Sicuramente il pubblico più maturo e maschile si guarderà bene dall’acquisto del titolo in questione che, nonostante la scarsa resa grafica, un impianto di gioco monotono e frazionato da continui rallentamenti e caricamenti, eccezion fatta per le sessioni musicali, e che non offre nulla di più se non un continuo collezionare oggetti, riuscirà a ritagliarsi una grossa fetta di mercato grazie al nome sovraimposto in copertina e di certo non grazie al sottotitolo affiancato ad esso.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.