Rubrica Va(le) Pensiero

A cura di (BigV) del
NB: Nel testo sono presenti alcuni riferimenti alla trama. Nel caso in cui non abbiate avuto ancora occasione di prendere in mano il titolo e non vogliate spoilerarvi nulla, non vi consigliamo di proseguire oltre nella lettura.

Cara Naughty Dog,

io e te non ci conosciamo da molto, ma dal primo momento che ti ho incontrata ho capito subito quanto fossi speciale. Anni fa, quando giocavo a quel tuo platform un po' legnoso (cerca di capirmi, venivo da Super Mario 64) insieme a un amico che aveva una delle prime PlayStation arrivate nella mia città, mi facevi divertire. Ma ho capito come fossi veramente solo di recente, quando ho provato il tuo The Last of Us.
Voglio dirti subito come la penso, perché ritengo che all’intelligenza vada corrisposta solamente l’onestà: io non penso che il tuo titolo sia un capolavoro come dicono tutti. Non me ne volere, il lavoro che avete fatto è straordinario sotto molti aspetti, però qualcosa non mi è piaciuto troppo. Ho come l'impressione che hai voluto far sparare così tanto Joel ed Ellie (e spesso in modi non molto divertenti) perché sapevi di avere molti fan di Uncharted e, per farli sentire a casa, hai deciso di far volare molti proiettili. Inutile che nei suggerimenti durante i caricamenti mi dici che posso evitare ogni scontro, se poi spesso mi fai proseguire solo abbattendo tutti quanti. Per non parlare dell'intelligenza artificiale, mannaggia a te, quando sento Joel che dice ad Ellie di non farsi vedere, mentre scorrazza nelle aree di gioco senza che nessuno la veda o la senta.
Ma poco importa, The Last of Us è un cardine così importante dell'industria dei videogiochi che, per cosa c'è a fronte di questo fastidio, va bene tutto. Mi riferisco al lavoro straordinario che hai fatto nel tessere una storia potente. Nella narrazione, in particolare, credo che il tuo gioco non abbia assolutamente rivali. Gioca un'altra partita, di un'altro sport, in un campionato diverso. Se Life is Strange (che ho amato oltre ogni limite immaginabile) annulla la parte ludica del videogioco, ponendoci in un'avventura dove siamo più intenti a guardare un racconto emozionante come pochi, tu hai dimostrato ben altro. Con The Last of Us, hai mostrato a tutti come si possa raccontare una storia talmente profonda da sfiorare le migliori controparti cinematografiche, senza mai dimenticarsi di essere alle prese con un videogioco.
Sono tanti i momenti che mi sono piaciuti. Il primo che mi viene in mente è tutta la sequenza dell'inverno dove controlliamo Ellie. Che bella, che gran lavoro che hai fatto. Mi ha ricordato moltissimo la Jennifer Lawrence di Un Gelido Inverno: quella Ellie lì. Feroce, tosta, con il fiatone e il viso sporco di sangue e fango. Sei riuscita a farmi stringere il cuore nel vedere la ragazza battersi come una leonessa, solo per qualche medicinale da dare al suo Joel, questo bellissimo personaggio dalle sfaccettature talmente reali da far male. Quanto vorrei essere Joel, in un'altra vita.
Ah, ce n'è un altro che, guarda caso, è lo strascico di questa bellissima sequenza. La scaletta, quella cavolo di scaletta che Ellie non vuole fare, perché troppo stravolta e demotivata per proseguire il lungo viaggio. E dopo questo momento la toccante sequenza con le giraffe, simbolo della fine dell'umanità e, allo stesso tempo, una speranza per un nuovo ciclo vitale che potrà risorgere.
The Last of Us mi ha dato il feeling del film indipendente, in senso positivo. Quel tipo di produzioni che badano più al contenuto e al messaggio che alla forma. Il montaggio delle cutscene è scarno, senza troppi fronzoli: passa dal filmato al momento di gioco reale senza soluzione di continuità.

E il finale, che molti hanno criticato o non capito, io l’ho trovato stupendo. Parlando del gioco qualcuno mi ha detto: “Eh però, quel finale aperto lì mi ha dato fastidio”. Non l’hanno capito, non è facile analizzarlo a dovere, questo perché sei stata intelligentissima e coerente nel metterlo in atto. La storia è finita, e lo è con un anti-climax da manuale. Magari Ellie crede davvero a Joel. Forse lo fa perché non può fare altrimenti, perché è l’unica persona al mondo che le è rimasta e, nonostante tutto, la solitudine nel mondo post-apocalittico di The Last of Us non vale il dispiego della verità. È come quando, durante una relazione che tu credevi andasse a gonfie vele, la tua compagna ti dice che dovete parlare. Vi vedete e lei ti dice che non sta più bene con te, che si sente costretta, che dovreste non vedervi più. E tu lì, a pensare a quanto sia impossibile che sia colpa tua, perché sei l’uomo ed è la donna a sbagliare, no? Poi, dopo le tue insistenze, ti dice la verità, ovvero che ti lascia perché in tutto questo tempo sei stato uno s*****o con lei. Ecco, il finale di The Last of Us mi ha lasciato la stessa sensazione: ingiusto, duro, ma vero.

E allora mi chiedo, e ti chiedo: perché andare avanti? Hai davvero bisogno di aggiungere altro a tutto questo? Vuoi o devi farlo?

Non fraintendermi ND, non voglio mettere in dubbio le tue oggettive capacità. Chiunque lo faccia, oggi, a prescindere dallo schieramento di cui si ostina a far parte, rischia di essere più demente della stessa console war che porta avanti. Voglio solo darti una chiave di lettura per questa situazione perché ti stimo, e sono solito essere molto sincero (come sopra) con chi dimostra una superiorità oggettiva, come la tua padronanza inarrivabile del medium “videogioco”. Secondo me, sbagli ad aggiungere una “Part II” al tuo racconto. Fidati, va bene già così com’è. Hai dimostrato, in tutti questi anni, come sia possibile creare un fenomeno di culto senza per forza farlo diventare un franchise, con buona pace di assassini, soldati e hacker della domenica.
Questo, per me, è il tuo più grande successo. La grandezza di un’opera sta proprio qui, nel suo retaggio. Un lavoro speciale, straordinario e straordinariamente imperfetto che, a differenza di tanti altri blockbuster videoludici, a distanza di anni fa ancora parlare di sé come solo le opere di culto sanno fare. E tu ci sei riuscita.
So che un sequel sarebbe per te, e per chi ti supporta, una mossa inequivocabilmente saggia a livello commerciale. Sono un sognatore, non un idiota. Però mi piaceva, finora, l’idea che The Last of Us fosse qualcosa di unico. Mi piaceva pensare che, tra qualche anno, avrei guardato la mia copia della remastered per PlayStation 4 pensando a quanto amo questo medium. Finora, il tuo titolo era il mio Alan Wake per console Sony.
Forse è colpa mia. La cecità - vera o artefatta - di Ellie nel finale è la stessa che ho io adesso. Non voglio The Last of Us 2, perché la storia ci insegna che anche i migliori sbagliano e non vorrei che anche tu, visto che sei composta da tante persone creative, geniali eilluminate, ma umane, potresti interrompere la tua serie positiva di successi. Forse ne ho viste tante negli ultimi anni, e la fiducia incondizionata è qualcosa che è sempre più difficile da mettere sul tavolo oggi giorno.
Quindi non mi resta che augurarti buona fortuna, anche se speravo che le cose andassero diversamente tra noi. Alla fine, so che non vedrò l’ora di saperne di più sul gioco e, quando uscirà, di giocarlo pronto a farmi sconvolgere di nuovo da Joel, Ellie e la loro storia. Non deluderci.

Con affetto, Valentino
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Commenti: 32 - Visualizza sul forum
  • Einheriar
    Einheriar
    Livello: 3
    Post: 189
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Solid-SteBro

    non riuscite proprio a non vedere del marcio in ogni cosa eh? Che sia una furbata o no se è una furbata fatta bene, W i furbi.
    GOMBLODDOOO!?!!
  • notteincubo
    notteincubo
    Livello: 1
    Post: 13738
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Solid-SteBro

    non riuscite proprio a non vedere del marcio in ogni cosa eh? Che sia una furbata o no se è una furbata fatta bene, W i furbi.
    E voi non riuscite proprio ad accettare che a volte è giusto fermarsi e fare una nuvoa ip, invece che volere per forza un seguito? Guarda cosa si sono dovuti inventare con Kratos per far proseguire l'ip... Last of us era perfetto così com'era.
  • Solid-SteBro
    Solid-SteBro
    Livello: 7
    Post: 2845
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da notteincubo

    Mah, il fatto di chiamarlo Part 2 mi sembra solo una furbata.
    non riuscite proprio a non vedere del marcio in ogni cosa eh? Che sia una furbata o no se è una furbata fatta bene, W i furbi.
  • Solid-SteBro
    Solid-SteBro
    Livello: 7
    Post: 2845
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    "il mio Alan Wake per console Sony." Alan wake paragonato a The last of us? e in secondo punto, se davvero bisogna fermarsi nella vita per non rovinare ciò che è stato fatto in passato non andrebbe più avanti nessuno. Naughty dog penso sia conscia delle sue responsabilità tirando fuori dalla polvere l'IP di the last of us. Scomodare un simile gigante non lo si fa senza una grande idea dietro, se sono davvero i migliori lo dimostreranno di nuovo, nessuno ci porterà via ciò che è stato il primo TLOU.
  • Einheriar
    Einheriar
    Livello: 3
    Post: 189
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    The Last of Us per me rimane il miglior gioco mai provato, ma io sono di parte in quanto prediligo i giochi improntati sulla narrativa che quelli al gameplay. Il finale del primo capitolo era superbo, assolutamente perfetto nella sua crudezza e nel suo realismo, un pugno nello stomaco che mi ha lasciato un'emozione unica, come nessun gioco e quasi nessun film sia mai riuscito a fare. Un secondo capitolo quindi non può che incrinare inevitabilmente questa perla videoludico-cinematrografica: senza il carattere della conclusività esso diventa inevitabilmente niente più che una "bella interruzione". Detto questo, io sono del tutto favorevole ad un secondo capitolo, anzi sono proprio euforico all'idea! Alla fine io l'emozione di quel finale l'ho già provata, più e più volte, l'ho assaporata nella sua integrità per anni, e questo di certo mi rimarrà anche con un secondo capitolo. Semplicemente, avrò la possibilità di immergermi di nuovo in quel mondo, e di certo questa è una prospettiva che chiunque abbia amato The Last of Us non può che desiderare. Inoltre, parliamo di Naughty Dog, se c'è qualcuno che ha dimostrato costantemente di meritare la nostra fiducia sono loro: non partiamo dal presupposto che sia un flop, per quanto ne sappiamo potrebbe anche essere un capolavoro. Quindi io invito tutti a viversi a pieno il primo capitolo, e poi di aspettare e vedere come sarà questa seconda parte: se sarà degno della prima avremo una storia fantastica più ampia, nel caso contrario potremmo sempre rinnegare il seguito e tenerci stretti solo il nostro amato The Last of Us (part I).
  • notteincubo
    notteincubo
    Livello: 1
    Post: 13738
    Mi piace 0 Non mi piace -2
    Originariamente scritto da Zirass

    Per alcune cose sono d'accordo, per altre proprio no. Per me è un capolavoro generazionale senza se e senza ma. Se non è capolavoro TLOU, allora, non dico di togliere la parola capolavoro dal dizionario, ma quasi....e per me non ci stanno nemmeno le critiche tipo l"invisibilità" di Ellie ai nemici, perchè questo non è un errore dei ND ma al contrario una scelta voluta e soprattutto DETTATA dai limiti tecnici della PS3, se avessero avuto gli strumenti all'altezza, lo avrebbero certamente evitato, ma non hanno potuto fare altrimenti perchè non dimentichiamoci mai che i NAUGHTY DOG hanno fatto girare tutto il ben di Dio che è TLOU su un hardware e una console vecchia di 7 ANNI. No ripeto....SETTE ANNI. Non so se tutti si rendono conto di cosa vuol dire ciò. Poi vabbè....non sono cieco e non metto in dubbio che la trasperenza di Ellie è brutta da vedere, ma i ND hanno semplicemente optato per la scelta più saggia....avessero fatto al contrario, avremmo avuto per le mani un gioco odiato solo per il semplice fatto che Ellie metteva in allerta i nemici senza che fosse colpa del giocatore, ovvero nostra. Comunque, andando oltre a questi discorsi puramente tecnici (i quali per me sono inezie in rapporto alla grandezza e alla vera essenza del titolo che risiede in ben altri aspetti) ciò che personalmente penso sulla PART II è questo; io sono d'accordissimo sul fatto che TLOU poteva benissimo essere lasciato così com'era, un titolo UNICO senza bisogno di aggiungere altro. Però è anche fuori di dubbio che Druckmann ami Joel ed Ellie molto di più di tutti noi messi insieme, e perciò se ha deciso di proseguire la storia è solo perchè ritiene di avere le idee giuste per proseguirla, altrimenti non l'avrebbe MAI fatto....statene certi. Inoltre cercate di focalizzare bene il titolo, perchè PART II è molto diverso dal dire TLOU 2. Non è un secondo gioco....è la SECONDA PARTE di un unico titolo, di un unica storia e questo lo ha precisato Druckmann stesso. TLOU non è la pandemia, non è il mondo post-apocalittico....TLOU è JOEL ed ELLIE....senza di loro non è più TLOU. Ecco perchè dovevano esserci nuovamente entrambi, senza altre alternative. Neppure io ho la fiducia incondizionata, ma se c'è qualcuno a cui mi sento di darla, questi sono proprio i ND. Fin dai tempi di Crash, mi hanno dato molto più di quanto avessi potuto mai chiedere. Non hanno MAI sbagliato un colpo e con TLOU e UNCHARTED 4 hanno davvero toccato il profondo del mio cuore, raggiungendo una maturità artistica e narrativa spaventosa. Non so più neanche come ringraziarli e se prima potevo avere qualche minimo dubbio, dopo aver visto l'epilogo di Uncharted 4 sono ormai sicuro, per me possono fare tutto quello che vogliono....mi arrendo, alzo le mani...il mondo appartiene a loro. State tranquilli, abbiate fiducia in loro e preparatevi ad essere sconvolti ancora una volta e forse anche più della prima volta.
    Mah, il fatto di chiamarlo Part 2 mi sembra solo una furbata. Il gioco ha fatto successo e ora cercano di giustificare il seguito. Un pò come quando esce un film, fa una valanga di soldi e poi si inventano che era una trilogia...
  • Gando89
    Gando89
    Livello: 4
    Post: 618
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da notteincubo

    Non ho visto stranger things ma ti posso fare un'altro esempio: Matrix. Primo film stupendo, dove si usa la fantascienza per far passare messaggi ben più profondi. I seguiti? Inutili, tutto il pathos e la critica sociale del primo svaniscono per lasciare spazio a due normalissimi film intrisi di effetti speciali.
    Risposta breve causa cellulare moribondo. Cmq posso dirti una cosa. All'epoca di Matrix ero un giovincello inesperto (non che ora lo sia) e disinformato su qualsiasi cosa. Il primo matrix non c'è neanche da discuterne l'hai detto tu. E' il film per eccellenza. Ma avendolo visto da "piccolo" e non avendo esperienza su film singolo/trilogie, avendolo vissuto diciamo come trilogia fin da subito, sebbene gli altri due siano parecchio inferiori al primo, trovo che abbiamo negli anni acquisito senso. Mi spiego. Il primo introduce un mondo nuovo, è la base di molti altri film fatti dopo, tutti con moltissimi riferimenti al suddetto capolavoro. Il secondo a mio avviso, visto a 18 anni dall'uscita trovo che sia molto bello come combattimenti ed azione, e tenga comunque piuttosto bene anche il ritmo della storia del primo anche se ripeto.. il primo è il primo. Non ci sono storie. Il terzo lo trovo parecchio più basso di tono, specialmente lo scontro finale decisamente OP e quasi surreale con Smith ma mi è comunque piaciuto o meglio, mi piace ora vederlo in un'ottica più ampia. Finisce (la trilogia) in un modo giusto. Delle perdite necessarie. L'architetto, l'oracolo. Smith. Insomma anche se esagerato sotto certi versi e forzato sotto altri (lo scontro contro le sentinelle ecc) ha secondo me un senso. Quindi per farla breve capisco benissimo il tuo pensiero ma per quello che mi riguarda ho accettato la trilogia sebbene, ancora una volta, il primo capitolo è un film a sè. Se poi tiriamo in mezzo anche Animatrix bhe, trovo sia stato molto carina l'idea di mettere insieme alcune dei pezzi mancanti della storia che non avevano assolutamente avuto storia nella trilogia. Come si è arrivati a Matrix, chi è certa gente ecc. Ma al cuore non si comanda. Se mi dovessero chiedere qual è la mia trilogia preferita risponderei quella di Matrix, probabilmente per il primo film è vero. Sicuramente il primo è il mio film preferito.
  • Gando89
    Gando89
    Livello: 4
    Post: 618
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da notteincubo

    Non ho visto stranger things ma ti posso fare un'altro esempio: Matrix. Primo film stupendo, dove si usa la fantascienza per far passare messaggi ben più profondi. I seguiti? Inutili, tutto il pathos e la critica sociale del primo svaniscono per lasciare spazio a due normalissimi film intrisi di effetti speciali.
    Guarda stranger things! Cmq per matrix.. È il mio film preferito quindi non sono molto oggettivo. Però indubbiamente il primo è spanne sopra gli altri due.
  • Zirass
    Zirass
    Livello: 2
    Post: 3209
    Mi piace 4 Non mi piace 0
    Per alcune cose sono d'accordo, per altre proprio no. Per me è un capolavoro generazionale senza se e senza ma. Se non è capolavoro TLOU, allora, non dico di togliere la parola capolavoro dal dizionario, ma quasi....e per me non ci stanno nemmeno le critiche tipo l"invisibilità" di Ellie ai nemici, perchè questo non è un errore dei ND ma al contrario una scelta voluta e soprattutto DETTATA dai limiti tecnici della PS3, se avessero avuto gli strumenti all'altezza, lo avrebbero certamente evitato, ma non hanno potuto fare altrimenti perchè non dimentichiamoci mai che i NAUGHTY DOG hanno fatto girare tutto il ben di Dio che è TLOU su un hardware e una console vecchia di 7 ANNI. No ripeto....SETTE ANNI. Non so se tutti si rendono conto di cosa vuol dire ciò. Poi vabbè....non sono cieco e non metto in dubbio che la trasperenza di Ellie è brutta da vedere, ma i ND hanno semplicemente optato per la scelta più saggia....avessero fatto al contrario, avremmo avuto per le mani un gioco odiato solo per il semplice fatto che Ellie metteva in allerta i nemici senza che fosse colpa del giocatore, ovvero nostra. Comunque, andando oltre a questi discorsi puramente tecnici (i quali per me sono inezie in rapporto alla grandezza e alla vera essenza del titolo che risiede in ben altri aspetti) ciò che personalmente penso sulla PART II è questo; io sono d'accordissimo sul fatto che TLOU poteva benissimo essere lasciato così com'era, un titolo UNICO senza bisogno di aggiungere altro. Però è anche fuori di dubbio che Druckmann ami Joel ed Ellie molto di più di tutti noi messi insieme, e perciò se ha deciso di proseguire la storia è solo perchè ritiene di avere le idee giuste per proseguirla, altrimenti non l'avrebbe MAI fatto....statene certi. Inoltre cercate di focalizzare bene il titolo, perchè PART II è molto diverso dal dire TLOU 2. Non è un secondo gioco....è la SECONDA PARTE di un unico titolo, di un unica storia e questo lo ha precisato Druckmann stesso. TLOU non è la pandemia, non è il mondo post-apocalittico....TLOU è JOEL ed ELLIE....senza di loro non è più TLOU. Ecco perchè dovevano esserci nuovamente entrambi, senza altre alternative. Neppure io ho la fiducia incondizionata, ma se c'è qualcuno a cui mi sento di darla, questi sono proprio i ND. Fin dai tempi di Crash, mi hanno dato molto più di quanto avessi potuto mai chiedere. Non hanno MAI sbagliato un colpo e con TLOU e UNCHARTED 4 hanno davvero toccato il profondo del mio cuore, raggiungendo una maturità artistica e narrativa spaventosa. Non so più neanche come ringraziarli e se prima potevo avere qualche minimo dubbio, dopo aver visto l'epilogo di Uncharted 4 sono ormai sicuro, per me possono fare tutto quello che vogliono....mi arrendo, alzo le mani...il mondo appartiene a loro. State tranquilli, abbiate fiducia in loro e preparatevi ad essere sconvolti ancora una volta e forse anche più della prima volta.
  • notteincubo
    notteincubo
    Livello: 1
    Post: 13738
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Gando89

    Quanti di voi hanno visto stranger things? (Chi non l'ha visto lo veda subito!) Quanti di voi pensano ci fosse bisogno di una seconda stagione? È lo stesso discorso. Per me doveva finire com'è finito. Senza se e senza ma.
    Non ho visto stranger things ma ti posso fare un'altro esempio: Matrix. Primo film stupendo, dove si usa la fantascienza per far passare messaggi ben più profondi. I seguiti? Inutili, tutto il pathos e la critica sociale del primo svaniscono per lasciare spazio a due normalissimi film intrisi di effetti speciali.
  • notteincubo
    notteincubo
    Livello: 1
    Post: 13738
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Non condivido le critiche sul gioco ma sono daccordo per quanto riguarda il finale: Last Of Us era perfetto così, non c'era bisogno di aggiungere altro. Il finale chiudeva perfettamente il cerchio, non tanto sui personaggi ma sul senso della storia. Infatti mi sbalordisce tutta quella gente che lo considera un finale aperto, l'unica spiegazione è che si siano fermati solo alla parte più esteriore della storia.
  • Gando89
    Gando89
    Livello: 4
    Post: 618
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da AchilleX84

    Ok, quindi quando uscirà la seconda parte di the last of us lo snobberai? Questa domanda è rivolta anche a tutti gli altri che ritenevano il primo capitolo autoconclusivo
    Non la giocherò per continuarla. La giocherò perché come ho già scritto ND fa bei giochi. Avesse fatto un titolo completamente diverso sarei stato più contento. Ma non sono uno di quelli che dice "boicottiamo!" perché sarebbe una caxata. Il gioco uscirà. Perciò tanto vale giocarci, vista la SH. Male che vada farà "solo" un bel gioco. Non sento però assolutamente il bisogno di un seguito.
  • AchilleX84
    AchilleX84
    Livello: 2
    Post: 267
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Gando89

    Quanti di voi hanno visto stranger things? (Chi non l'ha visto lo veda subito!) Quanti di voi pensano ci fosse bisogno di una seconda stagione? È lo stesso discorso. Per me doveva finire com'è finito. Senza se e senza ma.
    Ok, quindi quando uscirà la seconda parte di the last of us lo snobberai? Questa domanda è rivolta anche a tutti gli altri che ritenevano il primo capitolo autoconclusivo
  • GBRSTYLE
    GBRSTYLE
    Livello: 4
    Post: 764
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Col commento di prima non mi riferivo alla lettera qui sopra di per se ma a tutti quelli che dicono doveva finire con il primo.. e poi quando uscirà il 2 scommetto che cambieranno idea.. a quelle persone mi riferisco.. perché tanto si sa che faranno un altro lavoro straordinario.. che poi anche io sono d'accordo che il primo si chiude benissimo così.. dopo averlo giocato 13 volte.. ma insomma, chi è che non vuole rigiocare a The last of us di nuovo? Riscoprendo tutti per la prima volta..
  • GBRSTYLE
    GBRSTYLE
    Livello: 4
    Post: 764
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Tante parole buttate per dire che dovevano finire la storia con il primo capitolo quando sappiamo, o almeno io so ma anche molti altri, che naughty dog con The last of us e uncharted 4 ha fatto un salto narrativo nei suoi giochi straordinario.. perciò sicuro che con questo secondo capitolo ci fara restare a bocca aperta di nuovo.. tutti lo ameranno.. di nuovo.. e naughty dog non credo che deluderà mai ne con nuove ip ne tanto meno con il seguito di un gioco che ha avuto molto successo.. anzi.. sicuro che faranno ancora meglio!
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.